Rick Nielsen di Cheap Trick Recensioni Gli album più grandi di Cheap Trick

Rick Nielsen di Cheap Trick Recensioni Gli album più grandi di Cheap Trick

Cheap Trick è un'istituzione rock 'n' roll americana.

Formati a Rockford, nell'Illinois, nel 1973, sono stati raggruppati con i regnanti regnanti dell'arena rock quando sono andati multi-platino con il famoso album dal vivo, Trucco economico al Budokan, nel 1979. Ma la band ha sempre avuto un lato aspro e subdolamente sovversivo in agguato sotto il loro personaggio da cartone animato più grande della vita. Avrebbero potuto condividere un produttore con gli Aerosmith negli anni '70, ma i Cheap Trick si sentivano più vicini al punk. Scava a fondo nel loro catalogo e troverai canzoni su serial killer, suicidi, pedofili di mezza età, genitori che fumano erba e altre istantanee cupamente comiche dal ventre del centro America.



Il cantautore principale della band è il chitarrista Rick Nielsen, i cui abiti da palcoscenico e i cui trucchi consapevolmente ridicoli - le chitarre multi-manico, le dozzine e dozzine di plettri buttati via - sono completati da un senso dell'umorismo profondamente sarcastico e un'impareggiabile capacità di cronaca perversione suburbana. Le sue canzoni sono una grande ragione per cui Cheap Trick rimane un punto di riferimento comune per una vasta gamma di artisti che altrimenti non si unirebbero mai. Sono stati in tournée con i Queen e Guided By Voices, e sono stati coperti da Taylor Swift e Big Black. Ho visto personalmente Nielsen suonare la sua canzone distintiva, Surrender, in diverse occasioni sia con gli dei del grunge Pearl Jam che con i nuovi arrivati ​​emo The Get Up Kids. Come dice lo stesso Nielsen, siamo la quinta band preferita di molte persone.

Il 9 aprile i Cheap Trick pubblicheranno il loro ventesimo album, In un altro mondo. Prima di questo, ho chiesto a Nielsen di condividere i suoi pensieri su nove degli album più significativi della band. Come al solito, non si è trattenuto, parlando candidamente dei tanti alti e bassi della sua band.

Trucco economico (1977)

È uscito durante l'era della discoteca, che non era il nostro genere di musica. Ma, fortunatamente, [il produttore] Jack Douglas aveva sentito parlare di noi ed è venuto a trovarci. I suoi suoceri vivevano a Waukesha, nel Wisconsin, quindi aveva programmato di essere lì. Abbiamo fatto uno spettacolo al Sunset Bowl: era una pista da bowling e un posto in cui avevamo suonato diverse volte. È venuto lì e gli siamo piaciuti. Penso che abbia fatto una telefonata quella notte o la mattina dopo, e ha detto, devi firmare questi ragazzi. È tipo, ecco Jack Douglas, ha fatto gli Aerosmith, tutte queste belle cose!

Ci piaceva il punk. Ci sono piaciuti i Sex Pistols. Ma non abbiamo mai cercato di essere nessuno. Non abbiamo mai pensato, cerchiamo di essere come quei ragazzi, come fanno molte band. Cercano di essere quello che è il sapore del mese. Ed è tipo, non so quale mese abbiamo scelto.

Nel '76 siamo andati a New York e abbiamo iniziato a lavorare al Record Plant. Penso che abbiamo fatto qualcosa come 20 canzoni in sei, sette o otto giorni. Non sono sicuro di quanti giorni siano stati. Quindi, abbiamo dovuto ridurlo da quello che avevamo fatto. Quando abbiamo iniziato a fare la sequenza, era come se tutto dovesse essere lato uno e lato A, perché non avevamo alcun lato B o due. Questo è uno dei piccoli dettagli stupidi che sentivamo di noi stessi.

il quinto elemento costumista

Abbiamo dovuto cambiare alcuni titoli per passare l'autorizzazione. La ballata della violenza televisiva, quella era La ballata di Richard Speck. L'etichetta discografica era preoccupata che saremmo stati denunciati dai parenti di Richard Speck. [Ed. nota: Speck era un serial killer arrestato nel 1966. Morì nel 1991.] Tutto quello che stavamo facendo era raccontare una storia. Ma era come, beh, la violenza televisiva - pensavo che sarebbe stato qualcosa di cui la gente si sarebbe lamentata abbastanza presto. Se ci penso, è stata una scelta saggia.

