Il Braintrust 'Better Call Saul' sa perché odi Chuck

Il Braintrust 'Better Call Saul' sa perché odi Chuck


Perché Meglio chiamare Saulo alterna la carriera legale di Jimmy McGill negli anni prima che cambiasse il suo nome in Saul Goodman e la lenta immersione di Mike Ehrmantraut nel mondo della droga di Albquerque, non c'è un vero consenso tra i fan dello show su quale metà preferiscono. Alcuni sono presi dalla discesa morale di Jimmy e dalla sua relazione con Kim Wexler; altri ci sono dentro per il Breaking Bad prequel di tutto, e prenderà tutti i cameo familiari che possono ottenere. Ma c'è una cosa su cui praticamente tutti coloro che amano lo spettacolo possono essere d'accordo:

Essi odiare Chuck McGill.



Questa non è una sorpresa sia per Michael McKean, che interpreta l'imperioso fratello maggiore malato di mente, sia per BB allume Peter Gould, che ha co-creato Saulo con Vince Gilligan. All'inizio di questa settimana, mi sono seduto con entrambi gli uomini per discutere le radici della faida Jimmy/Chuck (che ha raggiunto il suo culmine drammatico con l'ora migliore della stagione, la battaglia in aula di Chicanery), l'apparente svolta di Chuck nell'episodio di questa settimana, com'è per McKean come a Breaking Bad fan di far parte di uno spettacolo ambientato nello stesso universo, come si sente Gould riguardo all'equilibrio tra le metà di Jimmy e Mike dello spettacolo, quanta più vita vede in questa storia e molto altro ancora.

Mentre stavamo facendo due chiacchiere prima che accendessi il mio registratore, McKean ha tirato fuori uno dei suoi preferiti Breaking Bad teaser (il ballata di droga canzone della seconda stagione di Negro Y Azul), che mi ha portato alla mia prima domanda:

Peter, come ti sembrano i teaser? Saulo sono affatto diversi da Breaking Bad ? La filosofia che seguite per iniziare un episodio è diversa?

Gould: Mi sento come se stessi parlando da entrambi i lati della mia bocca perché ho passato anni a dire come abbiamo cercato di distinguere Meglio chiamare Saulo a partire dal Breaking Bad , e come è uno spettacolo diverso con un tono diverso, eccetera, eccetera. Ma non so se la nostra filosofia dei teaser sia cambiata affatto. Cerchiamo sempre un qualche tipo di spettacolo per iniziare un episodio, e specialmente cose che illuminino l'episodio che segue nel modo più indiretto possibile. A volte è un'occasione per esplorare un bocconcino sui personaggi o un'immagine che ci incuriosisce. Sarò onesto, a volte diremo semplicemente che non facciamo un teaser da molto tempo senza dialoghi. Non ne abbiamo fatto uno che sia fuori da un'immagine da più avanti nell'episodio. Perché spesso finiamo per fare il teaser per ultimo. Devo dirlo, e sono imbarazzato, ma non so se la nostra filosofia sia davvero cambiata.

Michael, ce ne sono di accesi? Saulo che ti è piaciuto particolarmente?

McKean: Ho questo problema con questo spettacolo. Come continuo a dire, ho realizzato tre film di 10 ore con questo personaggio. In realtà, un film di 30 ore. Non penso a loro in termini di cosa succede dove, sai? Questo (della scorsa settimana), è stato fantastico. Non lo so. Non mi influenzano allo stesso modo perché li guardo in modo diverso, credo.

Nel complesso, l'esperienza di guardare questo - perché lo stavi realizzando, hai letto la sceneggiatura - è diversa da quando stavi guardando Breaking Bad ?

McKean: O si. Ho letto le sceneggiature, ovviamente, e ho anche letto le cose in cui non sono dentro. C'è un vecchio attore che dice: bla, bla, bla, la mia battuta, bla, bla, bla, la mia battuta. Non è quello. L'ho letto, ma so anche che quando leggo queste lunghe scene di blocco con Jonathan Banks, non ho idea di cosa stia facendo. E non vedo l'ora di non sapere cosa sta facendo quando lo vedo fino a quando non ripaga, perché so come lavorano questi ragazzi. Certo, le cose su cui lavoro, le imparo e le conosco, ma le cose con la storia di Jonathan e Mando, tutte quelle cose, sono una bella sorpresa. Sono un fan. Sarei un fan anche se non fossi nello show. Probabilmente sarei un fan più grande.

Gould: Non lo so; devi guardare te stesso.

McKean: Sì lo faccio. Sono bloccato con quello.

Gould: So solo che personalmente non posso guardarmi o ascoltarmi, motivo per cui non ascolterò mai niente di tutto questo. C'è stato un teaser che hai fatto che ho adorato. Seconda stagione in cui suonavi il piano, con il metronomo. L'origine di tutto questo era davvero, com'è essere Chuck? Sappiamo quanto sia duro un Jimmy. Come si tratta? Questo è stato affascinante per me. Certo, hai giocato magnificamente.

McKean: Grazie a un po' di magia cinematografica, sì.

Gould: Hai suonato magnificamente, ma anche solo quel momento in cui commetti un errore—

McKean: Li ho implorati di farne una chitarra. So davvero suonare la chitarra.

