Ricordi quando Shaq portò una scarpa con un cellulare all'All-Star Game del 2005?

Ricordi quando Shaq portò una scarpa con un cellulare all'All-Star Game del 2005?

Visualizza questo post su Instagram

Il cellulare con le scarpe di Shaq. (2005) #tbt (tramite @NBA)



Un post condiviso da Casa dei momenti salienti (@houseofhighlights) il 14 luglio 2016 alle 14:46 PDT

Abbiamo un'altra storia da aggiungere al file: perché la metà degli anni 2000 sembra già la dannata età della pietra? Dal tempo più semplice prima degli smartphone arriva una storia della miscela unica di ingegnosità, creatività e mancanza di praticità di Shaquille O'Neal - quella volta che ha messo un cellulare in una delle sue scarpe da ginnastica a la Maxwell Smart . Lo ha fatto all'All-Star Game del 2005 quando era negli Heat, e lo ha fatto in modo spettacolare.

Il video, dragato da Casa dei momenti salienti , inizia con Allen Iverson, la cui reazione al sentire una voce uscire da una scarpa è come reagirebbe la maggior parte di noi: Oh yo, funziona davvero, amico! In combinazione con la commedia fisica della scarpa di Shaq che fa impallidire la testa dell'IA, è solo un bel momento. Ma non si ferma qui, oh no.

Craig Sager fa ancora una volta il lavoro del cancelliere nel cercare di capire perché Shaq dovrebbe mettere un telefono in una scarpa, ma viene immediatamente messo fuori strada dal telefono che squilla effettivamente - ED È P. DIDDY. Immagina che accada qualcosa del genere nella tua vita.

Stai camminando nel parco (o immagino per aggiornare questa analogia, stai giocando a Pokemon Go nel parco) e all'improvviso senti un telefono squillare. Non c'è nessun altro umano in giro, quindi presumi che sia un telefono caduto, giusto? Sembra che provenga da una roccia vicino alla panchina più vicina, quindi lo raccogli e guardi sotto, solo per continuare a suonare nella tua mano . Sei stupito di vedere un pulsante di accettazione della chiamata e lo premi.

Yo, questo è Puff Daddy, con chi sto parlando?

Potrei lasciar cadere il telefono e scappare.