Lezioni dall'altro regno: essere una strega maschio nel 2019 è complicato

Principale Altro

Benvenuto alla Settimana delle streghe, una campagna dedicata all'esplorazione di come la stregoneria, la magia e la bellezza si intersecano. Scopri storie fotografiche scattate con streghe vere a New York, una moderna rivisitazione della strega e la missione di una strega di abbronzarsi, oltre a funzioni approfondite che esplorano l'erboristeria, la scienza e l'alchimia e le streghe maschi. Altrove, abbiamo creato quattro copertine speciali per celebrare la campagna e il nostro primo anniversario: in questo modo arriva qualcosa di malvagio.





Chiedi a chiunque di nominare una strega e il primo nome che esce dalla loro bocca è destinato a essere quello di una donna. Giustamente: dai tempi shakespeariani di La tempesta fino alla rinascita culturale pop del praticante del XX secolo, per gentile concessione di Sabrina la strega adolescente , Il mestiere, e una svolta iconica di Bette Midler in Disney's Hocus Pocus , 'Strega' e 'donne' sono state frasi da compagna di letto.

Dal punto di vista di un estraneo, lo spazio è stato così prevalentemente guidato da donne per la parte migliore di 500 anni che è sorprendente che tutti i tizi abbiano operato in quei circoli. Ma nonostante siano quasi inesistenti nella cultura popolare, ci sono molti uomini che si identificano come streghe nel 2019.



Storicamente le storie dell'occulto e della femminilità si sono alimentate l'una nell'altra per secoli. Nel 1400, i primi documenti mostrano che più di tre quarti di coloro che erano impegnati nella stregoneria in Europa si identificavano come donne. Quelle cifre sono più o meno le stesse ora, anche se i numeri complessivi (circa 100.000 allora) sono implosi a milioni ora. È, anche con un'infarinatura di uomini coinvolti, uno spazio divinamente femminile, ma quell'immagine storica delle donne che evocano incantesimi, corrono per le foreste nude e generalmente condannano gli uomini all'inferno in pace è confusa, perché la narrativa che circonda la stregoneria è confusa. strettamente legato alla caccia che ha demonizzato l'occulto per secoli. In sostanza, quelle cacce alle streghe erano una forma di oppressione di genere basata sul presupposto che solo le donne fossero parte del problema; erano sessualmente pericolosi, capaci di adorare una divinità diversa o di confidare nella natura e negli spiriti per risolvere i nostri problemi piuttosto che in un Dio maschio.



Gli storici maschi moderni - anche quelli che si identificano come femministi come HR Roper della Gran Bretagna - spesso si riferivano alle streghe come donne isteriche nei loro scritti, e quando si trattava di quelle cacce alle streghe di cui sopra, erano soprattutto le donne a sopportare il peso delle paure del popolo cristiano. . Gli uomini erano presenti durante questo tipo di attività, anche se per lo più in numero minore, ma sono raramente menzionati nei libri di storia perché non erano così facili da trasformare in capri espiatori. Anche se le streghe venivano perseguitate per la loro pratica, il loro genere offriva loro ancora una sorta di privilegio. È un privilegio che vive ancora oggi, anche in un'epoca in cui gli uomini costituiscono una percentuale piuttosto piccola di streghe (Finlandia e Russia erano le due eccezioni, dove la divisione 75/25 è stata ribaltata nel XV secolo). Ma la cosa importante da ricordare è che l'occulto prospera grazie agli ideali femministi, e i partecipanti maschi lo riconoscono.