Kristaps Porzingis, un tempo unicorno della NBA, è pronto per un ritorno alla forma?

Kristaps Porzingis, un tempo unicorno della NBA, è pronto per un ritorno alla forma?

Quando il nome Kristaps Porzingis ha iniziato a comparire su mock e big board prima del Draft NBA 2015, c'era molta confusione su chi o a cosa si riferisse. I video di allenamento pre-bozza che sono emersi dall'esile prodigio lettone 7'3 hanno sollevato solo domande più acute.

I Knicks avrebbero davvero sprecato una scelta tra i primi cinque su un prospetto internazionale in gran parte sconosciuto che sembrava potrebbe essere spazzato via da una forte raffica di vento? Era destinato a diventare il prossimo Shawn Bradley, straordinario foraggio per poster per i cacciatori di trofei ad alta quota della lega? O sarebbe uno di quei temuti progetti di bozza e scorta che sbiadiscono nell'oscurità europea?



Il contingente dei Knicks al Barclays Center ha certamente temuto il peggio quando Adam Silver ha annunciato il suo nome durante la notte del draft. È stato sufficiente per mandare un giovane fan a sprofondare prematuramente nel vuoto da incubo esistenziale che è il fandom sportivo da lungo tempo sofferente. Ma alla fine è successa una cosa divertente: Porzingis ha messo rapidamente a tacere quelle paure.

i trifogli lo portano su

Nel momento in cui è entrato in campo, era bravo in tutto, senza avvertimenti che si adattavano alle sue dimensioni. A 7'3 con un'apertura alare colossale, poteva dribblare, tirare dalla distanza, bloccare i tiri e spostarsi lateralmente senza frantumarsi in un milione di pezzi. Con la direzione in cui era diretta la posizione centrale, era come se fosse uscito da una pozza di marea evolutiva. Kevin Durant alla fine avrebbe trovato una designazione migliore, The Unicorn, un soprannome che lo avrebbe letteralmente mitizzato.

Ma poiché stiamo parlando dei Knicks, Porzingis e il suo incommensurabile talento sono partiti alla grande. Carmelo Anthony era ancora l'attrazione principale a New York quando Porzingis è arrivato per la prima volta, e cedere i riflettori a un potenziale usurpatore non è mai stato qualcosa che ha gestito con finezza. Oltre a ciò, per i Knicks era come al solito: molte sconfitte, sconvolgimenti amministrativi e incompetenza, una visione torbida e una continua incapacità di attrarre talenti da star. Tuttavia, Porzingis ha reso i fan dei Knicks cautamente ottimisti. Alla sua terza stagione, aveva una media di 22,7 punti, 6,6 rimbalzi e 2,4 stoppate a partita con il 39,5% di tiri dal centro e ha guadagnato la sua prima selezione All-Star. Stava appena entrando in se stesso quando il disastro ha colpito sotto forma di un ACL strappato che lo ha messo da parte per il prossimo anno e mezzo.

Lo scorso ottobre, nel bel mezzo del suo recupero, la squadra ha rifiutato di offrirgli un'estensione da rookie. Porzingis ha risposto chiedendo uno scambio, minacciando di tornare in Europa se l'organizzazione non fosse riuscita a concludere un accordo prima della scadenza di febbraio.

ossa di uomo morto ossa di uomo morto

Immagine Getty

C'è molto da disfare quando si tratta di qualsiasi discussione su Kristaps Porzingis. Quando i Knicks lo hanno mandato a Dallas alla scadenza commerciale della scorsa stagione, hanno cercato di impacchettarlo come se stessero scaricando qualcuno con un bagaglio considerevole, ma soprattutto era solo l'ultimo di una lunga serie di cattiva gestione del front office. Tuttavia, ci sono accuse di stupro irrisolte contro Porzingis che offuscano il suo futuro fuori dal campo, e ci sono ancora molte domande persistenti sulla sua prospettiva post-infortunio.

Quando i Mavs si sono occupati di Porzingis, speravano di creare un abbinamento dinamico con Luka Doncic, il tipo di combinazione dentro-fuori che potrebbe causare il caos nella lega. C'era, tuttavia, un rischio considerevole, anche se il loro tetto è alto. Storicamente, gravi lesioni al ginocchio come un ACL strappato hanno cambiato la carriera di molti giocatori della sua taglia. Solo un anno e mezzo dopo, è ancora troppo presto per dire se Porzingis riacquisterà il tipo di agilità che lo ha reso un talento così unico.

chi ha fatto l'hype house?

