I migliori chef finalisti Brooke Williamson e Shirley Chung svelano i segreti più oscuri di Food TV

I migliori chef finalisti Brooke Williamson e Shirley Chung svelano i segreti più oscuri di Food TV

Il finale di stagione di Chef di punta: Charleston va in onda stasera — pitting chef Shirley Chung e lo chef Brooke Williamson . In molti modi, è una battaglia di opposti. Brooke è cresciuta a Los Angeles, dice che sapeva di voler diventare una chef all'età di sei anni, stava già lavorando per raggiungere quell'obiettivo sin dalla prima adolescenza e ha ricevuto tutta la sua formazione sul lavoro. Shirley, che è cresciuta a Pechino, è arrivata negli Stati Uniti all'età di 17 anni per andare al college, poi ha lavorato nella Silicon Valley per alcuni anni, prima di lasciare la scuola di cucina quando aveva 28 anni.

Sarebbe facile posizionarlo come una sorta di resa dei conti di Rocky IV, ma il fatto che Top Chef non sia così sbalordito e sovrapprodotto come praticamente ogni altra competizione di cucina in televisione è probabilmente una parte importante di cui lo guardo ancora dopo 11 anni. Penso anche che dopo 10 o 20 anni di consumo di teste di cazzo di reality show siamo arrivati ​​a un punto in cui non tutti gli spettacoli hanno bisogno di un cattivo, e in effetti è piacevole quando puoi guardare uno spettacolo o un film in cui c'è conflitto, ma non è perché una delle persone è insopportabile.



Il che fa parte del motivo per cui non è deludente parlare con Brooke e Shirley e rendersi conto che sembrano sinceramente piacersi l'un l'altro. Sono sicuro che sono entrambi molto competitivi e vogliono vincere, ma hanno trascorso abbastanza ore insieme da diventare quasi un duo comico, finendo le frasi a vicenda e prendendosi in giro in egual misura. Ho parlato con loro per telefono ieri, in una chat che è stata tanto rivelatrice quanto on-brand, con Brooke che ha persino rimproverato Shirley per aver parlato troppo ad alta voce a un certo punto.



Quindi, quanto è equo un test Top Chef delle abilità di chef del mondo reale?

Brooke: Non è giusto. Sono mondi completamente separati, e penso Top Chef la competizione è... tu inizi.

Shirley: Quando siamo in competizione, è molto diverso, lo scenario, il tempo, come se non cercheremo mai di creare un piatto nella vita reale entro sei minuti e poi metterlo su un menu. Tanto che, in un vero ristorante, ogni singolo piatto che produciamo è sempre stato testato, e poi riassaggiato. Ma in Top Chef, devi solo andare con il tuo istinto, e poi essere il meglio che puoi cucinare quel giorno, e poi preparare un piatto e augurare il meglio.

Brooke: Sì, penso che ci sia un insieme di abilità che si trasferisce dalla vita reale a Top Chef , e viceversa. Ma, non penso che tu possa paragonare i due, affatto.

Se potessi cambiare qualcosa per renderlo più realistico - virgolette, non virgolette - quale sarebbe?

Shirley: Più tempo (ride).

Brooke: In termini di realizzazione Top Chef più realistico, in termini di vita reale?

Sì, in termini di cose reali che fai, giorno per giorno, come chef.

Shirley: Ma allora non sarebbe una competizione (ride).

Brooke: Sì, direi tempo. Neanche il tempo di cucinare, davvero, ma di più–

Shirley: Pianificazione.

Brooke: Pianificazione. Ma, sai, immagino che sia questo lo spettacolo. Mette alla prova la tua capacità di pensare al volo. E a volte puoi farlo, e a volte è davvero difficile.

Quale pensi sia stata la sfida meno giusta?

Brooke: Penso che il brunch fosse, per me, e so che ti è piaciuto quello, Shirley.

Shirley: Ah, va bene.

Brooke: Brunch per me, mi sentivo come i limiti di tempo, sai... Eravamo a pochi minuti da Whole Foods quando ci è stata data la sfida, e a volte, sai, hai un'ora in macchina per apprezzare, tipo di sederti e stufare con le tue idee Ma era come pensare a qualcosa, fare acquisti, eseguire ed ecco due ore per cucinare per cento persone. Quindi, sì, mi è sembrato davvero affrettato e non così giusto per me.

cosa ha ispirato maya angelou a scrivere

Shirley: Penso che per me sia probabilmente il probably Modello di sfida .

