I 20 migliori brani K-Pop dell'anno

I 20 migliori brani K-Pop dell'anno

Mentre l'anno volge al termine, ci saranno un sacco di fan del K-Pop sconvolti, che si chiederanno come diavolo sia stato un viaggio così accidentato. Coloro che seguono gli artisti nella scuderia della YG Entertainment hanno subito una triplice delusione: Minzy ha lasciato il gruppo femminile più feroce di K-Pop 2NE1, Nam Taehyun ha lasciato il gruppo di ragazzi dal suono diversificato WINNER, seguito da 2NE1 che si è sciolto completamente. Non sono state le uniche vittime del 2016, con i gruppi femminili di lunga data Rainbow, KARA e 4Minute che hanno gettato la spugna e il gruppo di ragazze I.O. Molto molto molto .

I gruppi di nuova generazione, tuttavia, eccellevano, in particolare il gruppo femminile di nove membri della JYP Entertainment TWICE, il cui Cheer Up è stato venduto dal secchio, superando un inizio controverso dell'anno in cui il membro taiwanese Tzuyu è stato filmato mentre tiene una bandiera della Repubblica di Cina durante una trasmissione televisiva, facendo arrabbiare le persone di entrambi i paesi, tra i quali i rapporti sono tesi. Lontano dal lato politico del K-Pop, il gruppo di ragazzi Seventeen ha continuato a crescere con lo sfacciato earworm BOOMBOOM ; debuttanti maschi STELLA , KNK , Pentagono , e SF9 tutti offrivano ottimi motivi per tenerli d'occhio; e le BLACKPINK, senza dubbio, hanno rubato la scena alle ragazze.

Naturalmente, non potevi muoverti senza imbatterti in una trappola (una tendenza che difficilmente svanirà nel 2017), e se non avevi un tavolo nel tuo video musicale con tutti i membri seduti, allora non lo eri semplicemente giocando sul serio. Infine, lascia che la star coreana dell'R & B Schiacciare alleggerisci l'atmosfera della competizione per lo slot numero 1 con una gif che continuerà a dare fino al nuovo anno.

Questo elenco è per le versioni di idol, limitato a una canzone per gruppo (o artista), e prende in considerazione l'intero pacchetto, sia canzone che MV (video musicale). Accendi i tuoi bastoncini luminosi e tuffati.

20. ARCOBALENO - WHOO

K-Pop ha una maledizione di sette e cinque anni, in cui i gruppi tendono a sciogliersi al raggiungimento di entrambi i traguardi - e quest'anno, Rainbow è stato rivendicato dal primo. La loro canzone finale, Whoo, non è affatto un ripensamento, traboccante delle piacevoli armonie e del gusto retrò di una band come The Go Go. La MV, nel frattempo, si addice al loro status di idolo senior, dimostrando la loro facilità con una telecamera. E per non dimenticarlo, si lasciano dietro singoli scintillanti e famosi, incluso PER , Per me e uno dei migliori di K-Pop, Mach . Signore, ci mancherai.

19. DUE VOLTE - ALLEVAMENTO

La pervasività di questa traccia mega-venduta, il fluff di un cosplay MV e il suo timido timido timido astenersi, da non sottovalutare. Con oltre 104 milioni di visualizzazioni su YouTube e qualsiasi idolo degno della loro varietà, mostra il sale la loro migliore imitazione , se i morti fossero risorti nel 2016, probabilmente sarebbe stato loro richiesto di eliminare il ballo del Cheer Up. Nonostante la sua orecchiabilità, il ritornello è più un rullo compressore che eccezionale, ma i suoi versi fluttuanti sono molto più intelligenti ed emettono la perfetta quantità di presa in giro e frustrazione su un interesse amoroso.

elenco degli album di rhythm and blues degli anni '90

18. BLOCCO B - GIOCATTOLO

La maggior parte dei singoli di Block B offre un MV elegante e esagerato e cori enormi, ma la sorprendente atmosfera low-key di Toy ha messo in risalto un lato raramente visto dallo spettatore occasionale. Il tocco leggero dei cantanti ospitava la melanconia, controbilanciata dal flusso leggermente aggressivo dei rapper - un pattern che si trova anche nella strumentale, con tintinnio di pianoforte sopra il basso lento e massiccio e l'EDM fiorisce. Sebbene Toy non fosse una ballata, era pericolosamente efficace nell'innescare i giochi d'acqua.

17. LADIES CODE - LA PIOGGIA

Tornando dopo l'incidente automobilistico che ha causato la morte di due membri nel 2014, Ladies Code ha preso una direzione più matura con pianoforte jazz, archi ballad e sintetizzatori. In The Rain, sono unite in versi morbidi e misurati che trasmettono una stanca conoscenza prima di passare a un ritornello inaspettatamente ottimista. I piccoli tick elettronici, dissolvenza e blip fanno un lavoro meravigliosamente sottile per elevare questa canzone, e l'MV - con i suoi neon contrastanti e le tavolozze naturali - è altrettanto abilmente considerato.

