Chef, attori e scrittori indigeni discutono di cosa significhi per loro il Ringraziamento

Principale Vita

Il Ringraziamento non è un monolite. Significa cose molto diverse per le persone negli Stati Uniti. E quel sentimento suona ancora più vero e profondo se visto attraverso la prospettiva del popolo indigeno diffuso in tutto il paese. Che cosa significhi esattamente il Ringraziamento per gli indigeni americani è una domanda che viene posta raramente. Più spesso che non, cibo è pieno di piatti, il calcio è in TV e lo shopping cancella qualsiasi conversazione più profonda sulle origini e la storia della vacanza.





E credimi, adoro i piatti accatastati. Ma credo anche che tutti noi possiamo fare meglio a capire questa vacanza.

Per analizzare cosa significa il Ringraziamento per gli indigeni, abbiamo deciso di lasciarli parlare da soli. Ho contattato le persone che ammiro nella comunità indigena per esprimere le loro opinioni e parlare di ciò che questo giorno di novembre significa storicamente, praticamente e per il futuro.





quanto tempo ci è voluto per fare il trucco del grinch

Gli indigeni che prestano la loro voce a questa discussione sono:



Sono cresciuto in un mondo in cui il Ringraziamento non veniva quasi mai messo in discussione (almeno non davanti ai bambini) e gli spread tradizionali erano abbastanza normali, anche con la mia famiglia sul Rez. Quando hai iniziato a capire il significato di questa festa e, come persona indigena, come ha cambiato la tua visione di essa?



Sean: Mentre continuo a imparare sempre di più sulla storia, la cultura e il cibo dei nativi americani, è importante capire come definire questa particolare festa nazionale. Quando si ricerca l'inizio del motivo per cui celebriamo il Ringraziamento e la storia propagandistica imbiancata di un'inesistente unione americana (che esclude tutte le altre culture al di fuori dell'Europa bianca), ti rendi presto conto di quanto siano vuoti quei valori.

C'è un'immensa ironia di come il presidente Lincoln sia celebrato come ufficiale di questa festa per aiutare a riunire le persone, usando il pellegrino coloniale e la storia indiana. Sotto il presidente Lincoln, abbiamo assistito a sforzi di pulizia etnica intensificati e ben documentati contro i popoli nativi, comprese atrocità orribili sotto il suo controllo come il Massacro di Sand Creek , Massacro di Whitestone Hill , e l'impiccagione di massa del Dakota 38 .



Quando ho iniziato a realizzare la vera storia di questi inizi, c'era molta rabbia. Ma quella comprensione ha portato anche a un senso di scopo.

Andy: Ho scoperto la verità sul Ringraziamento durante i corsi di studi sugli indiani d'America al college. Come molti studenti universitari nativi che frequentano corsi di studi sugli indiani d'America e scoprono la verità dietro il Ringraziamento (e talvolta la storia dei nativi per la prima volta), ero arrabbiato; indignato. Sono andato in un collegio nella riserva Navajo dove quasi tutti gli studenti e la maggior parte degli insegnanti erano Navajo. Mi sono sentito tradito da tutti i miei precedenti insegnanti per non avermi insegnato nulla sulla verità e per averci fatto fare progetti artistici che includevano amichevoli pellegrini.

Quando ho saputo la verità, mi sono sentito arrabbiato al tavolo del Ringraziamento della nostra famiglia. Questo è stato per pochi anni... poi la rabbia diventa estenuante. Le mie riunioni di famiglia sono piene di narrazione, risate e buon cibo, è difficile sedersi lì e arrabbiarsi. Quando oggi vedo pellegrini sorridenti, roteo gli occhi così indietro nella mia testa che mi fa un po' male.

Joey: Ho avuto un'esperienza simile. Essendo cresciuto nella riserva di Tulalip, il Ringraziamento era una scusa per saltare la scuola per alcuni giorni e visitare i miei nonni dall'altra parte dello stato. A parte alcuni commenti sprezzanti sulla colonizzazione da parte della gente, non ricordo nessuno che mi abbia fatto sedere e mi abbia spiegato le complessità di celebrare il Ringraziamento attraverso una lente nativa. È stato semplicemente trattato come qualsiasi altra vacanza. Andando a scuola nella riserva, i problemi dei nativi e la storia dei nativi contemporanei erano intrecciati nel tessuto della scuola, quindi l'associazione dei nativi con il Ringraziamento è in qualche modo sanguinata sullo sfondo di tutto il resto che ho vissuto crescendo. La mia scuola elementare era a pochi passi da una casa lunga e dai resti bruciati di un collegio, quindi il Ringraziamento era nativo come qualsiasi altra cosa che ho vissuto.