Quindi, c'erano delle cose divertenti lì dentro. Quando abbiamo fatto quel disco, l'ho inviato a Tom [Petersson, il bassista dei Cheap Trick] e ho detto, dovrei avere un nome diverso per il cantautore lì dentro? Perché aveva Mandocello, e poi hai avuto The Ballad Of TV Violence. Era come se non potesse essere lo stesso ragazzo a farlo. Sembra che sia stato scritto da persone diverse. Ma è la stessa persona, solo un'emozione diversa per una canzone diversa.

La gente direbbe, beh, da dove prendi ispirazione? Ho detto, beh, forse L'investigatore nazionale . Metà è inverosimile e l'altra metà è probabilmente metà vera. Inoltre, mi è sempre piaciuta l'idea di un doppio e triplo senso. Non vuoi che significhi qualcosa dov'è Tutti significa. Tipo, la canzone Oh, Candy — Marshall Mintz era questo fotografo che avevamo che si è suicidato. Oh, Candy, perché l'hai fatto? Non ti sei infilato un ago in vena. Quindi, l'abbiamo trasformato in una canzone pop. Ma se dicessimo, Ehi, Marshall Mintz, cosa hai fatto? non avrebbe alcun senso. Quindi, ho cercato di trasformarlo in qualcos'altro.

A colori (1977)

Penso che abbiamo ottenuto una recensione abbastanza buona del primo disco, ma non ha venduto nulla. Nessuno sapeva chi fossimo, tranne alcuni dei nostri fan che erano venuti a vederci dal vivo. Stavamo costruendo un seguito piuttosto grande a Chicago, Milwaukee e nell'area dell'Iowa. Andavamo in macchina fino a Minot, nel Nord Dakota, e suonavamo al Dutch Mill, quattro o cinque set a notte, sette giorni di fila, e di solito non c'era nessuno. E ci dicevano di abbassare tutto il tempo, dopo ogni set. Lo abbasseresti? Sì, ok, lo faremo. Non l'abbiamo mai fatto. E stavamo suonando tutto il materiale originale.

Tom Werman, che era a capo dell'A&R di Epic, era anche un produttore dello staff. Stava facendo Ted Nugent e non so chi altro. È stato scelto per produrci, perché volevano una canzone più commerciale o altro. Abbiamo detto che ci piacevano i Sex Pistols e che lui odiava i Sex Pistols. Quindi, è come, uh-oh, siamo nei guai qui.

Registravamo e poi andavamo in tour mentre il disco era ancora fresco di vernice. Suonavo la mia ultima nota e salivo sull'autobus. Quindi, non abbiamo mai sentito i mix finali che erano sull'album vero e proprio. Werman ha messo delle cose lì, come il pianoforte Voglio che tu mi voglia, e non era il modo in cui lo suonavamo dal vivo. All'improvviso, è uscito e i dirigenti della casa discografica sono tutti felici. Invece di farci suonare come The Who, suonavamo come The Guess Who. E quel disco non ha venduto molto bene. Ma stavamo riprendendo un po'. Stavamo facendo dei buoni concerti, perché molte band, come Kiss e Queen, ci volevano.