Gould: Non crediamo nell'utilizzo del vero talento.

McKean: Sì, hai dato la chitarra a (Ed) Begley, per l'amor di Dio. È un batterista! Non sai niente?

Gould: Avremmo dovuto saperlo, assolutamente.

Sto cercando di ricordare, però; tu e Begley avete davvero lavorato insieme a questo? Eravate entrambi nella scena della sala conferenze?

McKean: No, non l'abbiamo mai fatto. No.

Gould: Non ancora.

McKean: La nostra relazione, da 40 anni, è stata organizzata per le stesse parti: dammi un ragazzo alto e biondo che sappia fare una battuta. Begley è uno dei miei migliori amici, e una volta toccava a noi due per un pilota, che non era particolarmente buono, ma, ehi, è un pilota. Questo è stato circa cinque anni fa. Ci siamo resi conto che dipendeva da noi due. Ed mi ha appena detto la cosa migliore: guarda, qualunque cosa accada, sarà in famiglia.

Tornando a quello che stavi dicendo prima su come leggi anche le cose in cui non sei, Noah Emmerich su Gli americani si rifiuta di leggere il materiale in cui non si trova il suo personaggio perché dovrebbe essere all'oscuro.

McKean: Capisco quell'impulso, ma anche fingere di essere al buio è divertente. In questo caso, sarebbe stato bello non sapere cosa mi sarebbe saltato addosso Jimmy, ma dovevo saperlo. dovevo saperlo. È una cosa diversa.

La cosa fantastica del climax di quell'episodio è che Jimmy fondamentalmente fa scattare tre cose di fila. Fa il Frankie Pentangeli portando Rebecca in aula. Poi fa la cosa con il cellulare, e poi rivela la batteria. Quanto avete parlato di quante ruote dentro le ruote ha dovuto fare per ingannare Chuck?

Gould: Infinitamente. Sono contento che funzioni, ed ero così felice di come è venuto fuori, ma ci è voluto molto tempo e molte discussioni per arrivarci. Il problema è che Chuck è così dannatamente intelligente. Francamente, penso che sia molto più intelligente di Jimmy, ed è probabilmente altrettanto ingannevole.

McKean: Un diverso tipo di intelletto, ed è un diverso tipo di imbroglione.

Gould: Quindi trovare abbastanza colpi di scena per spiazzare Chuck davvero, quella era la lotta. Nella scrittura faccio sempre una distinzione: ci sono problemi che sono problemi dello scrittore e ci sono problemi che sono problemi del personaggio. Stai molto meglio se è il personaggio che ha il problema. In altre parole, se è un problema che Jimmy sta cercando di risolvere, è una cosa eccitante da guardare per il pubblico. Se sono gli scrittori che cercano di risolvere un problema dello scrittore, allora diventa meccanico. Se si tratta del personaggio che fatica a capire, come posso superare in astuzia mio fratello che è più intelligente di me? Chi conosce la legge più di quanto potrò mai sapere, e chi può vedermi arrivare a un miglio di distanza? - questo è un problema drammatico. Nella stanza dello scrittore, se possiamo riformularlo lontano da noi dicendo cose come: Cosa possiamo nascondere al pubblico? A volte lo diciamo, ma soprattutto mi piace quando possiamo giocare con le nostre carte sul tavolo il più possibile.

Qual è stata l'esperienza di fare, non solo quell'episodio, ma la scena del Capitano Queeg in particolare?

McKean: Era lungo. C'erano più di 30 pagine di dialoghi in quella scena. È stato un lavoro ingrato impararlo, ma grazie a questi ragazzi tutto mi è stato abbastanza chiaro. Ho avuto meno domande sulla realizzazione di questo film di 30 ore di quante ne abbia fatte quasi tutte le cose che ho mai fatto, che è durato solo 90 minuti o due ore alla volta. Sono sempre stati molto chiari con me. E abbiamo visto i personaggi crescere insieme. Abbiamo visto la relazione iniziare come una cosa molto semplice: Chuck è qualcuno di cui Jimmy si prende cura quando Saul Goodman si prendeva cura delle altre persone più di tutti i soldi in quei barili di petrolio, sai? Questo faceva parte dell'apprendimento di chi fosse diventato. L'abbiamo visto crescere da lì, ed è stato sempre molto chiaro per noi. Quando questi ragazzi mi hanno chiamato e hanno detto, riguardo all'episodio nove della prima stagione, Sai una cosa? Ci sarà un piccolo cambiamento qui. Riveleremo qualcosa su Chuck che forse non sospettavi. Mi ha fatto molto piacere perché mi ha aiutato ad essere protagonista della mia storia, sai? Chuck non sarebbe mai stato il protagonista di Meglio chiamare Saulo . Non è il caso. Ma ogni personaggio dovrebbe essere il protagonista della propria storia. È stato meraviglioso.