Brooke: Ho adorato quello spettacolo.

Shirley: Lo so. Perché, immagino, è il non avere familiarità con la cucina, e poi la cattiva comunicazione, pensare che ci sia una tale attrezzatura, ma poi entri in cucina e non c'è. Quindi, mi ha davvero deluso, e con tutto il resto. Ed era così caldo. E preparare un cocktail e cucinare per... sai, come ogni cosa, succedono così tante cose. Quindi penso che sia stata una delle mie sfide meno preferite, ma adoro la posizione e ci siamo trovati davvero bene. Mi sono divertito a bere i cocktail preparati da Brooke. Abbiamo finito un sacco di tequila quel giorno.

Brooke: Abbiamo bevuto molta tequila.

Shirley: Il tavolo dei giudici non era lungo, quindi abbiamo bevuto molto.

Ok, allora qual era la tua sfida preferita?

Brooke: La sfida dei biscotti è stata divertente. Mi è piaciuto molto anche il test del gusto alla cieca, perché uno, non dovevamo correre in giro come piccoli polli, cercando di cucinare qualcosa. Ma in realtà è stato molto divertente, e ho fatto bene a farlo.

Shirley: Penso che la mia sfida preferita, anche se non ho vinto, sia stata quella di Charleston. Mi sono davvero emozionato, ma è solo che il piatto che ho creato mi è sembrato molto legato e in quel momento mi sono sentito estremamente ispirato, e sono cresciuto come chef, e ho davvero pensato, questo è quello che faccio , qualcosa di molto profondo, qualcosa dal mio cuore, per il ricordo di mia nonna.

Chi è il tuo giudice preferito e perché?

Brooke: Non so di averne uno. Mi sembra che siano tutti un po'...

Shirley Chung: Padma e Tom sono entrambi così giusti...

Brooke: Amo Gail. Mi sento come -

Shirley: Oh, sì, è vero.

Brooke: Gail è come la mano calmante, anche se non mi sembra che sia sempre stata molto amorevole con me davanti alla telecamera. La amo solo come persona. E penso che sia una persona davvero onesta e bella. Anche io amo Tom. E Padma. Sento che sono davvero tutti molto ben informati e hanno commenti davvero validi.

Cosa pensi che renda Top Chef diverso da altri programmi di cucina?

Brooke: Penso che sia legittimamente lo spettacolo di competizione più reale là fuori. Penso che sia -

Shirley: Niente è stato messo in scena.

Brooke: Sì, non è una messa in scena. Non è eccessivamente prodotto, non è... Sono persone reali che fanno cose reali. E penso che siano rimasti davvero fedeli a questo.

Shirley: Sì, e penso anche che facciano un ottimo lavoro nel lanciare il calibro degli chef. Quando gareggiamo, è davvero giusto ed è davvero divertente.

Brooke: Sì, e penso che il fatto che sia uno spettacolo così rispettato e buono, siano in grado di convincere un calibro di chef a lasciare le loro vite e far parte di qualcosa di cui sono terrorizzati. È affascinante come siano in grado di farlo. (entrambi ridono)

Shirley: Penso, nel complesso, Top Chef , la reputazione nel nostro settore è enorme.

Guardi altri programmi di cucina? Qual è il tuo non preferito Top Chef spettacolo di cucina?

Brooke: Mi piacciono i documentari di cucina. Non guardo molte gare.

Shirley: (cercando) Chef…

Brooke: La tavola dello chef.

Shirley: Sì!

Brooke: direi La tavola dello chef è probabilmente il mio preferito. Solo visivamente splendidamente girato, stimolante.

Shirley: Sì. Anche io. Mi piace decisamente di più la storia, più di ogni altra cosa, perché ti mostra come pensano gli altri chef e come creano. Quindi sono decisamente attratto da questo, da quel tipo di spettacolo, molto di più.

Cosa pensi che sia la tua timoneria? Che tipo di sfida ti darebbe un vantaggio sleale?

Brooke: (a Shirley) Probabilmente lo sai meglio di me.