16. INFINITO - L'OCCHIO

The Eye tira su immagini più o meno BTD , l'EDM di Cattivo e strutture di canzoni da Indietro , ma alla fine sembra di transizione. Il movimento di Infinite verso l'elettronica pesante nei loro singoli solisti è stato glaciale (e comprensibile, dato quanto sia radicato il loro suono caratteristico), ma al di sotto del piano e degli archi, il loro produttore BEE spinge questo cambiamento continuo con ronzii, guasti robotici. Stranamente per Infinite, The Eye richiede ascolti ripetuti, ma qui c'è molto che ti incuriosisce, se sei disposto a trovarlo.

15. B1A4 - UNA BUGIA

Con il leader dei B1A4 Jinyoung alla guida della produzione, A Lie imposta una traiettoria curva con un tempo non da ballata di 147 bpm prima di rallentare per un coro imponente e lussureggiante, dove gli archi si sovrappongono ai ritmi dance con brillante coesione. A Lie non smette mai di spostarsi e di costruire - ogni segmento (anche la seconda strofa rappata di Baro) funziona in modo pulito per impostare la canzone per il suo cambiamento di chiave travolgente, un ottovolante emotivo che evita abilmente i cliché noiosi.

14. BLACKPINK - GIOCARE CON IL FUOCO

Debuttando all'inizio di quest'anno, i BLACKPINK sono stati ampiamente dibattuti per essere un atto tributo per i compagni di etichetta 2NE1 - ma mettendo a nudo la traccia alle basi, PWF è stato un passo verso la propria identità. Un gancio semplicissimo e la voce trasportava l'intera traccia, qualcosa che non avrebbe potuto funzionare senza quei quattro toni incredibilmente distintivi. Se la loro etichetta continuasse a giocare con le loro abilità uniche, invece di metterle in uno stampo ormai defunto, le BLACKPINK potrebbero facilmente spodestare la gerarchia del gruppo femminile di nuova generazione.

13. NCT U - IL 7 ° SENSO

Il 7th Sense ha trovato la maggior parte delle sue influenze in PARTYNEXTDOOR e Bryson Tiller, mettendolo nella scomoda posizione di essere eccessivamente familiare agli occidentali ma meno appetibile per il suo pubblico nativo. Sparse e oniriche, la traccia cresce su ascolti ripetuti con ritmi densi e sciropposi che lasciano che le voci insopportabili creino tutte le melodie. Aggiungi una graziosa coreografia e sfondi audacemente illuminati che conferiscono alla MV un aspetto ultraterreno e NCT U diventa uno degli esperimenti più interessanti del 2016, rifiutandosi di soddisfare le aspettative.

12. AMICO - GREZZO

Sebbene abbia fatto notizia a livello mondiale nel 2015 per a prestazione contenente nove cadute durante una canzone, Gfriend si è davvero trasferito fuori dal territorio virale per diventare uno dei super esordienti del K-Pop. I Rough hanno completato la loro trilogia da studentessa (insieme a Glass Bead e Me Gustas Tu) e sembra carino, ma è certamente la più dura delle tre canzoni: i riff di chitarra rock visti su mi piaci diventano più grandi e le corde diventano più sontuose: è esattamente come dovrebbe essere un finale epico.

11. MONSTA X - ALL IN

Dopo aver retrocesso MONSTA X's Incollato e Eroe (le loro migliori canzoni finora) alle esibizioni di danza, la loro etichetta, Starship, è andata all'estremo opposto per All In con un video ambizioso e provocatorio. Drammatiche trame parallele si intersecano mentre il gruppo lascia la faccia agli allucinogeni, ma il video fa quasi retrocedere la canzone a una colonna sonora. La traccia è di gran lunga migliore di quanto la MV gli dia la possibilità di essere, in particolare il ritornello crooning, e questo è possibile sperimentare l'audio e il video come un'unica entità, ma, accidenti, ti hanno fatto lavorare sodo per questo.

10. BIG BANG-Non lo so (FXXK IT)

Piuttosto che abbandonare una delle loro produzioni sgargianti (vedi Bang Bang Bang o Fantastic Baby), Fxxk It vede il Big Bang progredire maggiormente rispetto al facile 2015 Ci piace festeggiare . Crea una tela privilegiata per i cantanti Seungri e Daesung, e paesaggi sonori simili a quelli di Flume's Sleepless, con voci distorte e tastiere stordite e calanti. Essendo il supergruppo che sono, le loro immagini sono come sempre puntuali, saturate di neon, gocciolanti in fili di design e più interessate alla loro dinamica affascinante che al gioco di gambe fantasioso. Ma quello che noti e senti dopo ripetute commedie, nonostante il folle surf e il divertimento da ragazzo, è una maturità innegabile. Qui tutto scorre, nessun elemento è troppo pesante, e come singolo finale per un po 'di tempo a causa del servizio militare, è decisamente alto su cui uscire.