Gould: Questo cast si prepara ampiamente. Potresti avere l'impressione, è televisione, non ci sono molte prove. Non c'è. Mi piacerebbe, personalmente, se lo facessimo, ma non lo facciamo. Non è una praticità del modo in cui lavoriamo. Con questa particolare sceneggiatura, che ha scritto Gordon Smith, abbiamo lavorato molto duramente per farla finire nella sua forma finale per il cast in anticipo, perché sapevamo che voi ragazzi avreste bisogno di molta preparazione. Ricordo che dovetti, per vari motivi, passare a casa di Bob a Los Angeles. Era circa una settimana prima che l'episodio iniziasse a girare, e lì sono entrato. C'è il nostro cast riunito attorno al tavolo della sala da pranzo di Bob, tutti con i loro script, che eseguono le battute per queste scene. Mi ha fatto sentire così bene, e mi ha fatto sentire così fantastico sapere che queste persone così brillanti stavano tutti trasformando il loro intelletto e mettendo ogni pensiero in ogni parola. Il che, ovviamente, è anche qualcosa a cui penso mentre rivediamo le sceneggiature mentre lavoriamo attraverso la storia, perché sappiamo che il nostro cast è davvero, davvero intelligente. Penseranno alla sceneggiatura in modi che non ci sogneremmo mai. Quindi cerchiamo di pensare a queste cose da tutte le angolazioni che conosciamo per darti una sceneggiatura che abbia senso per te, che sia coerente.

McKean: Ecco perché ha senso, è perché lo coprono dalla loro fine. Funziona.

Hai detto in passato di aver cercato di non pensare davvero all'aspetto della malattia mentale di Chuck, perché per quanto riguarda Chuck, questa è una cosa reale che sta vivendo. Dal momento in cui Jimmy rivela la batteria in questi prossimi episodi, come è cambiato il modo in cui interpreti il ​​personaggio?

McKean: Beh, ovviamente significa che deve pesare qualcosa che prima non aveva considerato. Ogni volta che devi farlo nella tua vita, cambia le cose. Quando hai a che fare con Chuck, hai a che fare con una persona che non è davvero in grado di dire: Questo cambia tutto. Non potevo dirlo a Rebecca. Non l'avrebbe nemmeno lasciata entrare. Con il dottor Cruz, con il personaggio di Clea DuVall, ha trovato una persona, un professionista. È stato come assumere un avvocato: ha trovato qualcuno con cui essere onesto al 100%. Ciò non accade automaticamente. L'ottavo episodio è stato il più vicino all'essere umano come abbiamo visto Chuck, perché ha dovuto affrontare qualcosa. Non l'ha fatto andare via. Non era come, posso camminare, Mein Fuhrer. Non era affatto quel momento. Mi piacerebbe avere quel momento solo per far ridere Peter Bull. Nessun altro motivo. Hai visto quel momento, vero?

Gould: Ovviamente.

McKean: Saremmo usciti dalla realtà se la mattina dopo Chuck si fosse svegliato e avesse detto: Grazie a Dio. Ho imparato l'errore dei miei modi. Era tutto nella mia testa, e ora sto bene. La vita non funziona così e nemmeno questi ragazzi.

Gould: Conosco solo le mie esperienze con la terapia. Il sogno è che tu abbia un momento di svolta, e poi improvvisamente questo cambia tutto. La verità è che puoi avere tutte le intuizioni del mondo, ma viverle giorno per giorno, momento per momento, è davvero difficile. È un sacco di lavoro. Adoro il fatto che Chuck abbia probabilmente, ai miei occhi, un momento di svolta lì. Un momento in cui è disposto ad ammettere la cosa che non è stato disposto a considerare prima, come dice Michael, e ora la domanda successiva è: sarà in grado di dare seguito a questo?

McKean: L'ultima riga in La denuncia di Portnoy , che è fondamentalmente una lunga sessione con lo strizzacervelli, quindi il strizzacervelli ha una riga alla fine. Ha detto qualcosa del tipo: Oh, signor Portnoy, ora possiamo cominciare. Questo è un po' ciò che è la vita.

Se consideri cosa succede alla fine dell'episodio in aula, Jimmy vince completamente, Chuck perde completamente, ma poi guardi all'episodio otto, non lo penseresti perché Jimmy è così infelice e Chuck in realtà sta facendo relativamente bene con quello è scoperto.

Gould: Assolutamente. C'è un mondo in cui quello che è successo in quell'episodio in tribunale avrebbe spinto Chuck a volersi vendicare, a perseguire Jimmy ancora più di prima. È interessante che Chuck non sembri, almeno nell'episodio otto, volerlo affatto. La cosa grandiosa per noi, e speriamo per il pubblico, è quando i personaggi ci sorprendono. È sempre quello che cerchiamo, ed è sempre la mia frustrazione nella stanza quando iniziamo a parlare in anticipo di un episodio e diciamo, beh, succede questo, e succede questo, e lui fa quello, e lei fa quello, ed è tutto logico a volte. A volte ha davvero senso. Poi penso tra me e me, beh, gli esseri umani di solito mi sorprendono nella vita reale. E speri di prenderne un po' dalla vita reale. Gli esseri umani di solito non agiscono puramente nel loro interesse personale. Non agiscono logicamente. Cerchiamo di onorarlo e di capire davvero queste persone nel miglior modo possibile.

Michael, quando hai incontrato i fan dello show, cosa ti dicono generalmente i loro sentimenti per Chuck?