Realizzare la stranezza che circonda il Ringraziamento è stato un lento gocciolare. Allontanandomi da casa per andare all'università, ho imparato rapidamente che essere immersi nella vera cultura nativa dalla nascita non è comune per molte persone e per la maggior parte delle persone, le uniche cose che sanno di noi sono ciò che hanno imparato nel Charlie Brown Thanksgiving Special o nei venti minuti in quarta elementare quando l'insegnante spiegava loro velocemente la storia del primo Ringraziamento mentre facevano creare i propri copricapi con carta da costruzione impolverata e nastro adesivo.

Con questo voglio dire, mi sono state fatte molte domande stupide sull'essere Nativo da Non Nativi. Ricordo quando ero un junior al college e un mio amico che era un Resident Advisor mi chiese di rispondere alle domande dei suoi matricole residenti sull'esperienza dei nativi. All'epoca ero un mentore per il centro studentesco dei nativi, quindi questa domanda non era così strana, ma amico, non sei sopravvissuto se non hai dovuto rispondere alle domande di matricole del college stranamente autorizzate su qualcosa che sanno accanto a niente a riguardo, ma penso che siano esperti totali in merito. Il momento clou è stato probabilmente il diciottenne che, quando ho detto che le tribù sono le loro nazioni sovrane, mi ha detto che per questo motivo era illegale per me votare alle elezioni negli Stati Uniti. Nella sua mente, era come se stessi in qualche modo commettendo una frode elettorale.

Hillel: Crescendo, il Ringraziamento non è mai stato messo in discussione. Era molto tradizionale e celebrato con la nostra chiesa che perpetuava il mito pellegrino e indiano di sedersi a tavola come amici insieme e condividere un pasto.

Ho iniziato a capire cosa fosse il Ringraziamento circa otto anni fa, quando ho letto un articolo che raccontava la vera storia. Mi ha fatto approfondire la festa e come noi, come nazione, abbiamo ancora una volta nascosto la verità su ciò che è successo agli indigeni e su come gli americani trasformano gli indigeni in creature mitiche.

Jacqueline: Il Ringraziamento per me non ha mai riguardato i pellegrini. Quando avevo sei anni, mia madre, una donna della Nazione Dineh, disse a me e mia sorella di non cantare il verso Terra dell'orgoglio del pellegrino in America (il mio paese è di te) . La nostra gente, disse, era qui da molto più tempo e si prendeva molto più cura della terra. Dovevamo invece cantare Land of the Indian's pride.

Ero orgoglioso di cantare i nuovi testi a scuola, ma cantavo dolcemente. Mi è bastato conoscere la differenza. A sei anni, sentivo di aver imparato qualcosa di molto importante. Come figlio di una famiglia di nativi americani, fai parte di un gruppo molto selezionato di sopravvissuti. Avevo appreso che la mia famiglia possedeva una conoscenza interna di ciò che realmente accadeva quando quelle masse povere e stanche arrivavano nelle nostre case.

Immagine Getty

Senti la responsabilità di educare le persone su quello che è successo ai Pequot e ai Wampanoag (e infine ai Lakota e così tanti altri) anche solo per iniziare ad avere una conversazione sul Ringraziamento? Come può il nostro sistema educativo smettere di fallire americani e smettere di puntare su questa vacanza?

Sean: Dopo alcuni anni passati a lavorare direttamente con i cibi indigeni e aver visto così tanta attenzione in questo periodo dell'anno con domande su come festeggiano i nativi americani, penso che sia un ottimo momento per iniziare a guardare oltre solo educare le persone sulle vere storie del Ringraziamento.

