'Waves' è affascinante, spesso brillante, ma anche incredibilmente frustrante

'Waves' è affascinante, spesso brillante, ma anche incredibilmente frustrante

Trey Edward Shults Onde (che ha appena debuttato al Toronto International Film Festival) è allo stesso tempo affascinante e frustrante (e, spesso, geniale). Questo è un film che ha un primo atto così forte, ma poi un grattacapo di un secondo che mi ha lasciato un'attività che non mi piaceva quello che stavo guardando davanti a me, poi un terzo atto quasi inaspettato che alla fine ha vinto io indietro. Onde sta già iniziando a sembrare che sarà incoronato il film più polarizzante dell'anno del 2019.

Circa a metà del primo atto di Onde , avevo già il mio stupido tweet di reazione che si stava formando nella mia testa: qualcosa come, Spostati, Missione della visione , c'è un nuovo film sul wrestling del liceo in città. Col senno di poi ora sembra pazzesco che il primo atto di Onde è una storia piuttosto semplice e piuttosto interessante su un wrestler di una scuola superiore della Florida di nome Tyler (Kelvin Harrison Jr.) che ha The Big Meet in arrivo, ma anche un infortunio alla spalla piuttosto nodoso che gli è stato detto non migliorerà. Ma è The Big Meet, quindi Tyler decide di giocare attraverso il dolore nel tentativo di non deludere il suo prepotente, intenso, ma amorevole padre (Sterling K. Brown). Sì, ce n'è un po' Missione della visione qui dentro, ma invece di perdere peso incautamente, Tyler sta prendendo incautamente pillole per il dolore nel tentativo di superare la stagione.



Onde poi va in una direzione piuttosto frustrante. Sì, sto abusando della parola frustrante, ma non c'è modo migliore per descriverlo. Dopo quel primo atto ero dentro. Ero pronto per questo giro. Sono stato agganciato. Ma sia Tyler che il film stesso diventano piuttosto sciatti. A Tyler gli accadono una serie di brutti eventi che culminano in un atto (non lo rovinerò qui) che accade così rapidamente - e così sfacciatamente fuori dal personaggio fino a quel punto - che onestamente mi aspettavo quasi un titolo per è apparso sullo schermo che diceva, Presentato da SADD, ti ubriachi perdi e solo allora ti rendi conto che ho guardato un video etero spaventato per tutto questo tempo. Tutto fino a Quello momento era stato così meticolosamente organizzato che mi sono sentito un po' tradito.

Dopo il brutto evento, non è tanto che il film tolga il tappeto da sotto lo spettatore, quanto un tappeto nuovo e migliore al suo posto. Il film quindi devia completamente la sua attenzione su un nuovo personaggio principale – la sorella di Tyler, Emily (Taylor Russell) – poiché deve riprendere la sua vita e vivere con le conseguenze di qualcosa che non ha nemmeno fatto. Alla fine Emily inizia a passare sempre più tempo con Luke – Lucas Hedges in piena modalità ridacchiante; distribuendo lecca lecca e scherzando - e per quanto mi riguarda non riesco a decidere se mi piace davvero Luke, o se avere questa risata intorno è solo un antidoto per quello che avevamo visto in precedenza nel film.

Sì, sì, alla fine questo film mi ha preso. Alla fine ero un idiota piagnucoloso, ma solo perché il film devia in una sottotrama di un genitore morente dell'ultimo minuto e, francamente, non me la cavo ancora molto bene con quelli. È strano uscire da un film così emotivo e sentirsi ancora, non so... frustrato. (Eccola di nuovo.)

come essere gay pagando?

Aspetto, Onde mostra alcuni film brillanti. È bello da vedere. Il lavoro di ripresa è intenso, al limite del pure intenso a volte, ma apprezzo ciò che è stato fatto qui. Di nuovo, è un film affascinante. Non ho smesso di pensarci da quando l'ho visto, e in un mondo di media sempre più usa e getta, questa sta diventando una virtù rara. Vorrei potermi sedere con Onde per alcune settimane prima di scriverne, perché sospetto che tra un paio di mesi guarderò indietro a tutto ciò che ho appena scritto e avrò una sensazione completamente diversa per tutto. Ma, ahimè, non sono stato mandato qui a Toronto per sedermi su un molo con la mia sensazione per due mesi prima di iniziare a lavorare. Ma, in questo momento, sembra che l'inquadratura sia stata preparata per qualcosa di speciale, ma ha un difetto prominente proprio nel mezzo: questo grande globo abbagliante su una tela altrimenti incontaminata. Ma, alla fine, sono ancora affascinato dal motivo per cui quel glob è lì.

Puoi contattare Mike Ryan direttamente su Twitter.