McKean: Mettono in chiaro che gli piaccio e che non gli piace davvero Chuck. Non c'è altra risposta ma, va bene. Sono su qualcosa qui. Erano buoni. Ma ci sono persone che sembrano capirlo senza approvarlo. Penso che sia diventato abbastanza chiaro che c'era qualcosa nei genitori, in particolare sulla mamma. A un certo livello, e lo sta esagerando, Chuck incolpa anche Jimmy per la morte prematura del padre. Sicuramente la sua rovina. E Chuck ha reso la mamma orgogliosa; Jimmy ha fatto ridere la mamma. Non puoi comprarlo, lo sai? Puoi comprare il suo orgoglio lavorando sodo, ma se qualcuno sembra essere amato più di te e non puoi spiegarlo e non ha senso, allora il mondo è un po' pazzo e potresti dover andare un po' pazzesco starci dietro. Non so se sto leggendo troppo, ma questo è solo qualcosa che ha sempre sentito Chuck. È come quella cosa in cui vai a vedere un film di cui tutti vanno pazzi, e lo vedi sullo schermo, sai che puzza. La tua domanda è, sono io? Cosa c'è di sbagliato in tutti? Sono io? Beh, Chuck non ha il, sono io? Sa che non è lui. Sa che sono tutti gli altri. Sto semplificando una persona complicata, ma è solo per parlarne un po'.

Ebbene, siete tutti sorpresi dall'universalità di quel tipo di antipatia per Chuck nei confronti del pubblico?

McKean: Non.

È quello che ti saresti aspettato di entrare?

McKean: Penso che abbia senso.

Gould: odio tornare a Breaking Bad , ma abbiamo imparato su Breaking Bad , una volta che uno spettatore è dall'angolo di qualcuno, tendi davvero a stare dalla sua parte. Quindi, se qualcuno si opponeva a Walter White, il pubblico odiava quella persona. Specialmente, e penso in modo più eclatante, nel caso di Skyler. C'era molto da fare, lì. C'era molto da fare con Skyler. Ma la verità è che è molto difficile uscirne. Le prime impressioni contano, immagino sia il modo di dirlo. Ci vuole molto per staccarsi dalla prima impressione del personaggio, anche se noi che lavoriamo nello show potremmo vedere le cose in modo molto diverso. Ho molta più simpatia per Chuck di quanto penso abbia la maggior parte dei nostri spettatori.

McKean: Ma penso che si veda nella scrittura, sai? Perché non hai scritto un cattivo. Mai.

Gould: Come hai visto nell'ottavo episodio, Chuck va in posti che non mi aspettavo. Nel corso della stagione, sarò interessato a vedere se il pubblico cambierà in qualche modo la sua opinione su di lui.

Il fatto è che Chuck ha ragione. Lo rende una profezia che si autoavvera con le cose che fa a Jimmy, ma ha ragione su cosa può diventare Slippin' Jimmy con una laurea in legge.

McKean: Beh si. Ma è iniziato quando Jimmy si è presentato con una laurea in legge. È iniziato quando ha superato l'esame, perché poi è diventato reale. Altrimenti era solo, Yeah, mio ​​fratello. Lavora nell'ufficio postale. Se fosse rimasto a quel livello avrebbero potuto svilupparsi in una vera relazione d'amore. O una relazione che era abbastanza amorevole da accontentarsi. Ma Chuck ha ragione, in una certa misura. Non do quei giudizi; Voglio dire, devo perché è Chuck, e non posso essere totalmente obiettivo, ma capisco. Capisco che è vero, che c'è qualcosa da dire per giocare secondo le regole. Sai, Dean Wormer aveva ragione a provare a chiudere la Delta House. Aveva davvero ragione. Erano un mucchio di pasticci. Ma nessuno tifa per Dean Wormer.

Gould: Lo amo; è vero. Ho sentito persone dire, e ne discutiamo nella stanza dello scrittore, Jimmy sarebbe diventato Saul Goodman se Chuck lo avesse accolto felicemente nella professione legale? E penso che alla fine tutti possiamo incolpare le nostre famiglie per ciò che siamo diventati. Non è completamente impreciso. Ma d'altra parte, devi anche assumerti la responsabilità delle tue azioni. Queste sono le domande che fanno un buon dramma, almeno nel mio libro.

Michael, ti piace agire nel momento e non pensare a cosa sta arrivando, ma sai cosa sta succedendo, almeno per Jimmy/Saul. È difficile tenerlo fuori dalla tua testa in queste scene in cui parli di cosa può diventare?

McKean: No, perché devo pensare in ordine cronologico. Non posso andare avanti perché Chuck non può vedere il futuro. Posso leggere il futuro una volta che mi consegnano un copione, ma è diverso. Non devo davvero ricordarmelo perché è lì ogni giorno. La vita ti arriva velocemente e la morte ti arriva per ultima.

Peter, hai già pensato a dove si trova Chuck durante gli eventi di Breaking Bad ? È qualcosa che sapete?

