Rhea Perlman e la regista Kate Tsang sul loro film, 'Marvelous and the Black Hole'

Rhea Perlman e la regista Kate Tsang sul loro film, 'Marvelous and the Black Hole'

Uno dei primi film del Sundance che ha attirato la mia attenzione è stato Meraviglioso e il buco nero , certamente a causa del casting di Rhea Perlman, perché sembra una scelta ispirata. Perlman interpreta Margot, una sorta di maga e mentore, per Sammy (Miya Cech), un adolescente che sta attraversando un periodo difficile sia a scuola che a casa, ma ha preso in simpatia la magia.

La regista Kate Tsang ha scelto Perlman perché aveva bisogno di qualcuno che non fosse frizzante e morbido e, no, quando pensiamo a Perlman, specialmente ai personaggi che ha interpretato nel corso degli anni, quelle due parole non sembrano molto. In anticipo, Tsang e Perlman spiegano come questo successo del Sundance è venuto insieme. (Inoltre, non ho resistito a chiedere a Perlman una domanda su Saluti che mi chiedo dagli anni '80. In particolare, questo incidente molto strano quando un episodio di St. Altrove è stato girato il Saluti impostato. È solo la cosa più strana. Ad ogni modo, Perlman spiega cosa è successo in seguito.)



Come siete venuti insieme voi due? Vi conoscevate prima?

Rea Perlman: Beh, in realtà ho ricevuto una chiamata da un'amica comune, un regista con cui avevo lavorato, e lei ha detto: La mia amica Kate vuole che tu faccia il suo film. Fallo. E poi ho ricevuto il film inviatomi dai miei agenti, di punto in bianco, e l'ho adorato. Voglio dire, ho adorato la sceneggiatura. Mi piaceva l'idea di interpretare un mago e con questa ragazza come mia compagna. Beh, non il mio partner, ma sai cosa intendo. E non avevo incontrato Kate, ma l'ho vista breve che ha vinto molti premi e meritata. È così creativa. E poi ci siamo incontrati. Era così.

Cosa ti ha fatto decidere, oh, ci sto?

Perlman: Beh, è ​​una storia molto originale. È una storia di formazione. E si tratta di problemi che alcune persone hanno con i genitori e con l'agire con rabbia, frustrazione e autodistruzione. E i temi erano molto universali, ma i personaggi reali erano molto individuali. E, quindi, mi sono sentito come se avesse il potenziale per essere un film davvero commovente e meraviglioso. E spero che sia quello che la gente pensa che sia.

Kate, quando stavi facendo questo casting, perché hai pensato a Rhea Perlman?

Kate Tsang: Quindi, poiché Sammy è una sorta di adolescente chiuso e arrabbiato, sapevo che il personaggio che poteva arrivare a lei non poteva essere qualcuno frizzante e morbido. Dovevano parlare al suo livello. E Rhea è qualcuno che ha grinta . Ma anche calore. E quindi, sapevo che volevo davvero contattare Rhea con questo. E sono così, così felice che abbia detto di sì.

colla sui capelli per gli uomini

Rhea, hai qualche esperienza nella magia? Hai dovuto imparare questi trucchi o questa magia del film?

Perlman: dovevo imparare! Pensavo di sicuro, prima di incontrare Kate, che sarebbero state tutte le mani di qualcun altro. Sarebbe tutto sostituito da un vero mago e io sarei lì solo per la recitazione. Ma no, tutto doveva essere imparato. E ho avuto un tutor fantastico. E ora ho un rispetto incredibile per i maghi, che ho sempre amato la magia. Ma come pubblico, perché sono molto facile da ingannare. voglio dire, io veramente sono. E mi piace. Amo quella sensazione. Ma la quantità di lavoro necessaria per imparare qualsiasi trucco, qualsiasi trucco particolare, richiede incredibilmente tempo. E praticamente devono lavorarci tutto il giorno, ogni giorno della loro vita. E quindi solo imparare a nascondere una carta, o una palla, o qualsiasi altra cosa, anche per i bambini piccoli, è incredibile. Ma no, non conoscevo trucchi in anticipo.

Come stavi dicendo questo, in realtà mi è appena venuto in mente. Ma ora apprezzi di più gli episodi di Harry the Hat? Saluti ? Quando sarebbe arrivato Harry Anderson e avrebbe fatto quei trucchi?

Perlman: Io amato Harry Anderson. E sapevo che era un grande mago. Sì, quelli sono fantastici. In realtà dovrei tornare indietro e guardarne un paio.

Bene, ora puoi fare scherzi alle feste, se mai avremo feste di nuovo.

lisa occhio sinistro dr sebi

Perlman: [Ride] Dirò di sì, ma sono sicuro che non farò mai scherzi alle feste. Ma si , Farò qualche trucco alla prossima festa.

Kate, questo film doveva essere presentato in anteprima al Tribeca Film Festival, e poi il mondo intero è crollato e ora sei al Sundance? Ho questo diritto?

Tsang: Quindi il mio produttore, Carolyn Mao ed io, siamo stati i vincitori di questa incredibile borsa di studio del Tribeca Film Institute. E parte di questo fantastico premio è che hai un anno per fare il tuo film. E alla fine debutta al Tribeca Film Festival. Ed eravamo sulla buona strada, cercando di finire il nostro film, affrettandoci a finirlo in tempo per la premiere, quando tutto si è fermato. Quindi la prima è stata annullata. E, naturalmente, è stato molto deludente, ma ci ha dato il tempo di perfezionare il nostro film e prenderci un po' più di tempo con esso. Quindi entrare al Sundance è sicuramente il lato positivo di quello che è successo.