Il paradiso stanotte (1978)

Il paradiso stanotte è stato il secondo album che abbiamo fatto con Tom Werman. Quando scrivo qualcosa, cerco di renderlo il migliore possibile. Ho pensato alle cose della mia vita. Mia madre non era nel WAC, il Corpo d'Armata delle Donne, ma avevo una zia che lo era. La linea di apertura, è come una linea rock 'n' roll, la mamma mi ha detto, sì, mi ha detto che avrei incontrato ragazze come te. Non andare laggiù. Quei ragazzi sono cattivi. Hanno coltelli.

Quindi, ho preso cose dalla mia vita e l'ho abbellita. A quel punto avevo 29 anni o qualcosa del genere, ed ero il ragazzo più vecchio della band. Sono ancora! Crescendo, ogni bambino che conoscevo, i loro genitori erano strani. Che fossero hippie, etero o matti religiosi o altro, ogni genitore è strano. Ehi, vuoi venire a casa mia? No, i tuoi genitori sono strani. Vuoi venire a casa mia? No, no, i tuoi genitori sono strani! Devi sapere come estendere la verità ai tuoi genitori. Devi ascoltarli, ma non sempre devi ascoltarli. Questa è resa: non tradirti. Non trasformarti in uno di loro.

Trucco economico al Budokan (1979)

Stavamo iniziando a ottenere una certa popolarità grazie al suonare con i Queen e i Kiss, i tour del '77. Quando abbiamo suonato con i Queen, abbiamo aperto due degli spettacoli a Milwaukee ea Madison. Penso che i Thin Lizzy avrebbero dovuto aprire per loro, ma sono contento che non l'abbiano fatto perché abbiamo avuto la possibilità di aprire per loro.

La stampa giapponese era lì per i Queen, perché lì erano enormi. Ma piacevamo anche alla stampa giapponese. Dopo lo spettacolo, mi hanno chiesto di scrivere un articolo, com'è andare in tour con i Queen. Sono così pieno di merda, scriverò qualsiasi cosa. Cosa so? Prendevamo in giro ogni band, e i Queen erano uno di loro. Ma non l'abbiamo fatto in quelle due notti.

Dopo aver scritto l'articolo, è uscito in Giappone e abbiamo iniziato a ricevere posta dai fan. E c'erano caricature di noi stessi nelle riviste giapponesi. Era un po' facile disegnare divertente. E poi abbiamo avuto un successo numero uno con L'orologio batte le dieci. Ed è come, solo in Giappone! Santo cielo, che posto fantastico. E poi abbiamo iniziato a ricevere sempre più posta dai fan. Non eravamo nemmeno stati lì. Ma pensavo che fossero il paese più intelligente della Terra.

Così, nel '78, intorno al Il paradiso stanotte record, siamo andati lì, ed è stato come la Beatlemania per noi. Adoravano Cheap Trick! Abbiamo volato in pullman da Chicago, e c'erano 5.000 bambini quando siamo atterrati. Ho pensato, chi diavolo c'è su questo aereo? Eravamo nel retro dell'aereo, scendevamo un po' tardi. Stavano in piedi in cima al terminale urlando, ed è come, Wow, accidenti, attento lì. Dopo aver passato la dogana, le persone della sicurezza ci hanno messo in questi taxi e tutti questi taxi ci hanno inseguito dall'aeroporto fino al nostro hotel. La gente urlava, appesa alle finestre. Era come, Wow, è fantastico.

A quel tempo, eravamo io e Tom in una stanza, e Bun E. e Rob nell'altra stanza. Allora condividevamo le stanze, ma era meglio degli Stati Uniti perché probabilmente avremmo condiviso una stanza per quattro persone invece di due più due.

Ogni spettacolo che abbiamo avuto è andato esaurito. Non sapevamo cosa fosse il Budokan. Il Budokan ci ha resi famosi, ma noi abbiamo reso famoso il Budokan. Penso che Robin abbia detto, Ecco una canzone dal nostro nuovo album, ed esso era.

