'Survivor' ha una dipendenza da Russell?

'Survivor' ha una dipendenza da Russell?

guardo a Sopravvissuto portando Russell Hantz tornato per la terza volta in quattro stagioni più o meno allo stesso modo in cui i fan degli Yankee hanno guardato George Steinbrenner che assumeva Billy Martin per la terza, quarta e quinta volta. Solo perché qualcosa ha funzionato una volta non significa che continuerà a funzionare, e l'insistenza nel tornare a quel punto più e più volte suggerisce un franchise che fondamentalmente non sa più cosa fare per riconquistare la gloria passata.

Naturalmente, i franchise di realtà e quelli di baseball hanno durate di vita diverse. Gli Yankees sono sopravvissuti sia a Billy che a Boss George e continueranno a correre finché esisterà lo sport, mentre Survivor alla fine andrà in onda. La nuova stagione di Redemption Island, che debutta stasera alle 8, è la 22esima del franchise, che è un'eternità in TV, anche se compressa in soli 11 anni. I programmi TV invecchiano, i reality show invecchiano ancora più velocemente e arriva un punto in cui l'unico modo per mantenere l'interesse dei fan è riportare i vecchi concorrenti.



la parte superiore smette di girare all'inizio?

Quindi mettere Russell contro Boston Rob Mariano ha un senso. Sicuramente attirerà la serie più attenzione – nella sua prima stagione in competizione testa a testa con American Idol – di quanto potrebbe avere un cast tutto civile.

Ma amico, sembra disperato.

Sì, l'unica stagione senza stelle da un po' di tempo che la maggior parte dei fan sembrava apprezzare è stata la prima parte di Russell in Survivor: Samoa, dove si è fatto strada fino all'ultimo consiglio tribale e ha perso grazie a una giuria che comprensibilmente lo disprezzava. E sì, anche la successiva stagione di Heroes vs. Villains, in cui è arrivato di nuovo alla fine e ha nuovamente raccolto il vortice di una giuria ostile, è stata anche molto popolare.

Lo capisco, proprio come riconosco che Russell non mi piace molto più della maggior parte dei restanti fan di Survivor. Sento che ha tratto beneficio da una stupida opposizione – o, in Heroes vs. Villains, da un'opposizione che non lo aveva visto giocare la prima volta – da idoli dell'immunità che potrebbero anche avere frecce al neon puntate verso di loro, e dalla sua stessa abilità per promuovere se stesso e le sue capacità. (Ho visto altri giocatori essere aggressivi quasi quanto Russell, ma pochi si sono avvicinati all'essere così bravi a dare ai produttori soundbyte autoesaltanti con cui costruire una narrazione.) E anche per gli standard dei cattivi su Survivor, è abbastanza sgradevole.

Ma capisco che gli altri lo amano e sentono che è stato derubato una o entrambe le volte davanti alla giuria. Anche così, tre volte in quattro stagioni invia un messaggio molto forte, e quel messaggio è che i produttori di Survivor sentono che lo spettacolo non può più esistere senza Russell. E quando un giocatore diventa più grande del gioco, questo è un problema enorme.

il costume leeloo del quinto elemento

Devo aggiungere che, anche se Boston Rob mi piace molto più di Russell, non ho nemmeno bisogno di vederlo. Questa sarà la sua quarta volta in Survivor e la sesta volta in un reality show della CBS (contando due stint di Amazing Race). Ha avuto il suo tempo. Se vogliono condire ogni stagione con uno o due dei loro oltre 300 allievi, va bene, ma questi stessi due ragazzi continuano a diventare sciocchi.

Una parte di me è quasi tentata di guardare Redemption Island(*) solo per vedere come Russell riesce a competere contro un gruppo di persone che sanno esattamente come opera - ma le probabilità sono 50-50 tra vederlo votato per primo e vederlo trascinato fino alla fine da un giocatore abbastanza esperto da riconoscere che l'atto di Russell gli costerà sempre la vittoria.

(*) Il titolo della stagione deriva dall'altra sua trovata, in cui ogni giocatore che viene eliminato rimane una parte del gioco in isolamento, quindi gareggia contro la prossima persona votata per la possibilità di rimanere, e l'ultimo in piedi arriva a tornare alla competizione. Sembra complicato, ma anche una svolta interessante e più giusta rispetto alla versione di Survivor: Pearl Islands, dove nessuno sapeva che due persone che sono state escluse sarebbero tornate.

Se le persone dietro Survivor sentono sinceramente che il franchise non può più esistere senza la presenza di Russell, allora devono essere ancora più sfacciati a riguardo: chiamalo Survivor: Russell Island, introduci regole specifiche che si applicano a tutti tranne Russell, consenti un voto del pubblico componente per il premio di un milione di dollari in modo che possa smettere di lamentarsi del gioco, ecc., ecc. – o hanno bisogno di fermarlo un giorno e fare qualcos'altro.

Alan Sepinwall può essere raggiunto a sepinwall@hitfix.com