Dobbiamo iniziare a usare questa festa che ha dato agli americani medi un momento per pensare alla cultura dei nativi americani e usare questa attenzione per un cambiamento positivo perseguendo una moderna comprensione della diversità delle culture indigene nelle nostre regioni. Dobbiamo anche abbandonare le nozioni datate e razziste degli scenari Pellegrino e Indiano per andare avanti.

Andy: La mia responsabilità come giornalista nativa è raccontare storie di nativi attraverso le voci dei nativi. Sì, come giornalista nativa, è mia responsabilità far conoscere al pubblico le vere atrocità del Ringraziamento, del colonialismo e del razzismo, e tutti i problemi causati da queste cose.

Ma, personalmente, se sono in giro per la città a fare i miei affari in luoghi non nativi, non sento che è mia responsabilità educare le persone su ogni singolo problema dei nativi. Personalmente, non ho l'energia per farlo. È estenuante. Non devo alle persone ignoranti il ​​mio tempo personale.

kate hudson cappotto quasi famoso

Joey: Essendo uno dei pochissimi nativi americani nella comunità comica di Los Angeles, sento un'enorme pressione per educare le persone sui problemi dei nativi perché, come ho detto prima, mi vengono poste molte domande stupide da persone che non sanno meglio. A volte è innocuo. Una donna con cui ho fatto uno spettacolo di improvvisazione quando mi sono trasferito a Los Angeles per la prima volta mi ha contattato alcuni anni dopo per chiedermi se andava bene per lei farsi un tatuaggio da acchiappasogni. Voglio dire, immagino? Forse?

Altre volte è estremamente stressante come l'incontro di presentazione che ho avuto all'inizio di quest'anno in cui la persona a cui ho presentato ha passato l'intero incontro chiedendomi se le città vicino a dove è cresciuto, in tutto il paese da dove sono cresciuto, avevano nomi nativi. Ci sono 570+ tribù riconosciute a livello federale. Centinaia di più a livello statale. La cultura e la lingua da una regione all'altra potrebbero essere diverse quanto le differenze culturali tra il Regno Unito e l'Egitto. Quindi, non lo so, amico. Google?

come incontrare un papà di zucchero

Penso che il problema con il nostro sistema educativo (e una grande ragione per cui le persone sono così poco istruite su di noi) è che la storia del Ringraziamento e della storia americana, in generale, è scritta in modo tale da ridurre al minimo qualsiasi colpa europea per aver commesso un letterale genocidio. È più difficile spiegare alla gente le oscure complessità dei nativi americani negli Stati Uniti quando puoi semplicemente trasformarlo in The heroic Pilgrims atterrato a Plymouth Rock e gli indiani selvaggi erano così eccitati che hanno preparato loro una bella cena e poi hanno dato loro tutto le loro terre prima di scomparire come Guerre stellari forza i fantasmi.

Quello che mi piacerebbe vedere personalmente è che le scuole abbiano programmi di studio specifici per ogni regione in cui istruiscano gli studenti sulla terra aborigena della tribù in cui si trovano. Potresti fare la prima o due ore della storia degli Stati Uniti in prima media o qualsiasi altra cosa... qualsiasi cosa. Dovrebbe includere anche un aggiornamento su cosa sta facendo la tribù in questo momento. Se stai lottando per trovare dove inserirlo nel tuo curriculum, dedica un po' meno tempo a parlare dell'ex presidente Rutherford B. Hayes. Starà bene.

A partire da ora, il 90 percento delle scuole degli Stati Uniti non copre affatto la storia dei nativi americani dopo il 1890 e per questo motivo, molte persone pensano che siamo estinti: i nativi sono estinti? è una vera domanda che mi è stata posta - o che indossiamo ancora vestiti perizoma tutto il tempo come se fosse il 1700. Apprezzerei se, durante quell'unità della scuola elementare in cui i bambini stanno facendo i copricapi per il primo Ringraziamento, se, invece di quello, gli insegnanti spiegassero loro una cronologia più reale e non romantica di quello che è successo. Durante questo, dovrebbero anche sottolineare che i nativi sono ancora qui e stanno ancora facendo un sacco di cose fantastiche e poi invece di fargli fare copricapi, potresti avere loro Google fantastici nativi che sono fare cose interessanti oggi e chiedi loro di fare una breve presentazione sulla persona nativa che hanno scelto. Festeggia ciò che stiamo facendo ora invece di trattarci come qualcosa che esisteva allora.

