Visitando il santuario di Britney Spears nella sua sonnolenta città natale americana

Principale Musica

Ascolta, mi sembra di conoscere Britney meglio di alcuni miei amici. Il mondo ha visto la ragazza soprannominata La Principessa del Pop passare da preadolescente membro del Mickey Mouse Club a star in buona fede da cartellone pubblicitario criticata per il suo abbigliamento 'sei troppo giovane per indossare quell'abito'. Otto anni dopo che il suo singolo di debutto ...Baby One More Time ha viaggiato attraverso i paesi, ha avuto un crollo pubblico intenso causato da un'ansia travolgente. Un'immagine di Britney con la testa rasata si è cementata nel canone delle celebrità: non commettere errori, a un certo punto Britney era la più grande star del pianeta.





Quindi, quando ero in viaggio e ho sentito che c'era un museo non ufficiale dedicato a Britney nella sua città natale, sapevo che dovevo andare.

Mentre entravo nella minuscola cittadina un'ora e mezza a nord di New Orleans, in Louisiana, passai davanti a un cartello: Welcome to Kentwood: fondata nel 1893. Sotto di esso, un ovale rosa con lettere bianche dice: 'Casa di Britney Spears'. Britney è nata a McComb, Mississippi, ma è cresciuta a Kentwood.



Nel momento in cui abbiamo parcheggiato il camper, un ragazzo ha gridato: ti scambierò per questo! Guardò la sua macchina grigia malandata, e poi suggestivamente il nostro camper. Un'altra donna ha gridato, state cercando il museo di Britney? I visitatori di Kentwood non sembrano passare inosservati.



La donna indicò un edificio con un cartello davanti che diceva: 'Kentwood Historical & Cultural Museum'. OK, non il 'Britney Spears Museum', ma mi sono avvicinato e ho bussato comunque alla porta.



Una donna di mezza età si è aperta e ha iniziato a parlare di quanto fosse esausta, parlando con il forte accento del sud che chiunque avesse sentito la voce di Britney sarebbe stato in grado di riconoscere.

Sono scivolato oltre la porta e sembrava di entrare alla fine degli anni '90. Rosa, scintillii e Britney coprivano le pareti. Britney adolescente. La scandalosa Britney. Circuito di Las Vegas Britney. Britney in jeans stonewash. Britney con le ali. Britney in elaborati copricapi.



Stephanie Foden

In un angolo, un enorme set di ali d'angelo bianche indossate da Britney durante il suo tour Femme Fatale è appoggiato al muro . Un cartello sopra indica che le foto con le ali costano $ 3 - il resto del museo è per donazione.

Fay Gehringer, la donna che ha risposto alla porta, dice che l'edificio era un'impresa di pompe funebri, ma è stato trasformato in un museo nel 1995. Quando Britney ha iniziato a diventare famosa, la città ha aggiunto mostre dedicate alla sua stella più brillante.

Abbiamo avuto un giocatore di football che è stato nella Hall of Fame e giocatori di basket che hanno fatto bene, ma Britney ha sostenuto molto più a lungo di chiunque altro, ha detto.

Gehringer ha iniziato lentamente il tour che ha organizzato tre giorni alla settimana negli ultimi nove anni, ma non le ci è voluto molto per dare il meglio di sé. Ci siamo avvicinati a un muro con 14 calendari Britney in edizione britannica. Gehringer ha spiegato che i calendari insieme a riviste e diversi libri sono stati inviati da un malato terminale di Londra. Voleva che i suoi amati oggetti da collezione fossero al loro posto quando morì, nella città natale di Britney. Mi piace sempre accettare i contributi dei fan, dice Gehringer.

Stephanie Foden

Nella stanza accanto, una teca di vetro includeva bambole di Britney Barbie, alcuni dei suoi vecchi trofei e un copricapo da giaguaro particolarmente sorprendente. Mi sono sorpreso a fissare un poster di Britney con il Mickey Mouse Club insieme ai futuri reali del pop: Justin Timberlake, Christina Aguilera e Ryan Gosling. Dall'altra parte della stanza, ho guardato Britney dritto negli occhi, o almeno un suo ritaglio a grandezza naturale con un baffo 'ha preso il latte?'.

Con il suo programma Britney non torna a Kentwood così spesso come una volta, dice Gehringer, aggiungendo che se fa visita, è per vedere i suoi genitori nella tenuta di famiglia che hanno chiamato 'Serenity'.

Britney ha visitato il museo quando è stato aperto, ma non era esattamente lusingata. All'epoca era semplicemente in soggezione perché non poteva credere che qualcuno volesse venire a vedere qualcosa di suo o sentire qualcosa su di lei, dice Gehringer. Da allora, sua madre e suo padre le hanno parlato e lei ne è orgogliosa. Inviano oggetti qui per farli avere ai suoi fan e lei firmerà alcune cose di tanto in tanto.'

Nell'ultima stanza c'è l'attrazione principale del museo: l'esatta camera da letto d'infanzia di Britney dove è stata fotografata da Rolling Stone nel 1999. Gehringer conferma che tutti i mobili della stanza sono veri, donati dai suoi genitori.

Stephanie Foden

È ovvio mentre parli con Gehringer che non è una superfan. Ha accettato il lavoro perché aveva bisogno di qualcosa da fare dopo che una tragedia l'ha portata a chiudere il negozio di fiori di famiglia. Ma la sua parte preferita è incontrare fan da tutto il mondo.

Penso che perché questo funzioni bene come deve essere un piacere per me godermelo, dice. Ieri ho fatto tre gruppi ed ero stanco, ma quando riesco a parlarne mi rinfresco.

Gehringer afferma che i visitatori provengono da tutti gli Stati Uniti, ma i più entusiasti provengono dall'Europa e dall'Australia. Un memorabile europeo le ha mostrato una foto di un santuario rosa che aveva a casa interamente dedicato all'armamentario di Britney. Onestamente non sapevo che ci fossero così tante cose che potresti avere lì dentro, dice.

Ad essere onesti, sono andato al museo non ufficiale cercando semplicemente di vedere qualcosa di strano: uno strano santuario dedicato a un'iconica pop star. Ma mi sono sentito stupido per averlo pensato. Britney sembrava così irraggiungibile all'apice della sua celebrità, ma qui in questo piccolo museo diventa qualcos'altro, una ragazza normale di una sonnolenta cittadina autostradale che voleva diventare grande e l'ha resa grande, con una sonnolenta cittadina autostradale di cui va fiera sua.

All'uscita, Gehringer offre a ogni visitatore la sua scelta: un poster gratuito o una spilla di un recente spettacolo di Las Vegas che non è più commerciabile. Ho preso un poster gratuito e sono tornato al mio camper, canticchiando Hit Me Baby One More Time.