Shirley: Beh, [diciamo] che è una sfida fare gnocchi, o fare panini, o fare bao. Sai, è molto tecnico ed è cinese, quindi penso di avere un grande vantaggio, perché questo è quello che faccio. E non è solo che lo faccio in una cucina professionale. Questo è in realtà qualcosa che sto facendo fin da quando ero piccolo, quindi penso che sia ingiusto.

Brooke: Sì, non lo so. Cucino da molto tempo, quindi mi sembra di conoscere molto bene gli ingredienti. Shirley ha cercato di buttarmi fuori Top Chef duello lanciando il mio geoduck, immaginando che non saprei come usarlo. Non pensare al fatto che ero su Top Chef Seattle (ride).

Shirley: No, volevo solo mangiare il geoduck quel giorno.

Brooke: Va tutto bene.

Shirley: Non ho letteralmente pensato a quella sfida, mi dispiace.

Brooke: Ho riflettuto sulla sfida in cui ti ho chiesto di cucinare.

Shirley: Sì, ma poi, Brooke, penso anche che come pasticciera tu abbia molta familiarità con il lato della pasticceria, molto di più.

Brooke: Ho iniziato la mia carriera, per un anno buono, in una pasticceria e ho avviato alcune pasticcerie, quindi mi sembra di conoscere abbastanza bene il lato dolce, che non è una cosa molto comune.

Quindi, per Shirley, cosa pensi sia diverso della cultura del cibo qui, rispetto alla cultura del cibo in Cina, dove sei cresciuta?

Shirley: Penso che in Cina, nel complesso, si cena fuori molto di più, perché i ristoranti sono molto più abbordabili, in un certo senso. Vedete, in Asia a tutti piace uscire e mangiare. E c'è molto cibo da strada, molti venditori ambulanti, venditori ambulanti, molto cibo da strada, molto abbordabile, che le persone possono mangiare, dalla colazione alla cena a tarda notte, cinque pasti al giorno. Rispetto agli Stati Uniti, non lo vedi tanto. Penso che questa sia una delle principali differenze. E inoltre, l'America è più simile a un crogiolo. Vedi una cultura molto diversa, una cucina molto più diversa, mentre in Cina domina ancora, la maggioranza cinese–

Brooke: Shirley, stai urlando.

Lucy Liu Kill Bill 1

Shirley: Sono stanca. (entrambi ridono) Mi stai seriamente facendo questo di nuovo? (ride)

Questo siete voi che rimanete davvero sul marchio. Grazie. Quindi quanto ti piace essere un personaggio pubblico, e quanto è solo un peso che devi sopportare per poter continuare a fare quello che stai facendo?

Brooke: Penso che sarebbe davvero arrogante dire che è un peso.

Shirley: No, non è un peso.

Brooke: Penso che sia stato meraviglioso per gli affari, è stato meraviglioso per le nostre carriere. Sono più che felice di fare una foto con qualcuno che sta letteralmente mostrando il suo sostegno per tutto ciò che ha imparato su di me, e chi se ne frega di me? (entrambi ridono) È lusinghiero, è meraviglioso, e sono i miei ristoranti che sono occupati, quindi apprezzo tutto questo.

Shirley: Sì, totalmente, al 100%. Sono d'accordo con questo.

Quanto è grande il rischio per lo show? Qual era lo scenario peggiore che temevi, prima di accettarlo?

Shirley: Penso che [uscire] al primo turno.

Brooke: Sì, ma penso davvero che la paura più grande sia essere eliminati per primi, secondi o terzi. (entrambi ridono) Voglio dire, onestamente, essere eliminato così presto nel gioco, non penso che faccia molto per la tua carriera. Non penso che faccia molto per gli affari, se sei nello show solo per un paio di episodi. Ma ti mancano ancora dalle cinque alle sette settimane della tua vita. E per me, questo significa che mi manca tempo con mio figlio. Mi manca tempo al mio ristorante. Quindi, penso che, oltre a voler vincere, onestamente voglio solo che ne valga la pena.

Come funziona, quando riesci a prenderti così tanto tempo lontano dal lavoro? Ad esempio, devi essere in una certa fase della tua carriera per poterlo fare?

Shirley: Sì. Fidati della tua squadra.