Gould: Parliamo di tutte quelle domande. A proposito di dov'è Chuck, dov'è Kim. Parliamo di queste cose all'infinito nella stanza dello scrittore. Dico spesso che andiamo mattone per mattone e scena per scena, il che è abbastanza vero, ma non possiamo fare a meno di parlarne. Quindi dove va? E come è andata a finire? Ne abbiamo sicuramente parlato molto. Abbiamo teorie forti.

Teorie forti ma non ancora una risposta definitiva?

Gould: Sappiamo molto. Ci siamo posti molte domande all'inizio della prima stagione e disperavo di avere mai le risposte. La domanda fondamentale dello spettacolo, che è: quale problema risolve il diventare Saul Goodman? Non avrei mai pensato che ci saremmo arrivati, e poi eccoci alla fine della terza stagione e le nuvole stanno iniziando a separarsi. Anche se c'è una tristezza in questo, perché Jimmy che diventa Saul Goodman è una perdita. Mi mancherà Jimmy.

A volte ricevo lamentele perché mi riferisco a loro come a due personaggi separati. Credi che siano essenzialmente due persone diverse?

Gould: No. A chiunque guardi lo spettacolo, ne sono grato. Sono d'accordo con qualsiasi interpretazione. Se mi chiedi come la penso, penso a Jimmy McGill come a qualcuno che si sta provando un sacco di cappelli. Prova un sacco di personaggi, il che penso sia molto umano. Ci vuole molto tempo per capire chi sei con le altre persone e chi sei come persona, e per alcuni di noi quel lavoro non finisce mai. Penso che sia un esempio estremo di questo. È anche qualcuno che ama compiacere gli altri, quindi ha cambiato identità soprattutto per cercare di compiacere Chuck, per cercare di compiacere Kim, per cercare di andare avanti. Quindi penso a lui come a un cercatore e a qualcuno che sta cercando di trovare il suo posto nel mondo e che cerca di interessare le persone che contano per lui.

McKean: Immagina che Jimmy diventi un regista. Lo vediamo fare questa pubblicità e tu dici, sì, beh, in realtà vedo questo ragazzo essere una specie di gonzo, un tipo di film da spaccato di vita.

Gould: Assolutamente.

McKean: Forse non riuscito, ma forse felice. Forse stare bene. Chissà? Arthur Albert, il nostro direttore della fotografia della prima e della seconda stagione, proponeva costantemente il film, Jimmy va al cinema e si trasferisce a Los Angeles, il che penso sia stato solo perché Arthur voleva dormire a casa ogni notte.

E come sei arrivato all'idea che questo lavoro temporaneo sarebbe stato il luogo in cui ha iniziato a usare il nome come personaggio pubblico?

Gould: Era solo pura logica, perché lo avevamo visto usare il nome Saul Goodman quando stava truffando nella prima stagione. All'ultimo minuto, sta cercando un'altra identità. Deve improvvisare sul posto in modo da non rovinare per sempre il suo studio legale. Aveva senso che il primo nome che avrebbe tirato fuori dal nulla fosse quello che usava quando era un truffatore.

Un anno di sospensione, per molti spettacoli, non sarebbe necessariamente un grosso problema perché si muovono a un ritmo rapido. Ti muovi molto lentamente. Quanto hai pensato a come affronterai un anno senza che lui sia un avvocato?

Gould: Sono terrorizzato da questo. Queste sono tutte le domande che ho in mente e di cui parleremo tutti quando la stanza dello scrittore si aprirà alla fine. Speriamo abbastanza presto. Stiamo per sudare quello subito.

McKean: Posso farti una domanda? Puoi diventare un avvocato e ottenere una tegola con un nome che non è il tuo?

Gould: Puoi cambiare il tuo nome legalmente e ottenere una tegola in quel modo. E di questo ne avevamo parlato: fa solo finta di essere Saul Goodman e poi diventa avvocato per sfuggire all'anno? I nostri consulenti legali ci dicono che non è una realtà. Prima ho parlato della distinzione tra problemi dello scrittore e problemi del personaggio; questo è il problema del personaggio. Jimmy dovrà capire cosa farà di se stesso per un anno. Lo spettacolo si muove lentamente, come dici tu, ma ogni tanto, storicamente, siamo stati in grado di fare un salto in avanti un po'. Quindi dovremo... tutto è sul tavolo in questo momento.

La metà dello spettacolo di Mike sembra più vincolata dai fatti della storia: questa persona non può morire, questo deve accadere ora e non allora. Ma sappiamo che Jimmy non può essere radiato dall'albo perché sta praticando la legge nella stessa città in modo molto pubblico. È stata una cosa difficile da risolvere per te, visto che hai dovuto fare i conti con lui uscire dalla trappola che Chuck ha teso?

