I combattimenti con i boss finali più memorabili nella storia dei videogiochi

I combattimenti con i boss finali più memorabili nella storia dei videogiochi

Alcuni videogiochi vivono e muoiono a causa dei combattimenti con i loro boss. Un gioco può essere davvero ben fatto, divertente da giocare e avere una bella storia, ma ha bisogno di combattimenti con i boss che lascino un'impressione duratura (positiva). Un brutto combattimento con un boss può essere sufficiente per rovinare l'intera esperienza e lasciare l'amaro in bocca a qualcuno, soprattutto se quel combattimento è il loro ultimo ricordo del gioco.

È una linea sottile che gli sviluppatori devono percorrere, perché un boss eccessivamente impegnativo o ingiusto ha rovinato molti videogiochi, mentre una battaglia finale troppo facile lascia un giocatore alla fine insoddisfatto. Ma trova il giusto equilibrio con un grande combattimento e sarà così memorabile che lascerà il giocatore a pensare con ancora più affetto al gioco che ha appena giocato. Avere un boss memorabile può essere incredibilmente importante per gli sviluppatori perché nessuno vuole leggere le recensioni sul proprio gioco e sentire i giocatori dire che non riescono nemmeno a ricordare un singolo boss dal loro gioco.



Cos'è che rende memorabile una lotta contro un boss? A volte è semplicemente il modo in cui chiude una grande storia, o potrebbe essere quella contro cui abbiamo sbattuto la testa fino a quando non siamo finalmente riusciti a superarla, o forse è stata una svolta totale che non ci aspettavamo. Un boss memorabile non deve necessariamente rientrare in una categoria particolare, ma il filo conduttore di quelli grandiosi è che c'è un richiamo immediato per i giocatori. Qui, esamineremo la crema del raccolto, quelle che emergeranno di più in qualsiasi conversazione di combattimento con i boss con gli altri giocatori.

Bowser ( Super Mario 64 )

Lo stesso Bowser non è più memorabile del boss finale medio. È il tipico mostro alla fine del gioco che Mario sconfigge per salvare la principessa. È notoriamente facile in alcuni giochi di Mario e nessun suo combattimento è particolarmente impegnativo. Il motivo per cui è in questa lista è a causa delle sue apparizioni in Super Mario 64 . Per anni Bowser è stato solo un piccolo sprite leggermente più grande di Mario. Sapevamo che era grande, ma non si sentiva insormontabile. poi in Super Mario 64 , siamo testimoni di quanto sia più grande questo mostro e ci colpisce che, sì, questo è un gioco 3D. Sconfiggerlo non è troppo impegnativo, ma sono le dimensioni e la portata di ciò che un Bowser 3D rappresentava per i videogiochi che lo ha portato a questa lista.

Sephirot ( Final Fantasy VII )

sentimenti su Final Fantasy VII non sono così straordinariamente positivi come lo erano quando tutti volevano la prima PlayStation, ma i ricordi del superamento di Sephiroth alla fine del gioco resistono ancora oggi. FFVII è, come ogni Final Fantasy, un gioco sul salvare il mondo da una forza del male. Tuttavia, il modo in cui il gioco stuzzica il giocatore durante l'intera avventura dell'eventuale conflitto tra Cloud e Sephiroth, che alla fine si uniscono per uno scontro finale, è un'esperienza che molti giocatori non hanno avuto fino a quando non hanno giocato. Final Fantasy VII . Potrebbe essere un evento comune nei giochi di oggi, ma per molti giocatori questo è stato il loro primo JRPG e quella forza trainante di Sephiroth è ciò che li ha spinti alla fine. C'è un motivo per cui questo gioco è considerato da molti come il punto di ingresso perfetto nel genere JRPG.

Mike Tyson ( Punch Out di Mike Tyson!! )

Non c'era nessuno alla fine degli anni '80 più potente di Mike Tyson e il suo gioco di boxe arcade lo rifletteva. Punzone!! è un gioco abbastanza semplice. Prendi il piccolo pugile che poteva, Little Mac, e portalo al titolo attraverso una serie di incontri di boxe. Il trucco è capire il suggerimento di ogni combattente e contrastarlo sulla via della vittoria. Attraverso una serie di partite e schemi sempre più difficili, il giocatore alla fine li supererà tutti. Fino a quando non raggiungono la fine e trovano Mike Tyson ad aspettarli. Il suggerimento è ben noto ora, cerca quando Tyson strizza l'occhio per schivare, ma questa era l'era prima delle guide su Internet. Quindi o dovevi acquistare una guida di gioco, scoprire il segreto in Nintendo Power o scoprirlo da solo. Se non l'avessi capito, probabilmente avresti perso perché un pugno di Tyson può essere sufficiente per una perdita istantanea. Questa lotta con il boss è ovviamente memorabile a causa degli anni di mal di testa che probabilmente ha causato ai bambini mentre cercavano di sconfiggere quella che sembrava una forza inarrestabile.

keanu reeves cosa succede quando moriamo

Dracula ( Castlevania )

Non lasciarti ingannare dal video qui sopra. Dracula era un brutale combattimento con un boss nell'originale Castlevania per il NES. Gli speedrunner hanno trasformato Dracula in una scienza ora, ma quando questo gioco è uscito per la prima volta era uno di quei titoli che solo il meglio del meglio poteva battere. Castlevania è già un gioco abbastanza difficile, con un sacco di boss difficili, ma ha fatto in modo di affrontare un boss super duro alla fine per ricordarti che non stanno scherzando. L'unica cosa che redime è che i continui sono illimitati. Tuttavia, il giocatore deve ricominciare dall'inizio del livello dopo l'uso di una continua, quindi se non riesci a battere Dracula nelle tue tre vite, allora è tornato all'inizio!

Blu ( Pokemon )

Ogni bambino degli anni '90 ha avuto questo momento. Hanno raccolto una squadra di sei Pokemon , ha ottenuto tutti e otto i distintivi della palestra e ha persino raggiunto i Superquattro. Dopo esserci fatti strada attraverso gli Elite Four, finalmente ce l'abbiamo fatta. Abbiamo sconfitto Lance e siamo diventati il ​​campione, o almeno così pensavamo. Abbiamo scoperto che eravamo proprio dietro al vero campione, il nostro rivale per l'intera partita, Blue. È sempre stato un passo avanti a noi per tutto il percorso e ora ci ostacola per l'ultima volta. È ora di ficcarglielo in faccia compiaciuta e mostrargli chi è il vero maestro dei Pokémon. Questa svolta ha colto alla sprovvista tanti di noi da bambini, ma la soddisfazione di aver finalmente sconfitto l'ultra potente squadra di Blue alla fine è stata davvero speciale.