Le cinque collezioni più iconiche di Gianni Versace

Le cinque collezioni più iconiche di Gianni Versace

Gli stilisti raramente sono diventati così audaci o rivoluzionari come Gianni Versace, le cui collezioni che definiscono l'epoca per la casa che porta il suo nome sapientemente a cavallo tra sessualità e potere, hanno inaugurato l'epoca del super e trasformato la sfilata di moda nel fenomeno della cultura pop che lo sappiamo oggi.

Quest'anno sono vent'anni da quando il designer è stato ucciso a colpi di arma da fuoco sulla soglia della sua villa di Miami. I tragici eventi sono stati raccontati ossessivamente nel tempo da allora - ma, due decenni dopo, e poiché Donatella ha assicurato che Versace rimanga una delle più grandi etichette del mondo, la vita di Gianni e l'impronta nella moda sembrano mature per la celebrazione.

come diventare uno stregone nella vita reale

Ma qual è il modo migliore per rendere omaggio? Dove molti hanno provato e fallito (vedi - o non lo fanno - Lifetime Casa di Versace , dove lo spirito di Gianni appare alla Donatella di Gina Gershon come una farfalla CGI) - William Banks-Blaney , l'uomo dietro il lussuoso negozio vintage londinese William Vintage, lo sta portando su un terreno più sicuro. Vale a dire - i vestiti stessi.

E questi vestiti non sono reinterpretazioni o omaggi ai modelli di Gianni - lascialo a Donatella, che il mese scorso a Milano ha mostrato una collezione basata sull'archivio di Gianni in uno spettacolo emozionante che si conclude opportunamente con una quintina di super che camminano verso La libertà , come notoriamente hanno fatto nel 1991. No, per Banks-Blaney - sebbene amasse il tributo (era musica ai miei occhi!), sta riportando gli originali - pezzi reali che esistono ancora dell'epoca in cui Gianni ha lavorato.

Quei pezzi, parte di un archivio di oltre 500 capi, lo sono ora in vendita su Farfetch , mentre l'esperto apre per la prima volta quella che si stima essere la più ampia collezione di Versace vintage al mondo. L'archivio riporta gli anni in cui Gianni è stato alla guida del marchio, così come un breve periodo presso la casa italiana Genny all'inizio della sua carriera. Le poche persone a cui abbiamo mostrato l'archivio che conoscono Versace, sono sbalordite dal fatto che abbiamo così tanti pezzi iconici.

cosa succede se ti metti del limone in faccia?

Qui, Banks-Blaney sceglie i cinque spettacoli di Versace che hanno definito l'eredità di Gianni e i cui pezzi possono essere trovati nell'archivio di 500 pezzi.

POP, SS91

È questo enorme omaggio agli anni Sessanta, afferma Banks-Blaney di Versace SS91, nota da allora come la collezione Pop. C'è questo brillante ironico, sbirciatina, con le gambe lunghe, quasi Carnaby Street sentire ad esso. Più di questo, però, è una dimostrazione che le stampe esuberanti sono state una seconda natura per il designer: turbinii barocchi decorati hanno incontrato tagli di stampa leopardata e diamanti arlecchino, insieme a un tripudio di Irving Penn -shot Voga copertine, punteggiate su un body scintillante. Ricorda però un'impronta ed è probabile che siano i volti di Marilyn Monroe e James Dean , tratto dalle leggendarie serigrafie di Andy Warhol - qualcosa che Donatella avrebbe mandato in passerella ancora una volta sedici anni dopo. Riguarda quel momento di Warhol, dice Banks-Blaney. Non è solo una delle stampe più gloriose possibili, ma anche quel brillante crossover tra ciò che è arte e ciò che è moda. Gianni ha lavorato con la Andy Warhol Foundation su quelle stampe, creando un precedente per i designer decenni dopo; proprio in questa stagione, Raf Simons ha fatto lo stesso per una serie di stampe per la sua collezione SS18 di Calvin Klein.