Visualizza questo post su Instagram

Ramen per il tardo pranzo ….. abbiamo anche finito 3 ordini di panini. Perché mangio sempre così tanto quando sono a New York? #comfortfood #ramen #noodles #topchef #PR #NYC

Un post condiviso da Shirley Chung (@chfshirleychung) il 1 marzo 2017 alle 15:13 PST

Brooke: Fidati del tuo team, ma comprendi anche l'importanza di ciò che stai facendo e affrontalo con grande motivazione e sicurezza. Sono abbastanza fortunato da lavorare con mio marito, che è stato in grado di essere un padre single per sette settimane e prendersi cura del lavoro, ed è stato questo supereroe che ha permesso che ciò accadesse per me.

Ma, sì, penso che sia difficile per le persone che non possiedono il proprio ristorante, che fondamentalmente chiedono ai loro capi...

Shirley: –tempo di vacanza.

Brooke: Principale ferie.

Shirley: E poi perdere lo stipendio per così tanto tempo è difficile da fare per un povero chef.

Brooke: E, come capo, penso che, per quanto sostenga chiunque nel mio staff lo faccia, a meno che non lo facciano davvero bene, non farà nulla per me. E in generale, quando le persone fanno davvero bene nello show, è fantastico per gli affari, ma finiscono per andarsene e fare le proprie cose. Quindi, penso che sia una specie di spada a doppio taglio per i proprietari.

Shirley: Un sacco di volte, facendo Top Chef è sicuramente una questione di tempismo. O possiedi il tuo ristorante, o... La prima volta, stavo appena lasciando Las Vegas, e il tempismo era perfetto. Sto tornando in California, quindi mi dicono, ti piacerebbe farlo? Ero tipo, sì. Ma prima di ciò, Top Chef mi ha inseguito qualche anno fa, e sono diventato Executive Chef. La mia prima posizione di Executive Chef, l'apertura di un ristorante nuovo di zecca, quindi non c'era modo di farlo.

Brooke: Ho parlato con Top Chef per tipo, quattro anni di fila, prima che finissi per farlo davvero. E la prima volta che ho avuto un bambino di sei mesi, e non me ne sarei andato. E la seconda volta, avevo appena aperto un ristorante. La terza volta, avevo appena aperto un ristorante. E poi, finalmente, ero in un posto in cui ero, tipo, sai cosa, è ora o mai più. Ho solo intenzione di immergermi in esso.


Pensi che avere tutto questo cucinare in televisione ora renda più difficile o più facile essere uno chef.

Brooke: Dipende dalla tua definizione di chef. (entrambi ridono) Penso che ci siano molte persone che pensano che sia molto più affascinante di quanto non sia in realtà, che non sentono il bisogno di lavorare duro come fanno.

Shirley: Lo fanno.

Brooke: Sono così grata di aver avuto così tanti anni di esperienza nella ristorazione e di aver vissuto una carriera completa nel ristorante prima ancora di provare a fare TV. Perché penso che ti renda un tipo diverso di chef.

Shirley: Siamo chef, e poi io sono uno chef in TV. Non voglio essere una personalità.

guardalo per la trama

Siete entrambi piuttosto giovani, ma come pensate sia cambiato il settore da quando avete iniziato a cucinare?

Brooke: Penso che sia cambiato radicalmente. Cucino da molto tempo. Voglio dire, ho 38 anni, all'età di sei anni sapevo cosa volevo fare e ho iniziato da super, super giovane, a livello professionale. E come una ragazzina di 12 anni dire che volevo essere uno chef era una cosa inaudita. Sembrava ribelle, era come una follia.

Ora, penso che sia quasi la norma, ed è fantastico che i programmi di cucina abbiano ispirato molti talenti e abbiano ispirato i bambini a sentirsi come se potessero perseguire qualsiasi cosa, indipendentemente dal sesso, il che penso sia stato davvero meraviglioso. Ma è stato diluito un po' il pool di talenti, credo, perché penso che molte persone si mettano a cucinare ora perché vogliono essere quelle persone in TV. E penso che sia la ragione sbagliata.

