Cosa dicono i meme dell'agente dell'FBI sulle ansie digitali della nostra generazione

Cosa dicono i meme dell'agente dell'FBI sulle ansie digitali della nostra generazione

La maggior parte di noi non ha praticamente mai vissuto la propria vita da adulti senza Internet. Ci ha influenzato in innumerevoli modi - alcuni buoni, altri molto cattivi - e nonostante non sappiamo davvero come sia un mondo senza di esso, continua a sorprenderci. Nella nostra serie Extremely Online, esploriamo le app, le tendenze, le sottoculture e tutte le altre cose strane che Internet continua a offrire.

La webcam del mio laptop è stata registrata intorno al 2015, quando quelle storie raccapriccianti hanno iniziato a circolare webcam compromesse scattare foto di vittime ignare e usarle per scoprirlo dove vivevano le persone . Ora sembra che abbiamo trovato un modo diverso per affrontare questa paura: i meme.

dov'è il museo di britney spears?

Il Meme dell'agente dell'FBI recentemente apparso su Twitter, sulla base della premessa che tutti siano monitorati individualmente da un agente dell'FBI assegnato personalmente. Un tweet da Shon Faye legge: Se mai incontrassi l'uomo dell'FBI che mi guarda attraverso la mia webcam, la prima cosa che gli chiederei è se prendo una trappola per la sete di successo rapidamente rispetto alle altre persone che sta monitorando. @ joeykaywho si chiede: l'agente dell'FBI che mi guarda attraverso la webcam mi vede piangere per Grey’s Anatomy o piange con me.

Ci sono migliaia di tweet in questo senso, la maggior parte dei quali immagina un agente dell'FBI che ci osserva mentre scatta dei selfie, scorre ossessivamente i nostri feed sui social media e guarda Netflix. È divertente perché è assurdo. Sappiamo che non c'è un uomo chiamato Gerald guardandoci attraverso la nostra webcam, dandoci consigli sugli appuntamenti o giudicare il nostro Ricerche su Google . Tuttavia, ci sono anche ansie più profonde dietro il meme dell'agente dell'FBI; negli Stati Uniti, le minacce alla neutralità della rete (un principio che fondamentalmente garantisce che tutti gli utenti di Internet abbiano uguale accesso a Internet indipendentemente da ciò per cui lo stanno utilizzando) hanno compromesso la sensazione che molti di noi una volta avevano che Internet fosse un spazio. La lotta contro la 'Carta di Snooper' del Regno Unito, che ha conferito al governo poteri di sorveglianza digitale di massa: leggere i tuoi testi, accedere alla cronologia di navigazione di Internet perché - continua. Questo senso di perdita di libertà è aggravato dalla crescente sensazione che ogni nostra mossa venga osservata dai social media, sia che si tratti di 'Snap Map' o nel sospettosamente accurato annunci mirati vedi su Facebook.

Vince Azada, 17 anni, gestisce @VINCHY, uno dei tanti account Twitter popolari per entrare nella barzelletta dell'agente dell'FBI. Sull'argomento di questo meme, dice: sì, il governo ci sta spiando, quindi perché non sfruttarlo al meglio e creare meme. Sebbene preoccupato per la sorveglianza del governo, aveva anche un atteggiamento piuttosto freddo nei confronti della prospettiva che la sua attività online venisse monitorata, ammettendo: l'unica cosa che vedranno da me sarà un sacco di selfie e un po ', uh, la cronologia del browser.

Questa sembra essere la sensazione travolgente dietro il meme dell'agente dell'FBI - anche se c'era qualcuno che osservava ogni tua mossa intima attraverso il tuo telefono o laptop, la prospettiva non sembra così lontana da un mondo in cui documentiamo già la maggior parte delle nostre vite su Facebook, Instagram, Snapchat e Twitter. L'agente dell'FBI è apparso in tweet su una serie di eventi attuali, incluso l'annuncio di nascita di Kylie Jenner, di cui @ imposta ha scritto: L'agente dell'FBI assegnato al computer di Kylie Jenner deve essere la persona più leale che abbia mai camminato sul pianeta. C'è la sensazione che questa (non così) sorveglianza immaginaria pervada ogni aspetto della vita quotidiana, compresa la cultura pop e le vite delle celebrità.

ti amo sceriffo truman

Detto questo, direttore esecutivo dell'organizzazione per i diritti digitali Open Rights Group , Jim Killock dice che, sebbene non dovremmo leggere troppo nei meme, possono solo fornire uno sguardo sul modo in cui un gruppo di persone si sente in un momento molto specifico. Killock afferma: non dovremmo sorprenderci che i giovani stiano prendendo in giro gli elementi distopici della cultura digitale, sia che si tratti dell'isolamento che può esistere accanto al nostro mondo iperconnesso, sia della banalità della sorveglianza onnipresente.

Il meme dell'agente dell'FBI è uno di una lunga serie di battute sull'URL su vari eventi attuali e sul rapporto in continua evoluzione che i giovani hanno con la loro presenza online. Potrebbe esserci un elemento di preoccupazione dietro il meme dell'agente dell'FBI, ma l'atto stesso di creare meme è di per sé confortante e riduce al minimo la fonte di ansia con cui è iniziato.

Griff Ferris, ricercatore legale per Orologio del Grande Fratello , afferma che gli amanti del meme dell'agente dell'FBI hanno una base nell'azione diretta della vita reale contro la sorveglianza statale: c'è potere e sensibilizzazione da raggiungere attraverso l'umorismo, ma ancora più importante, abbiamo bisogno che organizzazioni come la nostra continuino a portare sfide legali a queste pratiche autoritarie e impongono al governo di renderne conto.

L'idea che questo meme stia sensibilizzando su una vera minaccia è già diventata parte della narrativa del meme. @ uhh_elijah ha twittato la scorsa settimana un agente dell'FBI probabilmente ha avviato il meme dell'agente dell'FBI per valutare la nostra reazione a essere spiato e dal momento che siamo tutti molto tranquilli, probabilmente ci saranno presto assegnati agenti dell'FBI. L'ascesa del meme socialmente consapevole è un buon meccanismo di coping per i giovani che cercano di affrontare la tempesta di merda che è la politica e il nostro clima sociale roccioso nel 2018. Quindi divertiti - continua a fare meme, continua a protestare e ... forse registra il tuo webcam.