Perché dovremmo preoccuparci dei capelli di Beyoncé?

Principale Musica

Sabato pomeriggio Beyoncé ha rilasciato il video del nuovo singolo Formation - e solo per un momento, le persone in tutto il mondo hanno interrotto quello che stavano facendo e hanno prestato attenzione.





come far sentire bene la masturbazione

Giustamente, Formazione è stata descritta come la canzone politicamente più diretta di Beyoncé fino ad oggi, una provocatoria bonifica dell'oscurità che strizza l'occhio alla brutalità della polizia, all'identità culturale e al movimento #BlackLivesMatter. Formazione riguarda anche, ovviamente, l'identità visiva di Beyoncé, come una delle donne di colore più influenti oggi in vita. Riguarda cosa significa essere neri e apparire neri nel 21 ° secolo. Il che la rende, almeno in parte, una canzone sui capelli delle donne nere.

L'idea dei capelli neri è citata esplicitamente in entrambi i testi di Formazione e il video musicale di accompagnamento. Come canta Beyoncé Mi piacciono i miei capelli da bambino, con i capelli da bambino e gli afro la telecamera riprende una scena di sua figlia Blue Ivy, vestita di bianco angelico con capelli naturali e afro. Non dimentichiamo che i capelli di Blue Ivy sono stati oggetto di una petizione firmata da Over 5.000 persone non molto tempo fa, che presumibilmente non erano in grado di trovare qualcosa di meglio da fare con il loro tempo. Successivamente, il Formazione il video mostra tre donne in piedi in un negozio di parrucche; un promemoria della pressione provata da molte donne di colore per lisciare i capelli per adattarli agli standard di bellezza 'occidentalizzati' (un fenomeno che è stato sapientemente raccontato da Chris Rock nel suo documentario del 2009 Bei capelli ). E alla sua esibizione al Super Bowl Beyoncé è stata affiancata da un esercito di ballerini di backup in abiti ispirati alla Pantera Nera, con abiti afro e berretti neri abbinati.



Per saperne di più sul significato culturale dei capelli afro, ha parlato con Dazed Patrice Yursik . Yursik è una sedicente blogger di bellezza marrone, di cui Afrobella blog è in prima linea nel movimento naturale dei capelli. Abbiamo parlato africani, saloni di bellezza e perché i capelli di Beyoncé sono una dichiarazione politica.



È davvero importante per Beyoncé in particolare uscire allo scoperto e parlare dei suoi capelli, perché le persone sono state estremamente critiche nei confronti del suo aspetto e di quello di Blue Ivy. L'intera canzone [Formazione ] riguarda il fatto che lei affronti le critiche che persistono da troppo tempo. La cosa interessante è che Beyoncé usa la parola 'pannolino' nella canzone, il che è interessante perché spesso è una parola usata in modo negativo - ma qui il significato è stato rivendicato positivamente.



Per Yursik, ciò che è importante è che le donne di colore siano in grado di scegliere come indossare i capelli, senza pressioni sociali. Penso che il movimento naturale dei capelli si sia evoluto ora al punto in cui riguarda le donne che hanno la libertà di scegliere. Beyoncé può rappresentare se stessa come vuole; può portare i capelli lisci, o in treccine, o biondi e stirati. E può essere circondata da ballerini con capelli afro naturali, per dimostrare che siamo tutti sfumature e trame di bellezza.

Il testo di Formation risuonano in particolare con Yursik, che le colloca nel contesto di come le donne nere siano storicamente e culturalmente stereotipate da narrazioni mediatiche più ampie. C'è assolutamente una mancanza storica di comprensione e accettazione dei capelli neri e dei lineamenti tradizionalmente neri; soprattutto quando si tratta di ciò che è visto come 'professionale' o accettabile sul posto di lavoro. Per le donne di colore dire che 'sono una professionista' esattamente come sono, con i capelli che rimangono nello stesso modo in cui crescono dalle loro teste - questa è una dichiarazione politica.



puoi metterti del succo di limone in faccia?

Come blogger di bellezza, Yursik è più consapevole della maggior parte dei problemi che persistono nella nostra cultura sui capelli afro. Penso che sia davvero affascinante, ad esempio, come tutte queste foto di Michelle Obama girino su Internet che pretendono di raffigurarla con i capelli afro. Sono quasi tutti falsi. Ed è interessante per me come donna di colore, perché ci si aspetta sempre che tu rappresenti la tua bellezza in un certo modo. E quando rifiuti quella narrazione, la società ha difficoltà a avvolgere la testa attorno ad essa e ad abbracciarti per come sei. Quindi penso che vedere questo tipo di promemoria visivi che Beyoncé ci ha dato, circondato da questi ballerini della Pantera Nera, con i loro afros - sia incredibilmente stimolante e affermativo per me come donna nera che porta i suoi capelli naturali.

Ci ricorda che tutti noi dobbiamo solo lavorare per amare noi stessi in un modo molto olistico, comunque vogliamo essere - e comunque vogliamo indossare i nostri capelli.