Shirley: Voglio dire per me, non cucino da così tanto tempo. Sai, beh, ho cambiato carriera, quindi ho iniziato a cucinare a 28 anni. Ora ne ho 40, quindi sono un po' più di 12 anni ormai. E voglio dire che ho iniziato a cucinare all'inizio dell'esplosione di questa rete alimentare. Uno dei motivi che mi ha davvero spinto in avanti, come conoscere le culture americane guardando la TV sul cibo e imparando a conoscere il cibo. Quindi, diventare uno chef è davvero appagante, e poi ora guardo... Ci sono molte scuole di cucina a scopo di lucro, per un po' c'erano molte scuole di cucina a scopo di lucro.

Quindi, mi sento come se molti giovani chef non si rendessero conto che essere chef è davvero difficile. Non importa. Anche adesso siamo ristoratori, lavoriamo normalmente sei, sette giorni alla settimana, e poi lavoriamo dalle 10 alle 12 ore. Ora, c'è molta cultura di cui le persone non si rendono conto che hai ancora bisogno di costruire quelle basi. Tutti pensano che sia facile, puoi semplicemente diventare uno chef.

In quella nota, qualcuno vuole diventare uno chef, dici, vai a scuola di cucina. o no?

Brooke: Non ho frequentato la scuola di cucina. (entrambi ridono)

Shirley: In realtà ho parlato un po' di lavapiatti, la mia lavapiatti dalla scuola di cucina, perché capisco da dove vengono, e vogliono risparmiare un sacco di soldi per questo anno di scuola professionale di cucina, ma mi sento lavora per me e studia sotto di me, e lascia che li istruisca, probabilmente possono beneficiare molto di più che pagare un sacco di soldi e andare a scuola per cinque ore al giorno.

Brooke: Penso che l'esperienza della vita reale vada molto oltre l'educazione in un ambiente formale. Tuttavia, penso che tu debba davvero avere una base di motivazione e il desiderio e la passione di imparare, perché è davvero facile andare avanti nella tua giornata e fare il tuo lavoro. Ma, se non impari continuamente, e non diventi ispirato e leggi e istruisci te stesso, penso che finirai per perdere molte delle abilità commerciali fondamentali.

Shirley: Ma poi, per me, ho davvero apprezzato la mia esperienza nella scuola di cucina. Ho anche sentito, perché non avevo esperienza di ristorante prima, che sarebbe stato davvero difficile andare in qualsiasi ristorante e chiedere un lavoro e [farli essere come], cosa ci fai qui signora? Lanciarmi silicone addosso [ Nota: non sono sicuro al 100% di quello che Shirley stava dicendo qui, ma il trascrittore l'ha lasciato come se mi avesse lanciato del silicone e mi piace così tanto che lo sto lasciando ]. Ma poi, frequentando una scuola di cucina, apre le porte. E poi, allo stesso tempo, è quello che mi ha preparato per una cucina professionale.

Visualizza questo post su Instagram

Prima demo di una lunga giornata di #topchef finale day hype!!! Demo colazione... ho fatto crepes, @chfshirleychung ha fatto congee... come fuori dal personaggio

Un post condiviso da Brooke Williamson (@chefbrookew) il 2 marzo 2017 alle 9:13 PST

Chi pensi che si sia fregato di più nella loro eliminazione, in questa stagione?

Brooke: Jim.

Shirley: Sì, Jim e Casey. Sì, i due hanno sparato rapidamente in morte improvvisa. Oh, non è giusto.

Brooke: Quegli spari rapidi della morte improvvisa sono così rapidi e così sprezzanti, secondo me, che mi sento come...

Shirley: Non puoi davvero mostrare come cucini in 20 minuti.

Brooke: E non solo, ma non hai nemmeno un momento per mostrare di cosa sei capace. E, letteralmente, vieni giudicato su un piatto di 20 minuti, e poi ci vediamo dopo. Tipo, non hai nemmeno un tavolo dei giudici. Quei fuochi rapidi della morte improvvisa sono fondamentali, e sono così felice di non aver dovuto competere in uno di questi.

Shirley: Ehi, posso cambiare la mia risposta, per favore?

Visualizza questo post su Instagram

Non riesco a smettere di ridere quando parlo con questa ragazza #topchef #finale #pr #NYC #bravo

Un post condiviso da Shirley Chung (@chfshirleychung) il 1 marzo 2017 alle 9:47 PST

questo è il video del giorno


Sicuro.