Fortunatamente, il tocco di tiro è ancora lì, anche se a una clip meno efficiente rispetto ai suoi giorni a New York. Il suo 33,8 percento su tre è un calo rispetto al 39,1 percento che stava convertendo prima del suo infortunio, ma anche le circostanze sono cambiate, sia in termini di tasso di utilizzo che di come viene schierato. In molti modi, l'emergere di Doncic ha alleviato gran parte della pressione che Porzingis avrebbe dovuto affrontare se avesse dovuto portare una squadra come ha fatto a New York. Di conseguenza, il suo punteggio è sceso da 22,7 punti a partita a 16,4, ma anche la sua efficienza complessiva dei canestri dal campo, che è scesa da 43,9 a 39,8 in questa stagione.

Niente di tutto questo è sorprendente, visto quanto tempo ci vuole per riprendersi da quel tipo di infortunio. Certamente non fa male che i Mavericks stiano vincendo mentre Porzingis cerca di trovare il suo equilibrio. Dallas è 16-7 in stagione, che è buono per il terzo posto in Occidente, appena dietro le due squadre di Los Angeles. Nel frattempo, Doncic sta infrangendo ogni sorta di record per un giocatore della sua età.

Immagine Getty

Il rapporto tra Doncic e Porzingis è più simbiotico di quanto possa sembrare. Porzingis è ancora una valida minaccia dall'esterno nonostante la sua efficienza debole, e il modo in cui spazia sul campo ha offerto a Doncic ancora più spazio per calpestare le difese avversarie. Porzingis è stato il suo più efficace nelle situazioni di cattura e tiro, andando molto peggio quando si tratta di mettere la palla sul pavimento e tirare fuori il palleggio. C'era da aspettarselo, dato il modo in cui la sua rapidità e il movimento laterale sono diminuiti dall'infortunio, e i Mavs stanno facendo del loro meglio per mitigarlo mettendolo in situazioni più a posto.

come diventare un artista senza andare alla scuola d'arte

È un ribaltamento di ruoli che ha richiesto un adattamento sia fisico che mentale da parte di Porzingis, come ha ammesso Shams Charania di The Athletic recentemente. Essendosi abituato ad avere la palla tra le mani ed essere in grado di sfruttare le sue dimensioni nella vernice, trasformarsi nel compagno di pick-and-roll di Doncic non era qualcosa che gli veniva naturale, ma era il suo buy-in fin dall'inizio. inizio che ha guidato il loro successo di inizio stagione. Porzingis lo ha capito quando ha firmato quel contratto da 158 milioni di dollari la scorsa estate.

Ha anche capito che, mentre lavorava per riprendere il ritmo in attacco, poteva ancora incidere dall'altra parte. Non c'è stato esempio migliore di questo della sua uscita a sette punti contro i Pelicans la scorsa settimana, dove è andato 2 su 11 dal campo, ma ha chiuso con cinque stoppate in una vittoria a Dallas. Solo una settimana prima era diventato il giocatore più veloce a raggiungere 300 da tre e 400 stoppate.

Come negli anni precedenti, Porzingis ha una media di circa due blocchi a partita e ancora la prima linea dei Mavs. Ma è anche un versatile difensore perimetrale che può cambiare il pick-and-roll e disturbare gli avversari con la sua lunghezza. Migliorerà solo in quel reparto mentre continua a riguadagnare la sua capacità - e fiducia - nel suo movimento laterale. Sta anche mettendo a segno un record in carriera di rimbalzi a 8,7 a partita, impegnandosi nel suo ruolo in difesa in ogni modo, anche sul vetro.

L'incredibile gioco di Doncic ha permesso a Dallas il lusso di portare Porzingis con calma e metodicamente. La chiave per Porzingis sarà mantenere un certo livello di pazienza. Richiede anche ai compagni di squadra, agli allenatori e persino al proprietario Mark Cuban di impegnarsi nella gestione dell'ego, ovvero enfatizzando continuamente la narrativa che gli attuali contributi di Porzingis stanno avendo un impatto significativo sul successo della squadra. Dopotutto, è vero.

Tuttavia, anche se i Mavs sono molto in anticipo sui tempi, alla fine avranno bisogno che Porzingis giochi un po' più vicino al suo picco pre-infortunio se vogliono davvero contendersi in Occidente, in particolare contro squadre cariche come Lakers e Clippers. Doncic sta portando un carico enorme e le opportunità ci saranno per Porzingis. Da quel punto di vista, è una buona notizia che non sia soddisfatto di dove si trova ora, indipendentemente dal record dei Mavs.

Ci vorrà tempo, ma per lo più sta andando nella giusta direzione, nonostante le incongruenze. La partnership sta funzionando e i Mavs miglioreranno solo se Porzingis continua a fare la sua lenta scalata verso qualcosa di simile alla forma All-Star.