Questo potrebbe sembrare difficile da capire per i bambini, ma se ciò che i bambini dicono mentre mi cancellano mentre sto giocando a Fortnite online è un'indicazione, possono gestirlo.

Hillel: Non sento la responsabilità di educare le persone perché non è mia responsabilità fare qualcosa che il sistema scolastico statunitense non è riuscito a fare. Se le persone chiedono o escono durante una conversazione, sì, abbiamo quella conversazione e non ho paura di metterli a disagio con la verità. Il nostro sistema educativo può smettere di fallire iniziando a dire la verità! La storia è scomoda. C'è un genocidio in ogni paese colonizzato nel corso della storia. La seconda guerra mondiale è iniziata a causa del genocidio e ci sono più capitoli nei libri di testo scolastici degli Stati Uniti su quegli eventi. Eppure, ci sono due paragrafi - forse un paio di pagine se sei fortunato - sul intero storia della colonizzazione in questo paese.

Inizierei a risolvere questo problema da una prospettiva educativa in diversi modi. Avrei una revisione completa dell'istruzione e della formazione degli insegnanti quando si tratta di questo. Si inizia con gli insegnanti e il personale in generale. Se hanno cattive informazioni, come possono educare adeguatamente? In ogni anno di scuola, i bambini avrebbero avuto nei loro libri di testo verità adeguate all'età sugli indigeni. Non sarebbe ricoperto di zucchero quando saranno ragazzini al liceo. Se possibile, ci sarebbe un lavoro pratico con le tribù locali. Ci sarebbero state gite in luoghi dove sono avvenute atrocità e la verità non sarebbe stata nascosta. Il denaro potrebbe essere stanziato appositamente per questo. Non ci sarebbero più insegnanti che distribuiscano il tuo nome indiano o animale spirituale o altra cosa culturalmente inappropriata da portare a casa e riportare indietro. Gli insegnanti avrebbero la formazione e il finanziamento per farlo accadere. Dovremmo avere interi sistemi in atto, in ogni stato, su misura per quei luoghi, in modo che ogni tribù sia rappresentata. NON SIAMO TUTTI UNA TRIB.

Jacqueline: Ovviamente. Non possiamo fare progressi se a ogni generazione viene insegnata la propaganda che avvantaggia solo una parte della popolazione degli Stati Uniti.

Nel mio prossimo libro Standoff: Standing Rock, il movimento Bundy e la storia americana dell'occupazione , analizzo alcune verità sconosciute sulla guerra rivoluzionaria e sulle origini degli Stati Uniti. Lo faccio perché non possiamo nemmeno avere una discussione significativa sul cambiamento dell'attuale dinamica basata sul colonialismo e sullo sfruttamento delle terre indigene e delle persone di colore se non cambiamo l'inquadratura della discussione.

Mio lettura su come L'America è ancora una colonia e le diverse storie di origine di un colono (americano) contro un popolo indigeno (e risultati risultanti) affrontano questo.

Ho appena trascorso tre giorni intervistando i membri della tribù nella riserva Yankton Sioux. I residenti di White Swan vivono ancora in alloggi tribali pieni di muffa dopo che un ciclone di bombe ha colpito la loro comunità a marzo. Ora stanno affrontando l'inverno con temperature gelide e forse più inondazioni in primavera. Ho coperto questo in Paese indiano oggi e Sierra Magazine .

Nonostante tutto ciò, hanno trovato sostegno l'uno nell'altro e consumano regolarmente pasti insieme nel centro comunitario. Per il Ringraziamento, stanno organizzando un pasto con tutti i fiocchi. La comunità locale non nativa ha donato tacchini. Stanno ringraziando, Wopida, per essere sopravvissuti per essere ancora lì. Siamo ancora qui è un ritornello che si sente spesso in tutto il Paese indiano, ed è qualcosa che spero che tutti gli americani ricordino questo giovedì.

Puoi supportare la comunità Yankton Sioux qui .

Immagine Getty

Cosa significa per te questa vacanza adesso? Festeggi ancora? Se sì, cosa mangi? Quanto è importante per la tua famiglia sul Rez?