Shirley: Parliamo della mia sfida meno preferita, ora come mi ha completamente ricordato, come credo di aver dimenticato ma la sfida dei gamberetti. Era quello che mi piaceva di meno

Gamberetti, ok.

Shirley: Sì, era cinetosi, ho vomitato, Brooke si è fatta male, e poi mi ha dato delle pillole, poi mi sono fatto davvero. Era davvero grandioso. Non avevo più la cinetosi.

Brooke: Ho una legittima paura del vomito, e ho dovuto guardare il vomito di Shirley.

Shirley: Gliel'ho detto, stavo letteralmente urlando, Brooke, scappa!

Brooke: Sono tipo, nel bel mezzo della pipì, e lei dice, Brooke, vattene da qui. E io ero tipo, cosa, non posso. I miei pantaloni sono intorno alle caviglie. Cosa sta succedendo? E lei è tipo, non importa, è troppo tardi. Chiudi le orecchie. Si.

Allora, chi pensi che sia stato più drogato in questa stagione? Tu, dal dramamine, o Sheldon dalla sua roba posteriore.

Brooke: Un diverso tipo di drogato.

Shirley: Sì.

Brooke: Ero su un sacco di dramamine e anche Xanax, da quella barca. (entrambi ridono) Eravamo spazienti e stanchi e...

Shirley: Caldo, bruciato dal sole, oh, ho la cacca di uccello addosso.

Brooke: Porta fortuna, ecco perché...

Shirley: Sì, sì. E poi c'è come un'ape che vola in giro, oh mio Dio -

Brooke: Qualcuno è stato punto.

Shirley: Sì.

Brooke: Anche questa è buona fortuna. Ha vinto.

Va bene, quindi non puoi votare per te stesso e non puoi votare per l'altro. Chi scegli come preferito dai fan?

Shirley: Voglio dire, andiamo, votiamo tutti per Sheldon.

Brooke: Sì, voglio dire, chi non voterebbe per Sheldon?

Shirley: Voglio dire, ci ha preparato il pranzo, per fare le valigie, da portare con noi.

Brooke: Ha affilato i miei coltelli, quando era annoiato. Voglio dire, si prenderebbe semplicemente cura di noi.

Visualizza questo post su Instagram

Divertente chi incontri là fuori. @fondazionebarba

Un post condiviso da Brooke Williamson (@chefbrookew) il 27 febbraio 2017 alle 14:56 PST

Quindi, quanto è fastidioso John nella vita reale, su una scala da uno a 10?

Brooke: Dirò onestamente che probabilmente ci sono state, non lo so, 10 o 12 occasioni in cui ho pensato a me stesso, ho chiuso. Non parlerò mai più con John. E poi, il giorno dopo sono tipo, Hey John, che succede? È uno strano, tipo... Ha questo strano potere. È, è come una relazione di amore-odio.

Shirley: È molto confuso.

Brooke: È molto prolisso nel dare consigli, ma non ho problemi reali con John.

Shirley: Non puoi prenderlo sul serio. E poi a volte diceva qualcosa. Il secondo successivo diceva di non averlo detto, quindi abbiamo imparato ad amarlo in quel modo,

Quindi lo spettacolo sembrava provare a posizionare Emily come la ragazza con il cattivo atteggiamento. Ma non sono sicuro che sia davvero venuto fuori, come spettatore. C'era qualcosa che ci siamo persi? Sembrava che lo spettacolo stesse cercando di venderla come la ragazza con il cattivo atteggiamento, ma non sono sicuro che abbiamo effettivamente visto un sacco di prove per questo.

Brooke: Non lo so. Penso che lei stessa direbbe che era totalmente fuori dal suo elemento, a disagio e terrorizzata. E penso che si sia mostrato, non solo al pubblico, ma a tutti noi. E penso che in un certo senso ci abbia esclusi, all'inizio, e non volesse partecipare alle amicizie e, sai, era molto evidente. Ma ora siamo tutti -

Shirley: Sì, siamo tutti molto legati.

Brooke: Adoriamo Emily. Non abbiamo niente contro Emily. Penso che, sai, le circostanze siano davvero difficili per alcune persone, e quella non era la sua timoneria.

Shirley: Ma, dopo che siamo stati insieme a Restaurant Wars, lei era tipo...

