La tentacolare eredità queer di American Horror Story

Principale Film & Tv

'Halloween prima parte', episodio quattro della prima stagione storia dell'orrore americana , si è aperto con una storia di fantasmi di un amore inacidito. Vediamo la casalinga molto nervosa Chad, gomitata in profondità nelle zucche a tema di Maria Antonietta, che accusa il suo partner Patrick di infedeltà. Sembra che lo stress delle ristrutturazioni domestiche e della pianificazione familiare abbia messo alla prova i confini della loro relazione aperta.





Era la prima volta che vedevo una coppia gay in TV, dice Tyler, 22 anni, appassionato AHS spettatore dal Tennessee, USA, che aveva 14 anni quando l'episodio è andato in onda. A quel punto ero fuori solo con un paio di miei amici perché avevo paura di essere giudicato o molestato. Vedere quei personaggi sembrava una benedizione.

È improbabile che, in così tenera età, Tyler abbia capito quanto fosse rivoluzionario il suo primo assaggio di una relazione queer. Né Chad (Zachary Quinto) né Patrick (Teddy Sears) erano un 'gay etero' né un 'atleta chiuso'. Il loro amore non era un vergognoso segreto, la base per una storia in uscita o uno qualsiasi degli altri soliti tropi che hanno spinto la rappresentazione LGBT + sullo schermo. Invece, una generazione di giovani queer è stata dotata di personaggi complessi e imperfetti, la cui relazione non rientrava nei confini dell'etronormatività e la cui sessualità era orgogliosamente in mostra. Per qualsiasi definizione, storia dell'orrore americana li ha resi normali.



mary j blige r kelly

Liz Taylor in American HorrorStoria: Hoteltramite YouTube



Xiaomara, 23 anni da Buenos Aires, Argentina, aveva 16 anni quando lo spettacolo è tornato per la sua seconda stagione, Asilo , con una nuova ambientazione e un nuovo cast di personaggi. Sarah Paulson, che aveva impressionato nella prima stagione nei panni dell'enigmatica medium Billie Dean Howard, ha interpretato un ruolo da protagonista nei panni di Lana Winters, una giovane giornalista determinata il cui nome appare spesso nelle liste dei più grandi personaggi televisivi lesbici di tutti i tempi.



Lo guardavo con i miei genitori, dice Xiomara. Con Lana, lo spettacolo mi ha dato il coraggio e la forza di dire: 'Ehi, sono io. Sono stato così da quando riesco a ricordare e non c'è cura. Amami o odiami, sono orgoglioso e amo me stesso. '

Come Chad e Patrick, Lana era un personaggio queer tridimensionale con una storia realistica e una vita amorosa spietata. Ma dove la prima stagione della serie antologica, Murder House , ha cercato di normalizzare le identità degli uomini, Asilo ha scelto Lana's per scopi educativi.



Xiomara è stata tra coloro che sono rimasti sbalorditi dalle scene in cui il clero della chiesa costringe Lana a sottoporsi a terapia elettroshock nel tentativo di curarla dalla sua sessualità, una brutale rivisitazione di un capitolo oscuro della storia LGBTQ +.

All'epoca Paulson, che esce con donne ma non etichetta la sua sessualità, ha ammesso trovare le scene difficili , ma ha detto che si sentiva in dovere di raccontare la storia. Questo è qualcosa che le donne e le persone gay hanno dovuto sopportare in qualche momento nella nostra cultura, ha detto The Hollywood Reporter nel 2013. Ci sono ancora persone che credono di poter portare via il gay e che hanno provato una qualche versione di questa terapia anche oggi, ha detto. Ma non è stato facile per me tornare a casa la sera e scrollarmela di dosso.

È del tutto possibile che Murphy abbia riflettuto su questa e sulla terza stagione, intitolata Raduno , ha offerto una tregua nel franchise. Un racconto gotico e affascinante sulla politica tribale e le persecuzioni con gruppi di streghe, Raduno è intriso di cultura pop e ha guidato la serie con una sensibilità campale che si è rivelata infinitamente citabile (Emma Roberts dice che la sorpresa è davvero il dono gay che continua a dare) e piena di look iconici e di ispirazione occulta.