Sean: La storia escludente e revisionista che celebra un'immaginaria armonia coloniale non si adatta al nostro mondo moderno. Dovremmo crescere e sforzarci di essere più inclusivi, meno razzisti e più comprensivi della diversità. Il Ringraziamento dovrebbe riguardare la celebrazione del tempo con la nostra famiglia e i nostri amici e prendersi un momento per ringraziare e apprezzare tutto ciò che ci ha uniti.

Lo metto in relazione con il Piatto Spirito/Offerta che si trova in molte culture native che prendono quel momento per pensare e ringraziare ogni pianta, animale e persona sia presente che non presente, vivente o passata, e tutto ciò che ci ha uniti e l'importanza del cibo che condividiamo.

Andy: Il Ringraziamento è una festa del cibo; no Pellegrini e colori autunnali in vista. In questi giorni, il Ringraziamento è a casa mia e non permetterò che i colori autunnali di cattivo gusto o i pellegrini a casa mia. È un'opportunità per me e mia madre di trascorrere del tempo in cucina, che è il nostro posto preferito al mondo. Proviamo nuove ricette e parliamo di cibo. Non parliamo di problemi pesanti a tavola e mi piace così. Produciamo il tacchino e tutti i soliti articoli per le vacanze: purè di patate, ripieno, involtini di lievito e torta di zucca da zero. Poiché io e mia madre amiamo cucinare, condimentiamo le cose, proviamo sapori diversi e introduciamo elementi jolly come riso selvatico e insalate di mela e melograno. Questo giorno è ancora importante per me per questo motivo.

È importante per la mia famiglia perché è un'opportunità per noi di stare insieme, cucinare una tempesta e andare a fare shopping dopo. Tutti hanno il giorno libero dal lavoro. Non puoi vedere niente di male in questo.

Joey: Il Ringraziamento per me e la mia famiglia a casa è, mentre crescevo, lo stesso di qualsiasi altra festa. È una scusa per uscire con le persone a cui tengo e mangiare tacchino e qualsiasi altra cosa qualcuno porti. L'unica differenza è che questa volta sto facendo commenti sprezzanti sulla colonizzazione invece di ascoltarli.

Hillel: Non si tratta solo di educazione, il Ringraziamento è un giorno del ricordo. È un giorno per guardare indietro e vedere quanto siamo forti come popolo. Guarda quanto siamo resistenti! Che non importa cosa ci hanno fatto e stanno facendo il governo degli Stati Uniti e i coloni ancora facendo a noi, siamo ancora qui e stiamo prosperando.

Per me, il Ringraziamento è più di un giorno per uscire l'uno con l'altro. Siamo tutti molto impegnati e viaggiamo molto. Ci riuniamo e ci incontriamo faccia a faccia, non sulla nostra catena di messaggi. Non posso parlare per gli altri, ma per me non significa nulla. Non la considero una bella giornata. È una giornata terribile con una storia terribile che non viene raccontata.

La mia famiglia mangia insieme e si prende quel fine settimana libero. Non celebriamo di per sé, ma mangiamo gli standard e aggiungiamo qualsiasi altra cosa desideriamo. Mi piacciono le costolette di mio fratello Ted, quindi spero sempre che lo faccia.

Jacqueline: Vedo, nella storia del Primo Ringraziamento, un cuore Pellegrino nascosto. La storia di quel cuore è la vera storia che ha bisogno di essere raccontata. Cosa conteneva? Bigottismo, odio, avidità, ipocrisia? Abbiamo visto il male che quelle azioni hanno causato nei 400 anni successivi: genocidio, devastazione ambientale, povertà, guerre mondiali, razzismo.

Costume 5° elemento rubino rodiato

Dov'è l'eroe che distruggerà quel cuore di malvagità? Credo che debba essere ognuno di noi. In effetti, quando renderò grazie questo giovedì e cucinerò il mio cibo nativo, penserò a questo cuore nascosto e a come i miei antenati sono sopravvissuti al male che ha causato.

Perché se riusciremo a sopravvivere, con la nostra capacità di condividere e di dare intatta, allora il male e la buona volontà che si sono incontrati quel giorno del Ringraziamento nella terra dei Wampanoag avranno chiuso il cerchio. E la guarigione può iniziare.