MISS S&M, AW92

Penso che la collezione Bondage sia probabilmente la mia collezione preferita personalmente, dice Banks-Blaney di Miss S&M dell'AW92, ora più comunemente chiamata collezione Bondage. Per ovvie ragioni - questa è stata la versione giocosa di Gianni dei tropi del fetishwear - vale a dire: un sacco di pelle, borchie, collari per cani, imbracature e un sacco di gambe, con Gianni che ha scherzato in seguito sul fatto che metà di Manhattan sta ora camminando con un'imbracatura. Lo adoro per quel momento da top model, dice Banks-Blaney, quel momento in cui le modelle di quel tempo erano così alte, con busti, fondoschiena e vita. Ti ha davvero reso davvero Guarda alla donna. A quel tempo, però, c'era una grande ondata di indignazione - il critico Suzy Menkes ha detto nel backstage, non voglio che le donne siano oggetti sessuali o cose del genere ... ma, dopo tutto, le donne hanno il diritto di scegliere. Ora, Banks-Blaney la vede in modo diverso: ci sono molti designer che potrebbero avere un punto interrogativo sul fatto che amino le donne, ma in ogni vestito di Gianni puoi vedere che lo fa. Anche quando mandava le ragazze su una passerella con un'imbracatura, non si trattava di mettere le donne su un piedistallo. Dell'archivio, Banks-Blaney afferma di aver raccolto diversi pezzi di questa collezione, inclusi gli iconici abiti con imbracatura, in cui i corpetti con spalline con cinghie bondage cadono in abiti da sera che scremano il corpo. Sono straordinariamente rari.

PUNK, SS94

Penso di averlo amato perché ero di Londra e qui c'era questo designer, che era esotico e oltraggioso, facendo riferimento ai punk britannici degli anni '70, dice Banks-Blaney della SS94. Naturalmente, l'idea del punk è stata trasformata in qualcosa di completamente più glamour: prendere la spilla da balia e usarla per tenere insieme a malapena abiti che si dividono lungo la cucitura laterale rivelando i corpi delle modelle sotto. Piace quella vestito, indossato da un certo Liz hurley , un abito con la capacità magica di trasformarla in una star internazionale dall'oggi al domani. Ci sono persone che non riconoscono assolutamente la moda, ma saprebbero che quel vestito era di Versace, dice Banks-Blaney. Più di un semplice brivido a buon mercato, dice che mostrava un designer con un'innata comprensione di ciò che era accaduto prima, paragonandolo ai pannelli di pelle esposti del couturier francese estremamente influente Madame Grès . E c'è anche una connessione personale - uno dei miei primi pezzi personali era un cappotto da uomo della collezione Punk da uomo che purtroppo è stato rubato lo stesso anno - è stato così triste!

di cosa parla la principessa mononoke?

ATELIER VERSACE, AW95

Momento memorabile da Atelier Versace AW95: il modello Karen Mulder in un abito in vinile avvolgente con uno strato a forma di abito da ballo di PVC trasparente sopra le righe, una dimostrazione di come Gianni potesse fondere sapientemente insieme il buon gusto e il cattivo gusto. È una collezione interessante per me ed è diventata davvero collezionabile, dice Banks-Blaney. È fortunato ad aver trovato pezzi della collezione - sono rarissimi - nell'archivio compreso l'abito indossato da Madonna nella campagna di Mario Testino di quella stagione, qui in rosso. È davvero bello perché sono monocolore e tagliati con perspex - ed è davvero la testimonianza che con questo archivio almeno il sessanta per cento dei pezzi sono stati girati in immagini iconiche dell'epoca, su Linda, su Cindy, su Claudia, su Madonna. Sono stati utilizzati nelle campagne. Versace non è annacquato: questi sono i pezzi davvero iconici. E li abbiamo.

L'ABITO OROTON

È un argomento leggermente separato - non rientra del tutto in una collezione, ma abbiamo alcuni pezzi di Oroton davvero straordinari che coprono il periodo di vent'anni, dice Banks-Blaney. Oroton è la cotta di maglia caratteristica di Versace - invariabilmente in oro o argento - formata in abiti incredibili realizzati con maglie di metallo duro, ma drappeggiati con tutta l'elasticità della seta. È un'idea che esisteva negli anni '20, negli anni '60 e '70, ma Gianni ne fece la sua firma, ipotizza Banks-Blaney. C'è questa durezza e questo senso di giubbotto antiproiettile, eppure si muovono come l'acqua: sono un giusto tributo alla donna Versace. Non c'è da stupirsi, quindi, che Donatella abbia usato cinque abiti Oroton per chiudere il suo recente tributo a Gianni - la casa possiede Oroton, ha detto Donatella - il suo indossato da una sfilza di super originali: Naomi, Carla , Helena , Claudia e Cindy. Testamento del potere dell'abito di Oroton? Alla rivisitazione del tributo di Donatella il giorno dopo lo spettacolo sono rimasti solo tre degli abiti - il resto era ancora con le loro top model.