Gould: Bene, questa è una buona domanda. Penso che questo vada all'intera premessa del prequel, che è che potresti argomentare che un prequel ha intrinsecamente meno dramma perché, per esempio, sai che Jimmy sopravviverà fisicamente; sai che non morirà. La mia teoria, e spero che il pubblico sia d'accordo, è che di solito il modo in cui accade qualcosa è più interessante del semplice fatto che accada. Finora sembra funzionare per noi. In altre parole, è così importante per Jimmy non essere radiato dall'albo. Potresti dire, beh, nel pubblico sappiamo tutti che non viene radiato dall'albo. Quindi tutto questo è un brouhaha per niente. Ma la verità è che Chuck lo tiene nell'angolo. Come fa a non essere radiato dall'albo? Andiamo tutti a grandi spettacoli e sappiamo che alcune delle grandi scene, o alcune delle grandi svolte, come Le piccole volpi , in cui Michael è in questo momento, e vedrò stasera. Ricordo di aver letto Le piccole volpi al liceo, ma sarò ancora affascinato dal dramma di guardarlo momento per momento. La mia speranza è che funzioni a nostro favore. D'altra parte, ci sono grandi incognite in questa storia: cosa succede a Chuck? Cosa succede a Kim? Cosa succede a tutti questi altri personaggi che sono importanti per Jimmy?

Michael, come fan di questa serie e di questo mondo, saresti interessato a vedere una versione in cui otteniamo il Rosencrantz e Guildenstern sono morti assumere il Breaking Bad anni o un lungo periodo a Omaha?

McKean: O si. Assolutamente. Amo Gene a Omaha. Ho amato nel primo episodio di questa stagione che ha ampliato Gene. Potresti togliere l'avvocato dall'uomo, o no? È stato carino.

Hai fatto molte commedie, ma anche molti drammi nella tua carriera, e hai evitato di essere incasellato. Bob è conosciuto principalmente come attore comico, ma il lavoro che sta facendo qui, e il lavoro che voi due avete svolto insieme in quella scena in tribunale, è davvero notevole. Come qualcuno che conosci da molto tempo, com'è stato vederlo mostrare questo lato di se stesso?

McKean: Bene, è una specie di knockout. C'è stata una doppietta quando stavamo lavorando alla prima stagione. Conosco Bob da 20 anni o più. ho fatto un Mr. Show , ed ero un grande Mr. Show fan. Ho visto molte delle cose che ha fatto. È sempre fantastico. Poi l'ho visto fare la prima stagione di Fargo , e Nebraska . È come, cavolo, questo ragazzo ha delle braciole qui, sai? Non sta interpretando Bob Odenkirk. Questi sono due personaggi davvero, davvero profondi e meravigliosi. Quindi sono stato un po' perplesso, perché lui è uno di quei ragazzi che potrei pensare possa fare qualsiasi cosa. È come Sarah Silverman. Ha fatto questo film l'anno scorso, sorrido indietro , come casalinga tossicodipendente, ed era fottutamente fantastica. Vorrei dire che ero scioccato, ma non lo ero. È un pezzo con la persona che si esibisce per vivere che interpreta i personaggi per vivere. Ha solo fino al collo in questa cosa. È stato meraviglioso.

Era la stessa cosa con Bob. I miei attori preferiti sono sempre stati in grado di fare entrambe le cose. Alan Arkin è da sempre uno dei miei attori preferiti. La gente diceva: vuoi essere un attore divertente o vuoi essere un attore drammatico? Voglio essere Alan Arkin. Voglio essere un ragazzo che non fa mai domande su questo. Le sue prime ossa furono con Second City; era un genio dell'improvvisazione comica. Ha iniziato a fare film; per lo più commedie realizzate. Poi lo ha fatto Il cuore è un cacciatore solitario . Il personaggio era qualcosa che ha capito e creato, ed è stato meraviglioso. Cantautori, la stessa cosa. I grandi cantautori possono fare entrambe le cose? Randy Newman, canzoni molto divertenti. può ucciderti; può ucciderti con una canzone.

Peter, c'è stato un momento nello show originale o questo in cui alla fine hai accettato, possiamo lanciare qualsiasi cosa a Bob, in modo drammatico, e lui può suonarla?

McKean: Ragazzo, sembrava che lo sapessi entrare.

Gould: Penso che lo sapessimo. Ho avuto la fortuna di scrivere per lui su Breaking Bad e per dirigerlo. Sapevamo che era bravo. Non sapevamo quanto fosse bravo. Ci ha sorpreso per quanto fosse grande. Uno dei momenti che è stato molto appagante per me è stato il primo giorno di produzione del pilot. Penso di aver effettivamente scritto il piccolo monologo che ha sull'essere Slippin' Jimmy, a Cicerone. Ricordo di essermi sentito elettrizzato da questo, perché qui c'era Bob. Non è Saul Goodman; è più serio. Sta consegnando questo, e ricordo di averlo scritto, ma è molto meglio di come lo immaginavo. Allo stesso modo, nella primissima scena che Michael e Bob hanno avuto insieme, sapevo che Jimmy voleva l'amore di suo fratello, conoscevo le circostanze, ma non conoscevo la profondità emotiva che avrebbe avuto. Quindi penso che sia stato subito. La prima stagione è stata quasi tutta Bob. Con l'andare delle stagioni due e tre, alcuni altri attori erano sul foglio delle chiamate più spesso. Ma soprattutto nella prima stagione, Bob lavorava praticamente dall'alba al tramonto ogni giorno alla produzione. L'ha appena buttato fuori dal parco.