09. LUNA - LIBERA QUALCUNO

Quando il gruppo di ragazze sempre in fase di sperimentazione f (x) ha rilasciato il loro file 4 pareti LP, l'influenza di artisti house britannici come Gorgon City e Blonde era innegabile - e Luna, con il suo primo tentativo da solista lontano da f (x), continua così. La sua performance è incisiva e sicura, mentre la strumentale posiziona le sue build e scende così perfettamente che scorre verso la fine più velocemente di quanto desideri. Anche l'MV (una festa di soft focus in stile anni '80 e animazione intrisa di acido in stile anni '60) fornisce un collegamento senza soluzione di continuità alla chiamata dei testi per aprire e rilasciare i tuoi sogni. Se questo fosse l'unico crack musicale di Luna al di fuori di f (x), sarebbe una farsa, ma è improbabile che lo splendore di Free Somebody e il quasi perfetto EP con lo stesso nome svaniscano presto.

08. VIXX - FANTASIA

'Audace' è probabilmente la prima parola che mi viene in mente per Fantasy: gli MV (la seconda parte della loro trilogia degli dei greci) avevano bisogno di un spiegazione passo passo e le note di apertura di Beethoven Serenata al chiaro di luna seguì una trappola presagio e un coro di archi guizzanti e isteria tesa. Non è facile lavorare con un concetto così alto come la mitologia antica, né fare in modo che un attacco sonoro così intimidatorio funzioni su un'intera canzone, ma in tutto il Fantasy c'è abbastanza moderazione esercitata per raggiungere la grandezza. Non è solo da parte di coloro che stanno dietro le quinte, ma degli stessi VIXX, che hanno realizzato il loro miglior lavoro in questo tipo di gotico comprendendone chiaramente i confini - e questo rende il Fantasy sorprendentemente memorabile.

07. OH MY GIRL - BUGIARDO BUGIARDO

Il paese delle meraviglie pastello saturo è ora un'estetica MV di base, ma in Liar Liar, Oh My Girl piacevolmente pugnalate alle spalle, pettegolezzi e trama - con il loro aegyo (gesti carini) sono aumentati a livelli da far venire l'acquolina in bocca, al fine di mantenere segreta la loro cotta per Gongchan di B1A4. È magistralmente modificato e sapientemente collegato alla canzone, ma Liar Liar da solo è una potenza ottimista e in falsetto con un gancio cantato che si attacca come la colla. Molti senza dubbio troveranno un po 'Liar Liar pure carino, un po ' pure acuto, un po 'troppo di tutto - ma è proprio questo il punto, come se il coraggio fosse quello di spingerlo costantemente solo un passo in più, sapendo che il pop è al suo meglio quando polarizza intenzionalmente le persone.

06. VELLUTO ROSSO - ROULETTE RUSSA

Red Velvet ha avuto un 2015 fenomenale e il bar visivo è stato impostato da Dumb Dumb era scoraggiante, ma come regine del video musicale selvaggiamente creativo, la roulette russa è diabolicamente soddisfacente. I colori potrebbero essere brillanti, ma i cinque pezzi, opportunamente sfacciati, trascorrono la loro interezza a inventare modi per uccidersi a vicenda. A differenza delle versioni precedenti, i cui ritornelli saltano dalla strofa, la roulette russa si intrufola con balbuzie robotiche, facendo molto per spezzare le voci dolci ma deliberatamente strette. I primi fan potrebbero trovare la sensazione meccanica della roulette russa come un passo laterale, ma con un ritornello memorabile e una rottura di synth follemente gioiosa, è orgoglioso.

05. SHINEE - DIMMI COSA FARE

Tell Me What To Do è la prova che i produttori K-Pop (qui, il prolifico Yoo Young-jin di SM) e gli artisti esercitano un ju-ju serio. Quella che potrebbe essere essenzialmente una traccia di Kygo viene trasformata in una tenera ballata dance in cui versi silenziosamente disperati si trasformano in intensi pre-ritornelli (divisi tra Taemin, Onew e Jonghyun) che creano molta luce e ombra. Mentre il consenso generale su molti blog e forum di K-Pop era che il rap di Minho avrebbe dovuto essere eliminato, la sua presenza naturalistica di parole parlate in realtà si adattava non meno a quella ritmica di Key come un pugno di benvenuto attraverso i loop strumentali. Semmai, la narrativa dell'MV - un triangolo amoroso tra Minho, Taemin e una ragazza che ignora l'inclinazione lirica - è l'elemento fuori luogo, ma questo arco casuale è perdonabile quando è girato così magnificamente attorno a una canzone assassina.

