Keith Hufnagel di HUF nella sua ultima video intervista: da skater di New York a icona dello streetwear

Keith Hufnagel di HUF nella sua ultima video intervista: da skater di New York a icona dello streetwear

Nell'ultimo episodio di I maestri , Eli Morgan Gesner, redattore di stile Uproxx, si è seduto con leggenda dello skate e il fondatore di HUF Keith Hufnagel per quella che sarebbe stata la sua ultima video intervista prima di morire di cancro al cervello alla fine del mese scorso. Nonostante la triste notizia della morte di Hufnagel, l'intervista è piena di ogni sorta di gemme per i veri capi HUF e per chiunque sia appassionato della cultura skate e della scena streetwear. Funge da agrodolce commiato di un'icona, ed è bello vedere Hufnagel sorridere, scherzare e ricordare la sua ascesa da skater di New York a professionista di fama mondiale a imprenditore di streetwear.

In quasi venti minuti, Hufnagel racconta i suoi primi giorni di crescita e di esplorazione dei marciapiedi screpolati della New York degli anni '80, di come si è imbattuto nella scena dello streetwear dopo essersi trasferito nel quartiere Tenderloin di San Francisco e di come alla fine ha deciso di dare al marchio il suo nome. .



HUF era il mio nome di tag, spiega Hufnagel. Ero un ragazzo semi-graffiti cresciuto a New York... Quando sono diventato professionista mettevo HUF sulle mie tavole e mi veniva in mente i fottuti nomi peggiori per il negozio... penso di averci pensato per settimane... tutto sulla carta sembrava una merda, quindi ho detto 'facciamolo'.

Non sorprende che Hufnagel abbia inventato il nome del marchio in modo così organico: ogni pietra miliare della sua storica carriera è nata dalla sua autentica passione per la cultura dello skate. Non c'è mai stato alcun falso.

Volevo solo pattinare. E, naturalmente, ami i prodotti da skate perché vuoi rappresentare e indossare cose... Ho viaggiato per il mondo, sono andato a Los Angeles, New York, Giappone, Londra, dappertutto e sono tipo... 'Adoro la cultura delle sneaker , amo lo skateboard e amo lo streetwear, facciamolo.'

Altri punti salienti dell'intervista includono un'esplorazione dei prodotti più strani di HUF, dal masturbatore HUF x TENGA al ridicolo concetto dietro gli ormai leggendari calzini con foglie di erba HUF.

L'intero concetto era che vai a una festa, ti togli le scarpe a casa di qualcuno, indossi questi fottuti calzini d'erba e le ragazze verranno da te come 'Adoro i tuoi fottuti calzini.'... Non è stato proprio decollare all'inizio... era solo vendere il minimo indispensabile per anni. Abbiamo anche parlato di non farlo più, e poi all'improvviso... la stagione successiva qualcuno li ha indossati da qualche parte, e ora all'improvviso ogni bambino deve averli... ogni ragazzo delle superiori li voleva, ogni ragazza li voleva... tutti all'improvviso non siamo riusciti a tenere il passo con la domanda.

perché che guevara è così popolare?

Guarda Eli Gesner fare a pezzi un'ultima volta con Keith Hufnagel sopra e prendere il resto I maestri episodi qui