Abbiamo già parlato di come stai destreggiando due spettacoli in uno a questo punto. Ma Chicanery è quasi interamente Jimmy e Chuck. Huell si apre, ma per il resto non è nessuno da quella parte dell'universo. Come ti senti in generale riguardo all'equilibrio tra i due quest'anno, e perché hai deciso che uno sarebbe stato solo quella metà dello spettacolo?

Gould: È un equilibrio difficile. Non credo che nessuno di noi sapesse con certezza che avrebbe funzionato, perché è una struttura molto insolita per la televisione. Amiamo i momenti e le scene in cui le due storie non sembrano più due storie, perché è una storia, davvero. È una storia sull'evoluzione di Jimmy McGill in Saul Goodman, ma anche sull'evoluzione di Mike Ehrmantraut da poliziotto colpevole a assistente del criminale più grande e più cattivo di Albuquerque. Mi piace quando possiamo concentrarci su una storia per un lungo periodo di tempo. Non sono sempre a mio agio con la struttura a scacchiera. Mi piace quando possiamo andare in più di una linea retta estesa con un personaggio o una storia. Penso che ce ne sarà di più nello show. E credo che queste storie convergeranno fortemente.

Prima di arrivare alla convergenza, portare Giancarlo quest'anno ha creato più attrazione gravitazionale su quella fine dello spettacolo?

come trovare un papà di zucchero sulla ricerca di un accordo

Gould: Sì. Certamente se chiedessi al nostro team di produzione, direbbero, Boy, hai molte più location. Ci sono molte più location, gli episodi sono molto, molto ambiziosi, e questo perché succede molto di più in luoghi diversi con personaggi diversi. È Giancarlo, ma Nacho gioca un ruolo incredibilmente importante nella seconda metà della stagione, e diventa un personaggio che seguiamo intimamente in un modo che non avevamo prima. Sì, c'è un po' di giocoleria in corso, ma è sembrato molto naturale prendere il punto centrale della stagione, episodio cinque, ed esplorare davvero quel conflitto centrale tra Chuck e Jimmy e capire quali fossero le implicazioni di quel nastro, il nastro che Chuck fatto alla fine della seconda stagione.

Michael, qualche episodio fa devi fare una scena con Jonathan, ma non è proprio Chuck che interagisce con Mike perché è Mike sotto copertura. Rhea ha parlato di quanto ami quel lato dello show in cui non è presente. Ti ritrovi mai a pensare, vorrei che ci fosse un modo in cui Chuck potesse vagare per Los Pollos Hermanos?

McKean: Banks è fantastico e divertente. È un essere umano orribile, ma... No, lo adoro. Era esattamente il modo giusto per fare una scena con Banks, sai? Ho sempre voluto. Non ho mai visto come potesse accadere, e poi quando ho letto quella sceneggiatura. È come, apre la porta. Sono Mike Ehrmantraut e io sono tipo, Cazzo. Tutto bene. In realtà, mi piace. È stato fantastico. Ho passato la giornata con Jonathan e ci siamo divertiti molto. Devo anche essere Chuck, il ragazzo che sa tutto, essere assolutamente ignaro di quello che sta succedendo. È stato un po' brillante. Non ho ancora visto quell'episodio. Ho visto solo i primi tre e poi otto. Quindi abbiamo molto da recuperare. È stato davvero divertente.

È una stagione strutturata in modo interessante. Chicanery sarebbe il finale di molte altre stagioni, e quello che hai fatto da allora è quasi il tipo di azione che faresti normalmente all'inizio di un anno. Tutti si stanno riprendendo da questo grande evento culminante. Era qualcosa di cui voi ragazzi eravate consapevoli mentre lo stavate facendo?

Gould: Non voglio far sembrare che questo sia pianificato. Stai pensando in modo molto strategico e ci piace pensare in modo strategico, ma di solito sono io a lamentarmi, perché questi due personaggi sono separati? Quello che abbiamo scoperto, però, è che devi solo onorare la logica dei personaggi e dove sono, e speriamo di trovare il ritmo giusto per lo spettacolo. La maggior parte di ciò che facciamo è pensare, dov'è la testa di questo personaggio? Cosa farà dopo? Queste sono le domande che hanno davvero bisogno di una risposta. Se iniziamo a imporre la nostra volontà e a dire: Ok, questa è la prima metà e questa è la seconda metà della stagione, ci mettiamo nei guai. Su rottura Peccato che abbiamo provato così tante volte in cui dicevamo, Ok, episodio otto, Skyler scopre che Walt è uno spacciatore di droga, quindi iniziavamo a rompere gli episodi e scoprivamo, beh, è ​​troppo intelligente. Guarda questo; come fa a non fare due più due a questo punto? Allo stesso modo, diremo, questo è l'episodio in cui Chuck fa questo o quello, ma aspetta, non ha senso per lui farlo in questo momento. Potremmo avere idee su ciò che vogliamo che accada per amore dello spettacolo o della simmetria, ma alla fine la nostra prima responsabilità è assicurarci... Beh, la nostra prima responsabilità è intrattenere il pubblico. Questa è la prima responsabilità. Ma tra le nostre armi ci sono elementi così diversi...

McKean: Nessuno si aspetta l'Inquisizione spagnola!