Polizia dei sogni (1979)

Quello è stato l'ultimo album che abbiamo fatto con Tom Werman. Mi piaceva. Era fantastico. Sono amico della sua famiglia e dei suoi figli, ed è stato fantastico lavorare con lui. Era sempre incoraggiante. Ci piaceva più pesante, tutto qui. Quando avevamo la roba dell'orchestra su quel disco, sono andato ad aiutare a dirigere gli archi, perché Werman non si è nemmeno presentato per quella parte. I musicisti mi guarderebbero come, questo culetto saggio. Ma avevo ragione. Ho conosciuto la musica attraverso i miei genitori. Non che mi piacesse il loro tipo di musica, ma conoscevo solo una nota sbagliata da una nota giusta. Ma alcune delle orchestre potevano percepire che stavano ricevendo critiche da un ding-a-ling. Ma ancora una volta, non mi importava. Era la mia canzone.

Tutti sconvolti (1980)

Avevamo chiesto a George Martin di produrre il nostro disco. Lui e Geoff Emerick sono venuti a Madison, nel Wisconsin, in pieno inverno. Non posso credere che abbiamo avuto le palle di chiederglielo. Ma in realtà è venuto lì, durante una grande tempesta di neve, e ci ha visti a Madison, in una sala prove. Full Compass Studio, penso che lo fosse. E gli piaceva quello che stavamo facendo. Musicalmente, sapeva più di chiunque altro con cui avessi mai lavorato, e oltre a mio padre, era l'uomo più intelligente con cui ho lavorato. Sono diventato amico anche di lui.

Siamo di Rockford, Illinois, e ha lavorato con i Beatles. Gesù! Ma ha ascoltato le mie idee e penso che ci siamo trovati molto bene. Siamo stati una delle prime band a suonare agli AIR Studios di Montserrat, nelle Indie occidentali britanniche. È lo stesso posto nel video di The Police dove stanno saltando su e giù in studio . Dopo aver terminato le tracce di base, siamo volati a Londra, ed è stata la prima volta che abbiamo volato sul Concorde. Era come, noi lo siamo .

Quando eravamo tutti a Montserrat, nessuno riusciva a raggiungerci. Ho avuto mia moglie lì e i miei due figli, Erron e Miles, hanno entrambi imparato a nuotare lì. E Daxx era nella sua pancia in quel momento. Ma nessuno riusciva a parlare al telefono, tranne la moglie di Tom di Beverly Hills. Era una tale distrazione. Ha problemi con la nuova casa che avevano lì. Era come, concentrati su quello che stiamo facendo! Quindi, in realtà verso la fine, ho finito per suonare il basso Il bambino ama il rock. [Ed. nota: Petersson ha lasciato la band prima Tutti sconvolti è stato rilasciato, e in seguito si è unito di nuovo nel 1987.]

Abbiamo finito il giorno in cui è morto Bon Scott. Lo so perché eravamo grandi fan. Ho scritto un piccolo verso in L'amore arriva A-Tumblin' Down su Bon. E ho chiesto a George Martin di darci la sua voce. Spero di vivere più a lungo, aiutato dalla suprema forza curativa della musica. L'ho convinto a farlo e lui non voleva farlo. Ma dai, Giorgio! Sono tuo amico ora!

Più tardi, John Lennon stava cercando di ingrassare il suono per Doppia fantasia. Quindi, [su invito del produttore dell'album Jack Douglas] siamo entrati e abbiamo suonato Ti sto perdendo e sto andando avanti. Se ascolti le nostre versioni, al contrario delle versioni su Doppia fantasia , Doppia fantasia suona come una band lounge. Non ci andavamo bene, ma era come se loro volessero Quello suono. Ma John a un certo punto ha detto a Jack e Bun E., Dio, vorrei che lo avessimo avuto in 'Cold Turkey'. Clapton si è soffocato. Veramente. L'ho chiamato Giovanni. Bun E. lo chiamava Mr. Lennon.

giro di lusso (1987)

Ci sono dischi che a nessuno sono piaciuti dove c'è sempre qualcosa bene su di loro. Molto lavoro va in loro. Ricordo che una volta abbiamo finito un album e la casa discografica, prima che uscisse, mi ha detto, aspetta solo il prossimo disco. Che cosa?