Brooke: Sì, è stata fantastica. Era una giocatrice di squadra totale.

Sembra che più successo ottengono gli chef, minore è l'effettiva cucina fisica che fanno. È difficile per te? È un sollievo?

Shirley: Ecco perché lo facciamo Top Chef . Perché cucina sempre.

Brooke: Sì, onestamente, lo sto facendo Top Chef è così meraviglioso, nel senso che ci concentriamo solo sul cibo e non facciamo nient'altro. Voglio essere in linea ogni notte della mia vita? No, voglio essere a casa per poter mettere a letto mio figlio una volta ogni tanto.

Penso che quello che ho imparato è che non mi allontanerò mai dall'aspetto alimentare, perché lo amo ed è per questo che sono entrato in questo business. Ma, allo stesso tempo, voglio anche godermi la vita. E penso che sia difficile bilanciare questo.

Shirley: Sì, sto facendo del mio meglio per bilanciare anche quella vita. Ma mi piace molto cucinare. Se non cucino al ristorante, cucino comunque a casa. Penso che cucinare mi calmi. Questo è quello che scelgo. Non voglio andarmene, ma allo stesso tempo, ora che devo gestire un'impresa, è molto diverso, quindi devo esaminare ogni aspetto dell'attività, ma alla fine devo ancora metterlo in relazione, e questo è ancora quello che facciamo principalmente.

Brooke: Quando l'ho fatto Il miglior chef di Seattle , non ero in linea da un po'. Gestisco ristoranti da diversi anni ed ero diventato un po' troppo lontano dalla cucina. Penso. e Top Chef mi ha davvero rimesso nel fuoco in cucina ed è diventato davvero fonte di ispirazione.

Shirley: Sì, sicuramente. penso di essere Top Chef la prima volta, è la prima volta che ho davvero la mia voce, io e Brooke ci siamo incontrati Duello tra i migliori chef s, e poi guarda la crescita tra me e lei è Jurassic. Quindi, penso davvero che Top Chef ci ha davvero ispirato. E anche riorientarci.

Brooke: Giurassico o drastico?

Shirley: Drastico.

Brooke: Perché mi piace Jurassic.

Shirley: Jurassic Park . Puoi scrivere Jurassic, va bene, è molto popolare, va tutto bene.

geisha fantasma in una conchiglia

Visualizza questo post su Instagram

Mi emoziono sempre molto per la mini frutta e verdura. Non è questo baby mango il più carino?? #cali #La #spring #topchef #cutefruit #minimango #sunday

Un post condiviso da Shirley Chung (@chfshirleychung) il 12 febbraio 2017 alle 15:33 PST


È preistorico, è primordiale. Sì, Giurassico. Mi piace. Va bene, quindi ultima domanda. Con cosa ti minacciano per impedirti di rivelare il vincitore?

Brooke: (all'addetto stampa) Non lo so, Becca, con cosa hai appena minacciato?

Pubblicista: Direi solo che hanno accordi di riservatezza.

Brooke: E rendono incredibilmente poco attraente dirti la risposta. (ridacchia) Anche postando qualcosa sui social media il giorno dopo che l'episodio è andato in onda, ho ricevuto così tante critiche per averlo rovinato. Voglio dire, in un certo senso, penso che forse non dovresti guardare i miei social media se non vuoi conoscere la risposta. Allo stesso tempo, in genere aspetto un paio di giorni, perché voglio che le persone ottengano la vera esperienza e la sorpresa.

Per esperienza personale, non far incazzare la gestapo senza spoiler, perché vogliono leggere tutto su Internet, ma per qualche motivo non possono sopportare che tu rovini un punto della trama.

Brooke: Esatto, perché stai leggendo Twitter se non vuoi conoscere la risposta.

Shirley: Oppure, se sei un grande fan, perché non lo guardi subito?

Grazie mille, ragazzi. Qualche pensiero finale che vuoi aggiungere prima che ti lasci andare?

Brooke: No, sto morendo di fame. (entrambi ridono)

Shirley: Stiamo mangiando ramen.

Visualizza questo post su Instagram

Pausa pranzo ✨

Un post condiviso da Brooke Williamson (@chefbrookew) il 1 marzo 2017 alle 12:09 PST