Incontra il creatore del primo grande studio di anime di proprietà di Black

Incontra il creatore del primo grande studio di anime di proprietà di Black

Quando pensi agli anime, quello che probabilmente ti viene in mente sono le scolarette con gli occhi spalancati con la pelle di porcellana e Sailor Moon estetica. Forse è il tipo minaccioso del ragazzo della porta accanto, un pallido e sottile interesse amoroso con un misterioso retroscena. Poi c'è l'ipersessuale molto attraversato - pensa Erina Nakiri in un soft porno-barcollante Food Wars con seni prosperosi. Raramente incontriamo personaggi principali che si staccano da questi tropi estetici, che, per la maggior parte, ritraggono personaggi con la pelle chiara e le caratteristiche eurocentriche. Anche quando vengono mostrati caratteri neri o PoC, di solito sono ridotti a stereotipi unidimensionali o riempitivi di sfondo insignificanti.

La diversità negli anime, sia dentro che fuori dallo schermo, è un problema. Il più delle volte, si basa sul lavoro di un settore che ha avuto pochissima esperienza di lavoro con persone di colore o PoC. Il Giappone è un paese abbastanza omogeneo. È probabile che non vedrai molte persone non giapponesi, e questo è particolarmente vero per i neri, afferma l'account Instagram @black_anime_characters, un archivio online americano gestito da neri che mette in luce i personaggi neri e PoC di tutto il paesaggio animato, come Afro Samurai , Bebop cowboy , Sailor Moon , Naruto e altro ancora. La maggior parte della rappresentazione della gente di colore negli anime proviene da media non giapponesi e si riflette nello stesso modo in America, il che significa che le poche volte che abbiamo effettivamente ruoli in TV, sono stereotipati o insignificanti per la storia, loro spiegare. Ma poiché l'anime è diventato un fenomeno globale e la sua base di fan si è diversificata, i personaggi sullo schermo stanno cominciando a riflettere questo?

il declino della civiltà occidentale 3

Per gentile concessione diD'Art Shtajio

Al centro di questa spinta alla diversificazione degli anime c'è D'Art Shtajio. Fondato nel 2016 dai fratelli gemelli Arthell e Darnell Isom e dall'animatore Henry Thurlow, D'Art Shtajio è il primo studio di anime americano in Giappone e il primo grande studio di anime di proprietà di neri, in assoluto. Lavorare dietro le quinte di una serie di spettacoli di successo come Attacco a Titano , Un pezzo , e Tokyo Ghoul , così come spot pubblicitari per artisti del calibro di Adidas e Asos, lo studio è al timone di una nuova generazione di animatori desiderosi di diversificare il settore dentro e fuori dallo schermo, attraverso la rappresentazione dei personaggi e le storie che scelgono di evidenziare.

Non ci avviciniamo alle cose pensando che diventeremo attivisti politici, ma scegliamo personaggi che sarebbe bello rappresentare proprio in questo momento, afferma Arthell, co-fondatore e direttore artistico dello studio. Non vogliamo semplicemente riempire gli spazi vuoti e colorare una persona in questo o quello, perché è sbagliato. Cerchiamo di vedere come possiamo rappresentare al meglio questo personaggio. Ogni volta che ne abbiamo la possibilità, lo pubblichiamo.

D'Art Shtajio si è concentrato principalmente sull'esternalizzazione delle proprie competenze in spettacoli più grandi, ma ha anche lavorato su una serie di cortometraggi e produzioni interne. Nel 2018, Arthell è stato contattato da Noir Caesar, un'agenzia creativa di proprietà nera guidata dal giocatore NBA Johnny O'Bryant, per animare XOGENASYS , un webcomic su un adolescente problematico, Darius, che rientra nel circuito del wrestling professionistico, per provvedere alla sua famiglia. È stato bello lavorare con creator con background simili perché non eravamo stati in grado di discutere di queste storie fino ad allora, spiega. La sceneggiatura, che è modellata sulle conversazioni avute tra Isom e O'Bryant, riflette le loro esperienze condivise crescendo nelle famiglie nere: Eravamo tipo, 'quali sono questi detti che dicono le mamme nere?', Aggiunge.

C'è una scena nel trailer di XOGENASYS che raffigura un barbiere, una parte dell'esperienza nera che raramente viene mostrata su qualsiasi media, per non parlare degli anime. In un altro, Darius, il cui abbonamento al wrestling è stato appena interrotto, inizia a gridare a sua madre, che ribatte: a chi stai urlando? Non farmi venire lassù. Arthell spiega: Ci sono aspetti più piccoli dei personaggi che possiamo esprimere e mostrare alle persone al di fuori della visione stereotipata che le persone generalmente vedono.