È stato un brutto momento per me, perché avevo scritto il 99 percento del materiale. Ed ecco la casa discografica, il management e il produttore discografico che dicono tutti: Abbiamo bisogno che tu ottenga degli scrittori esterni. Oh grazie. Avevamo fatto delle cover. Ma era roba di nostra scelta. Ma ora volevano scrittori esterni. In un certo senso lo capisco, ma allo stesso tempo è come, per un cantautore, dire che dobbiamo coinvolgere altre persone, Uh Oh . Anche il chitarrista se ne andrà presto. Quindi, è stato duro. Nessuno ci ha difeso tranne noi.

The Flame è una canzone fantastica, e Robin la canta alla grande, e il mio assolo non è male. Va bene. Probabilmente più buono che cattivo su di esso. Ma il motivo per cui l'ho odiato, come dice la storia, è che era la decima canzone in cui la casa discografica e il produttore dicevano, devi registrarla. Abbiamo registrato circa 10 cose diverse. È come, perché non l'abbiamo fatto prima?

Come mi sono sentito riguardo alla scena musicale della fine degli anni '80? Uso sempre questa frase: non abbiamo mai fatto progressi. Non abbiamo mai cercato di essere qualcosa che non eravamo. È troppo difficile. È come cercare di ricordare la bugia. Ti svegli nel cuore della notte e all'improvviso hai un accento inglese.

Rockford (2006)

E 'stato divertente da fare. Quando entriamo e registriamo cose, le facciamo tutte dal vivo. Non credo che abbiamo mai fatto più di tre versioni di una canzone. Sappiamo cosa siamo e non stiamo cercando di fare qualcosa che non possiamo fare. Di solito quando scrivo canzoni, le faccio sempre in tonalità in cui non devo guardare il collo. Voglio guardare il pubblico. Chi vuole vedere un ragazzo che fa le tagliatelle laggiù, senza muoversi?

Sono un musicista. Dovrei essere povero. Ma il fatto è che abbiamo una carriera. Lavoriamo sempre. Noi sempre volere lavoro. Abbiamo continuato a farlo. Facciamo dischi per noi stessi, quindi se facciamo qualcosa di stupido, è colpa nostra. Dobbiamo aver accettato di fare qualcosa che non siamo noi. È come, Hey, siamo Cheap Trick. Siamo entusiasti che piacciamo a qualcuno. Siamo la quinta band preferita di molte persone. Se siamo in cima, è come, non ti piacciono i Led Zeppelin?

In un altro mondo (2021)

Più lo sento, più mi piace. Quando lo fai, non lo paragono a questo o quello, a meno che non sia un furto diretto a qualcuno o un furto diretto a noi stessi. L'abbiamo iniziato su Big Machine, e poi mentre lo facevamo, BMG lo voleva. Cos'è questo, le case discografiche che ci chiedono a gran voce? Siamo in giro da così tanto tempo, non saremo mai la prossima novità. Non sappiamo ballare. Perderemmo su idolo americano o uno di questi spettacoli. Non ce l'avremmo mai fatta. Ma ottengono ciò che facciamo. Non c'era nessuna interferenza.

Mi piace la roba rock. L'estate ti sta bene, è divertente. Mi piacciono i ragazzi e le ragazze e il rock'n'roll. Sono tutti diversi.

Penso che siamo rispettati perché non ci siamo mai arresi. Abbiamo fatto tutti gli errori che c'erano: abbiamo avuto successo, abbiamo avuto un fallimento, ma continuiamo ad andare avanti. Per me questo è successo, il fatto che abbiamo fatto 6.000 spettacoli e suonato sette sere a settimana, senza soldi, in posti orribili. Ma crediamo sempre in noi stessi.

In un altro mondo uscirà tramite BMG il 9 aprile. Scaricalo qui .