Amazon Eve e Ma Petite, American Horror Story:Spettacolo folletramite Tumblr

crea il tuo video di sesso

Raduno è stato seguito un anno dopo da Spettacolo folle, che ha portato una notevole aggiunta al cast con l'attore transgender Erika Ervin. Conosciuta ai fan con il suo nome d'arte Amazon Eve (anche il nome del suo personaggio nello show), Erika ha aperto la strada agli attori trans e alle donne che non si adattano alle norme sociali (a 6'8, Erika una volta deteneva la Guinness record mondiale per il modello più alto del mondo).

' storia dell'orrore americana , per me, significava realizzare un sogno che si avvera, mi dice. Ero già un personaggio regolare di una serie in un altro programma televisivo prima di esso, ma Spettacolo folle è stato il mio breakout. Mi ha fatto capire che va bene essere diversi. Faccio fatica con l'immagine del corpo perché, che ci piaccia o no, le donne sono vincolate da molti standard di bellezza. Il nostro spettacolo è diverso.

Il personaggio di Erika faceva parte di un gabinetto itinerante di curiosità, alcune delle quali avevano disabilità e deformità visibili.

Spettacolo folle riguardava la discriminazione contro le persone disabili, spiega. Ho ricevuto molti feedback positivi e sono stato messo in contatto con molte persone disabili e ho capito che la disforia di genere, così com'è, è strettamente correlata a questi problemi.

Dr Daniel Clarke, un accademico su cui ha scritto molto storia dell'orrore americana e il suo uso del campo, dice questo Spettacolo folle e il suo seguito, Hotel, servire come metafora più ampia per l'oppressione etronormativa delle identità queer.

Penso che ci sia una connessione interessante tra il modo in cui gli showrunner interpretano i personaggi socialmente emarginati e i personaggi LGBTQ +, spiega. Questi gruppi non sono sempre la stessa cosa nei loro spettacoli, ma il primo è spesso usato come un'analogia per i secondi, spesso alla ricerca di parabole sociali o allegorie.

immagini moderne in bianco e nero

Ovviamente, storia dell'orrore americana è tutt'altro che perfetto. Per ogni vigilia dell'Amazzonia c'è una Liz Taylor, la donna trans interpretata da Denis O'Hara in Hotel . Sebbene la sua performance sia stata ampiamente riconosciuta come la migliore della stagione, la decisione di lanciare un uomo cis nel ruolo di una donna trans sembrava obsoleta allora, e anche di più oggi.

Orrore americanoStoria: Hoteltramite YouTube

Il franchise ha anche una mancanza di personaggi queer di colore, il che è stato amplificato da Hotel Il casting di cinque uomini bianchi dall'aspetto simile in ruoli chiave. Una foto dei cinque attori (tre dei quali hanno interpretato ruoli queer) è diventata virale quando la stagione è andata in onda nel 2015, con i fan che accusavano lo spettacolo di avere un 'tipo' definito quando si tratta di uomini gay.

Questo è qualcosa che Miguel Sagaz, un attore messicano gay che ha recitato nella settima stagione, Culto , rifiuta. Penso che sia stato un gran polverone per niente, dice, descrivendo il processo di casting come daltonico.

'Ho affrontato sfide nella mia carriera perché l'industria spesso non ha la visione per vedere oltre gli stereotipi durante il casting. storia dell'orrore americana è stata la prima volta per me in quanto sono stato scelto per le mie capacità di recitazione, né il mio accento né il tono della mia pelle sono stati fondamentali per la scelta del ruolo di Bruce. '

Tuttavia, con il progredire dello spettacolo, continua a migliorare la rappresentazione. La stagione di quest'anno, 1984 , vede nel cast Angelica Ross, una donna trans nera. La serie precedente, Apocalisse , presentava due uomini neri queer (Billy Porter e Jeffrey Bowyer-Chapman).

Dietro la telecamera, Murphy, il cui repertorio include anche Gioia e Feudo , ha avuto un contratto Netflix da 300 milioni di dollari che lo rende uno dei più potenti produttori televisivi. Nel 2016, ha lanciato la sua iniziativa Half, che mira ad avere il 50% dei ruoli di regista nella lista dei superproduttori piena di minoranze - entro un anno dal lancio, la lista dei registi di Ryan Murphy Television ha assunto il 60% donne registe e il 90% ha soddisfatto il requisito delle donne e delle minoranze.

Secondo Sagaz, sono questi sforzi verso una migliore rappresentazione e diversità che saranno l'eredità dello spettacolo. Indipendentemente dalla tua nazionalità, razza o orientamento sessuale, hai una voce su quel set e la tua voce è importante.