Perché un meme potrebbe presto costarti $ 30.000

Perché un meme potrebbe presto costarti $ 30.000

Ricordi i giorni semplici? Quando pubblicare un brutto meme ti costa solo pochi follower? Presto, potrebbe costarti fino a $ 30.000 (quindi circa £ 23.328) ... cioè, se vivi in ​​America e se strappi accidentalmente l'immagine di qualcun altro.

come rendere la masturbazione più divertente

La scorsa settimana, la Camera dei Rappresentanti degli Stati Uniti ha votato sì su un provvedimento per aprire un nuovo canale di rivendicazioni di modesta entità che consentirebbe ad artisti, fotografi e creativi di presentare istanza di violazione del copyright sulle immagini che hanno prodotto, che sono state poi utilizzate senza il loro permesso.

Intitolato in modo accattivante il Alternativa al copyright nell'applicazione delle controversie di modesta entità (CASE) Ac t, ma diventando rapidamente nota come legge anti-meme, la nuova legislazione deve passare attraverso il Senato prima di essere completamente approvata. In tal caso, dovrai stare molto più attento a ciò che condividi online. Ecco cosa devi sapere ...

PERCHÉ NON ESISTE PRIMA?

Bene, in realtà, puoi già citare in giudizio per violazione del copyright se la tua immagine è stata sottratta. Tuttavia, il costo di intraprendere un'azione legale in America spesso scoraggia le persone, perché potrebbe superare i danni che verrebbero ricompensati se vincessi.

Questa nuova legge, CASE, renderebbe più conveniente per i creatori agire perché porterebbe alla creazione di uno specifico Copyright Claims Board all'interno del Copyright Office degli Stati Uniti, essenzialmente un tribunale per le controversie di modesta entità che si occuperebbe di questi casi in un costo inferiore, invece di richiedere a coloro che intendono fare causa a portare il loro caso alla Corte Federale.

Esiste anche una legge simile in Europa, approvata lo scorso anno. Nel settembre 2018 è stata approvata la direttiva sul copyright dell'UE, con l'articolo 13 che tecnicamente richiedeva a YouTube e Twitter di filtrare automaticamente qualsiasi contenuto protetto da copyright. Alcune persone temevano che questo avrebbe posto fine ai meme e ai video musicali parodia - quindi, la maggior parte di ciò che amiamo di Internet - ma per fortuna, più di un anno dopo, sembra che non sia successo.

PERCHÉ AVEREBBE BISOGNO DI QUESTA LEGGE ANTI-MEME?

Per proteggere gli artisti che hanno bisogno di possedere il proprio lavoro per guadagnarsi da vivere e dare loro il controllo di dove vengono condivise le loro immagini. Esperti Richiesta che mentre la legge potrebbe essere utilizzata per le immagini riappropriate nei meme, è piuttosto improbabile: c'è un test a quattro fattori per vedere se qualcosa viola il copyright, incluso se il danno è causato, se il lavoro è stato trasformato da un nuovo elemento, se l'uso influisce sul valore di mercato del lavoro e sul contesto, ad esempio viene utilizzato a scopo di lucro?

È raro che un meme soddisfi tutti questi criteri, ma i meme e le immagini appropriate spesso viaggiano oltre Instagram o Tumblr. Prendi il caso di Amanda Kirk, un'artista il cui grazioso pisolino tutto il giorno, dormi tutta la notte, la festa senza mai bradipo, l'illustrazione si è trasformata in magliette che sono state vendute in tutta Redbubble senza il suo permesso. La nuova legge sarebbe utile in quanto proteggerebbe qualcuno come lei, senza che le costi un secchio per agire.

COSA C'È DI SBAGLIATO NELLA LEGGE?

Bene, oltre a risucchiare il divertimento dalla nostra esperienza su Instagram e potenzialmente minacciare di portarci via l'unica cosa che ci fa superare un mercoledì mattina (come Area 51 e Sono Baby meme) i critici temono che la nuova legislazione possa essere sfruttata dai troll del copyright. UN Gizmodo rapporto cita Meredith Rose, consulente legale per il gruppo di difesa di Internet aperto Public Knowledge, esprimendo la preoccupazione che le persone normali che condividono immagini e non sono a conoscenza delle regole possano essere prese di mira.

Tuttavia, dice Rose, il Senato probabilmente non approverà nemmeno il disegno di legge. Abbiamo sentito più preoccupazioni da parte del Senato e stiamo lavorando per vedere se possiamo creare una versione di questo disegno di legge che non crei effetti a catena.

Per ora, quindi, i tuoi meme potrebbero essere al sicuro.