Bella Hadid condivide i sintomi 'aggressivi' della malattia di Lyme che affronta quotidianamente

Principale Altro

Bella Hadid si è aperta sulla sua battaglia con la malattia di Lyme, condividendo i sintomi che dice di aver sperimentato ogni giorno negli ultimi otto anni.





Spaziando dal fisico al mentale, Hadid afferma che i suoi sintomi includono battito cardiaco irregolare, difficoltà di respirazione, insonnia, mal di testa, affaticamento, ansia, sensibilità alla luce e al rumore, disfunzione tiroidea, candida, intorpidimento, difficoltà a camminare, confusione, nebbia cerebrale e dolori articolari. Ogni giorno sento immancabilmente almeno 10 di questi attributi... da quando avevo probabilmente 14 anni, ma in modo più aggressivo quando ne ho compiuti 18, la modella ha scritto su Instagram, incluso un lungo elenco di sintomi che ha condiviso con la sua compagna Joudie Kalla e segnato.

La malattia di Lyme è un'infezione batterica trasmessa dal morso di una zecca infetta dalle zampe nere. Ad Hadid è stata diagnosticata per la prima volta la malattia cronica, di cui soffrono anche sua madre e suo fratello, nel 2012. La modella ha dovuto rinunciare al suo sogno di una carriera di guida professionista e a una possibilità per le Olimpiadi a seguito della diagnosi.



Instagram/@bellahadid



Nel 2015, Hadid ha parlato del periodo buio in cui si è ammalata per la prima volta. Ero esausto tutto il tempo. Ha influenzato la mia memoria, quindi improvvisamente non mi ricordavo come guidare a Santa Monica da Malibu, dove vivevo. non potevo guidare. Ero troppo malato. E ho dovuto vendere il mio cavallo perché non potevo prendermene cura, lei detto il Standard serale .



Nel 2016, Hadid ha tenuto un discorso alla Global Lyme Alliance, dove è stata insignita di un premio per la sensibilizzazione sulla malattia. Ha descritto come la condizione ha influenzato la sua vita, incluso il dover essere istruito a casa durante il liceo. So cosa si prova a non voler alzarsi dal letto per il dolore osseo e la stanchezza. Non voler socializzare o stare con le persone perché l'ansia e la nebbia del cervello non ne vale la pena, ha detto.

La vita non è sempre come appare all'esterno, e la parte più difficile di questo viaggio è essere giudicata dal modo in cui appari invece che da come ti senti.