Parti di questa storia sono dovute a cose che ti sono successe?

Tsang: Sì, questa storia è stata ispirata dal mio rapporto con mio nonno che cresceva. I miei genitori hanno divorziato e io sono stato rimbalzato avanti e indietro tra le loro case nel nord della California e Hong Kong. Ed ero un ragazzo molto depresso e isolato. E quando ero nel nord della California, mio ​​nonno venne a crescermi. E poteva vedere che stavo davvero lottando. E mi ha contattato. È diventato l'ancora di salvezza di cui avevo bisogno, il confidente di cui avevo bisogno, il mio amico. E ho anche avuto molti problemi di sonno. Ho avuto l'insonnia. E avrei gli incubi quando mi addormentavo. Così mi raccontava le favole della buonanotte. E fu solo in seguito che mi resi conto che queste storie che mi raccontava erano in realtà le sue orribili esperienze con l'occupazione giapponese di Hong Kong che aveva trasformato in queste fiabe catartiche. Così mi ha insegnato il potere di incanalare il dolore in qualcosa di bello o potente. Ed è la stessa lezione che Margot insegna a Sammy.

Miya sapeva chi era Rhea? Tipo, oh, sei uno degli attori più famosi che sia mai stato in televisione?

Perlman : Non ho mai avuto quella sensazione, come se fossi una grande celebrità per lei o qualcosa del genere. Ma mi sentivo molto legato a lei, da giovane. Mi sembrava che fosse molto aperta e incredibilmente professionale e anche pronta a divertirsi. Era facile uscire con lei. Sua madre veniva con lei sul set ea casa mia, quando per la prima volta facevamo pratica di magia insieme. Ed è stata anche bravissima. L'amavo. La amo. Si. Penso di essere molto vicino alla mia famiglia e penso che lo sia anche lei, anche se lavora lontano da loro, qualche volta, o molto tempo. Penso che la famiglia sia importante per lei. Ed è molto importante per me e ha funzionato alla grande.

Cosa avete fatto per divertirvi?

Perlman: Come un bambino, vuole fare cose stupide come scherzare con i cani. E quando stavamo imparando a lanciare coriandoli in aria, in un certo modo, era come, sì, questa è la parte migliore della giornata.

A questo punto della tua carriera, cosa stai cercando? Sei Rhea Perlman, sento che non devi fare nulla se non vuoi.

Perlman: Mi piace molto lavorare. Mi piace molto recitare. Ed essendo stato particolarmente non lavorando molto, o quasi per niente, tranne che per fare il doppiaggio durante tutta questa pandemia … ho fatto la voce in uno spettacolo animato. Quindi lavorare, come attore, mi dà da mangiare. Quindi, quando succede qualcosa, non è solo sconsiderato, è solo un regalo. Sento che è un regalo. Lo adoro. E a tal fine, riguardo alla storia di Margot, il mio personaggio, c'è qualcosa di quella storia del nonno, perché lei stessa ha attraversato un contesto molto difficile. Non entreremo in questo, perché la maggior parte delle persone non ha ancora visto il film.

costume uma thurman pulp fiction fiction

Sembra che ti vedremo spesso una volta finita la pandemia.

Perlman: Beh, lo spero. Sono qui. Sì, mi piacerebbe fare qualche altra cosa nella mia vita. Sai? Voglio dire, guarda Ted!

O si. È già in un altro spettacolo.

Perlman: Voglio dire, non smette mai di lavorare.

copertina dell'album pusha t daytona

Sì, l'ho visto ieri sera a Seth Meyers mentre promuoveva il suo nuovo spettacolo. Non si è nemmeno preso una pausa.

Perlman: È così bravo. Lo amo.

Ok, ecco il mio unico Saluti domanda.

Perlman: Spero di conoscere la risposta.

Ti ricordi quando hai giocato a Carla? St. Altrove . È stato un episodio di St. Altrove e i medici sono andati a Cheers. Penso solo che sia una delle cose più strane che abbia mai visto. Che cos'era?

Perlman: Sì! Bene, St. Altrove in realtà è venuto al nostro bar. Sì, perché entrambi hanno avuto luogo a Boston.

La cosa strana è che li stai insultando mentre sono seduti lì. Come faresti in un normale episodio di Saluti , ma non ci sono risate dal pubblico. Quindi risulta davvero scuro.

Perlman: Sì, è stato un periodo molto strano. Voglio dire, non me lo ricordo Quello bene. La cosa che ricordo di più è che sai come ci sono diversi tipi di recitazione in diversi spettacoli? È una specie di stile in una sitcom?

documentari da guardare mentre si è sballati

Destra…

Perlman: Anche se il tuo microfono e tutto il resto, è più forte. È solo un po' più forte, si connette con il pubblico dal vivo. E su St. Altrove , è come se tutti stessero parlando con calma, come se fossimo solo qui in questo caffè. Quindi, c'era una dinamica molto strana tra tutti noi, anche se mi piacciono tutti quei ragazzi.

Giusto, perché dicono che lavorano al St. Eligius. E fai un suono soffocante e ti ficchi il dito in bocca, ma non ci sono risate. Ed è come, oh, wow, viene fuori in modo molto diverso senza che il pubblico rida.

Perlman: Non so perché non l'hanno messo sul ridere, perché sono venuti da noi! Non c'era nessun pubblico lì quando sono venuti, e non volevano metterlo in una traccia di risate.

Bene, hai risposto alla mia domanda.

Perlman : È isterico.

'Marvelous and the Black Hole' è stato presentato in anteprima questa settimana al Sundance. Puoi contattare Mike Ryan direttamente su Twitter.