In un recente video musicale per La traccia di Weeknd, Snowchild , diretto da Arthell, una versione anime di The Weeknd cammina attraverso una Hollywood vestita di neon abitata da donne cyborg dagli occhi rossi. L'intera cosa ha un aspetto decisamente cyberpunk. E se i cartelloni pubblicitari con ologramma, i paesaggi urbani malinconici e gli scatti sui tetti industriali non lo rivelano, il testo della canzone (' Le piacciono i miei suoni futuristici nella nuova astronave / Il sesso futuristico le dà il cazzo di Phillip K. ’) Lo fa certamente.

ho guardato Fantasma nella conchiglia per la prima volta al liceo nel 1997, e qualcosa mi ha fatto capire che dovevo essere un artista, dice. L'ho guardato ogni giorno per un anno e non sapevo perché mi piaceva così tanto fino a quando un insegnante non mi ha chiesto di concentrarmi su quella domanda. È stato allora che ho scoperto che mi piacevano gli sfondi e il modo in cui l'animazione si muoveva attraverso di essi.

È finita Fantasma nella conchiglia che Arthell ha scoperto Hiromasa Ogura, il leggendario direttore artistico del film, anche dietro a classici di genere come Ninja Scroll e Ali di Honnêamise . È il motivo per cui sono venuto in Giappone, ammette Arthell, prima di aggiungere: ha questo stile specifico che usa luci e ombre molto duramente per descrivere la forma, e ne sono sempre stato affascinato.

Non ci sono ancora molti personaggi neri, o generalmente diversi, negli anime, e sentire queste storie ci fa venir voglia di fare qualcosa con loro - Arthell Isom

Dopo aver studiato arte a Osaka, Arthell ha fatto domanda per uno stage presso lo studio di Ogura, Ogura Kobo, come animatore di sfondo, dove avrebbe lavorato per altri 12 anni. È qui che ha collaborato con alcuni degli animatori più prolifici del settore e ha lavorato a programmi di successo come Candeggiare , Maggiordomo nero , e Naruto . L'unica cosa a cui ho pensato da quando il liceo si è finalmente avverato, racconta. Superando l'idealismo di chi era, era un grande artista e non mi aspettavo di più. Conoscerlo come persona, il suo staff, e vedere come lo rispettavano e conoscere il suo mestiere, questo lo ha reso ancora più grande per me.

Arthell descrive Ogura come un'esperienza formativa che cambia la vita. Era molto severo e si aspettava molto da tutto il suo staff, ma questo mi ha aiutato ad andare avanti, dice. Siamo diventati buoni amici, beviamo qualcosa insieme e parliamo di cose. Adesso mi dà consigli per la mia compagnia.

Non più trasmesso esclusivamente in occidente attraverso repliche su TV e DVD noleggiati durante il primo giorno, gli anime continuano a crescere in popolarità attraverso servizi di streaming come Netflix e Amazon Prime. All'inizio di quest'anno, Netflix ha annunciato che avrebbe trasmesso in streaming l'intero catalogo di Studio Ghibli (sans Tomba delle lucciole ), così come spettacoli contemporanei come My Hero Academia , Food Wars , e Carole e martedì . Per non parlare dell'ossessione incessante di Hollywood di assicurarsi remake live action di anime classiche come Bebop cowboy , Death Note , e Un pezzo , mostra ancora una volta una domanda globale per la forma d'arte. La speranza è però che quella serie anime originale e diversificata catturerà un'ondata culturale simile.

rapina la banca fino in fondo dal vivo

Guardando al futuro, Arthell vuole dare vita a più progetti non solo di creatori di Black o PoC, ma anche di narrative LGBTQ +. Vogliamo aiutare i creatori indipendenti, soprattutto provenienti da minoranze, a essere in grado di raccontare le loro storie, spiega, facendo riferimento a un progetto imminente per il marchio di scarpe Timberland incentrato su un personaggio trans. Noi, ovviamente, vogliamo fare un cambiamento nel settore e anche per poter entrare in modo efficace con qualsiasi tipo di margine, dobbiamo realizzare produzioni più grandi. Non ci sono ancora molti personaggi neri, o generalmente diversi, negli anime, e ascoltare queste storie ci fa venir voglia di fare qualcosa con loro.