È morto Howard Finkel, leggendario annunciatore di ring di wrestling professionistico

Principale Lotta Professionale

Notizie strazianti dalla WWE questa mattina come Howard Finkel, indiscutibilmente il più grande annunciatore di ring nella storia della compagnia (e, leggermente più discutibilmente, il più grande annunciatore di anello nella storia di lotta ) è morto. Aveva 69 anni.





attraverso WWE.com :

cindy sherman film senza titolo ancora #35

Quando si considerano i più grandi annunciatori di ring nella storia dello sport e dell'intrattenimento sportivo, sarebbe difficile nominarne uno migliore di Howard Finkel. Nato a Newark, NJ, The Fink - un'etichetta che era stata attaccata affettuosamente a Howard nel corso degli anni - ha fatto il suo debutto sul ring al Madison Square Garden nel 1977 per il predecessore della WWE, WWWF.





Nel 1979, Finkel era l'annunciatore a tempo pieno della WWWF, e quando la WWE fu fondata nel 1980, The Fink divenne il primo - e alla fine il più longevo - impiegato. La voce distintiva di Finkel era immediatamente riconoscibile e per più di due decenni Superstar come The Ultimate Warrior, Stone Cold Steve Austin e altri avrebbero avuto una vittoria del titolo contrassegnata dalla chiamata caratteristica di The Fink e NNNEEEWWW World Champion!



come masturbarsi meglio?

Sebbene non sia stata annunciata alcuna causa di morte, The Fink ha avuto a che fare con problemi di salute che hanno limitato le sue apparizioni pubbliche negli ultimi anni, incluso un ictus del 2018. Anche questo non è riuscito a tenerlo lontano, tuttavia, poiché ha visitato Monday Night Raw nel settembre del 2019. È stato inserito nella WWE Hall of Fame nel 2009.



Il ruolo della voce di Howard Finkel nei nostri ricordi della World Wrestling Federation degli anni '70, '80 e '90 non può essere sottovalutato. Il nostro affetto e le nostre condoglianze vanno alla sua famiglia, ai suoi amici e ai suoi fan. Di seguito sono riportati alcuni video del suo lavoro, nel caso volessi ascoltarlo di nuovo. Riposa in pace, Fink.