04. RAGAZZE MERAVIGLIOSE - PERCHÉ COSÌ SOLI

Nel 2015, le Wonder Girls sono riapparse dopo una pausa di tre anni con il pastiche anni '80 Ti capisco . Sebbene ora pubblicizzato come una band, nessuno suonava nessuno degli strumenti del disco, e sebbene questo importi poco nello schema delle cose, nel complesso indicava più un esperimento cauto - e uno che ha avuto successo. Negli ultimi 12 mesi, Wonder Girls (o la loro etichetta) sono diventate chiaramente più sicure del loro status di band perché hanno co-scritto e suonato sul brano influenzato dal reggae Why So Lonely, ei suoi versi sinuosi e la spinta delle chitarre si dimostrano una combinazione ipnotica. L'erotismo deliberato dell'era di Robert Palmer è fuori, c'è dentro il tosto insoddisfatto, e c'è poco che possa superare il glorioso freddo del rap di Yubin mentre suona, risplendente di tatuaggi dorati.

03. VINCITORE - BABY BABY

Alla fine di quest'anno, Nam Taehyun, dopo essersi preso una pausa per la sua salute mentale, ha lasciato WINNER con una mossa shock. Ma si lascia alle spalle l'arresto, blues e talvolta sardonico Baby Baby, le cui influenze Motown lo mettono magnificamente fuori sincronia con le tendenze del K-Pop. WINNER ha attraversato le solitarie trappole della fama, rispecchiate in tratti oscuri per l'MV da feste vacue, sesso senza senso e attici vuoti. Ma il suo momento più toccante (e ora stranamente profetico) è che mentre le armonie si alzano, i fuochi d'artificio esplodono - e mentre Jinwoo, Mino, Seunghoon e Seungyoon vengono svegliati dal loro intorpidimento, Taehyun pavimenta con calma la sua macchina e fugge dai suoi ornamenti idol.

02. EXO - MONSTER

I singoli spinti dal funk dello scorso anno hanno ampliato gli orizzonti degli EXO, ma lo scopo di Monsters è meno quello di diversificare e più ribadire che sono uno dei più grandi gruppi di K-Pop. È più leggero, gemello singolo Fortunato fornisce materiale visivo per la storia delle origini del gruppo, ma Monster (che può rivendicare il miglior risultato dell'anno in falsetto di Chen) getta semplicemente sangue e lividi e si tuffa nell'angoscia sessuale con una linea di basso cupa, percussioni rumorose e un coro aggressivamente oscuro. La voce ritagliata ricorda quella del 2014 Overdose , mentre si lavora con Chiamami baby I coreografi vedono formazioni familiari, ma non si scusa per aver fatto irruzione nell'arsenale esistente di EXO e non ne ha bisogno. Tali elementi li hanno resi cari a una colossale base di fan, e Monster è una piattaforma monumentalmente sfacciata da cui gridare al riguardo.

01. BTS - SUDORE SANGUE E LACRIME

Dal loro debutto nel 2013, i BTS in sette pezzi hanno prodotto testi vicini all'osso e unendo in modo impressionante hip hop, pop, elettronica e rock. Sebbene sia perfettamente in grado di rilasciare video di grandi prestazioni come Fuoco o Dope , il concetto è re con i BTS. Mentre il loro è sempre stato fondato sui dolorosi fondamenti della crescita, è laureato dal più ovvio a un delicato, bellissimo labirinto di indizi e significati nascosti nelle loro MV. Per Blood Sweat & Tears, che cattura una relazione appassionata e distruttiva, loro e il loro regolare collettivo di registi LUMPENS si rivolgono al romanzo di Hermann Hesse Demian come la complessa ispirazione visiva per la tentazione che affrontano. Il risultato è, ancora una volta, un mondo ricco da decodificare, dove i membri sono circondati da stanze sontuose e stati di sogno, abbinati a una coreografia sensuale che ha le mani costantemente cieche, cercano e rivelano desiderio e verità.

Tronca il ponte per una narrazione estesa, ma Blood Sweat & Tears riempie facilmente il vuoto ovattato con carillon a cascata, ritmi spaziali chill-house e sintetizzatori ariosi che si affiancano a ritmi tropical house e moombahton. Le emozioni sono alte - il dolore nei ganci in falsetto di Jimin e Jungkook, la lotta persa nel rap di Suga e un esigente bisogno nel ritornello di J-Hope - ma aver lavorato continuamente con gli stessi autori, incluso l'apparentemente instancabile compositore Pdogg, e ha contribuito in modo sostanziale a tutte le loro tracce, i BTS sono in grado di sposare l'intima e sanguinosa fragilità dei testi con uno stato opposto di pop leviatano con una tale disinvoltura da dominare tutto ciò che gli sta di fronte.