Gould: Esatto: elementi così diversi come fare in modo che i personaggi rimangano coerenti e che li comprendiamo nel miglior modo possibile. È un modo prolisso per dire che sono davvero felice di essere stati in grado di fare un episodio in cui era così contenuto. E, a proposito, Dan Sackheim non ha fatto un lavoro straordinario? Questo è stato il suo primo episodio per noi, e ho pensato che l'avesse appena buttato fuori dal parco.

Speriamo non sia l'ultimo.

Gould: Spero di no anch'io.

McKean: Ha fatto un buon lavoro.

Gould: Adoriamo Dan ed è un ragazzo così brillante e fa così tante domande difficili ma davvero utili. Ci ha davvero spinto ad assicurarci che gli stessimo dando tutte le informazioni di cui aveva bisogno. Ha fatto davvero un ottimo lavoro. Vuoi parlare di una sfida alla regia. È entrato, credo, supponendo che avrebbe avuto un episodio in cui Mike sta facendo una pianificazione silenziosa ...

McKean: Si, Rifi .

Gould: … e invece ha avuto L'ammutinamento di Caino . So che è stata una vera sfida, ma mio Dio ha fatto un ottimo lavoro.

So che originariamente avevi intenzione che Jimmy, se non si chiamasse Saul Goodman, operasse fuori da quell'ufficio entro la fine della prima stagione. Nel complesso, ti senti come se avessi bruciato la storia più velocemente o più lentamente di quanto ti saresti aspettato?

Gould: Direi che è andato tutto più lentamente di quanto ci aspettassimo. Soprattutto all'inizio. A questo punto pensavamo che ci sarebbe stato Saul Goodman, l'avvocato che pubblicizza in TV. Ma non credo che avrei potuto immaginare quanto profondi e complicati fossero i personaggi. Non mi biasimo, ma inizi con alcune idee molto ampie su come sarà lo show, e più esplori i personaggi, più trovi che c'è da esplorare. So che alcune persone hanno problemi con il ritmo dello spettacolo. Sento che lo stiamo facendo nel modo migliore che conosciamo. Gli ci è voluto sicuramente più tempo per diventare quell'avvocato nell'ufficio pazzo con i pilastri di quanto ci aspettassimo, ma più conosciamo la prima stagione di Jimmy, più ci chiediamo, come farà mai questo ragazzo a diventare Saul Goodman?

In effetti, mi è capitato di andare da Noah Hawley l'altro giorno perché mi diverto molto Fargo , e molte delle persone con cui abbiamo lavorato nel nostro show hanno lavorato Fargo . Quindi sono andato su e mi sono presentato, e Noah Hawley ha detto, ho una proposta per te. Ho una proposta per te sul tuo spettacolo. Ho detto, beh, sono interessato a sentirlo. Ha detto: Ecco il mio discorso: non diventa mai Saul Goodman. Semplicemente non diventa mai Saul Goodman. Lui va avanti; lui è Jimmy McGill, e questo è lo spettacolo. Questa è la versione di Noah Hawley.

Dopo tre anni di lavoro, hai qualche idea migliore su quanta vita è rimasta in qualsiasi versione della storia che vuoi raccontare?

Gould: Sì. La stanza degli scrittori è chiusa da un po' di tempo. Abbiamo pranzato tutti insieme solo un paio di settimane fa, e questa era una delle domande principali che ci ponevamo: Quanta storia c'è? Penso che ci stiamo facendo un'idea migliore. Devo dire che penso che questo spettacolo abbia un limite preciso. È una storia con un inizio, una parte centrale e una fine definita. Devo dire che preferirei che finisse troppo presto piuttosto che andare avanti troppo a lungo. È il vecchio adagio del mondo dello spettacolo: lascia che vogliano di più. Preferirei che le persone desiderassero che ci fossero state più stagioni di quante ne andassero, oh, è ancora in corso?

McKean: Puoi pensare a diversi esempi di spettacoli davvero buoni che sono stati in una stagione troppo lunga. E pensa a quella scorsa stagione, sai?

Gould: L'incentivo nel mondo dello spettacolo, in ogni modo, è restare. Finanziariamente, più a lungo va in onda uno spettacolo, più soldi fanno tutti. Ma c'è anche un altro motivo per farlo: amiamo lavorare insieme. Ho lavorato per 10 anni con molte delle stesse persone. È stata la più grande esperienza creativa della mia vita. Non mi aspetto che nulla, qualunque cosa io faccia, si avvicinerà mai a questo.

McKean: Flash in avanti...

Gould: Sì, dirò la stessa cosa del prossimo spettacolo che farò! No, non credo. Francamente, ho pensato che fosse avido voler fare lo spin-off. Ho pensato, siamo avidi nel cercare di estendere questa esperienza? E parte del motivo per cui abbiamo deciso di farlo era che avevamo altro da dire su Saul Goodman, ma c'era un'altra motivazione: teniamo insieme la band, il più a lungo possibile. Abbiamo questo grande gruppo di persone; vediamo quanti possiamo attirare a continuare. Il giorno in cui chiuderemo per l'ultima volta e saluteremo la troupe di Albuquerque e la troupe di Burbank, avrò bisogno di molti Kleenex, perché sarò molto turbato. Ma preferirei comunque finire troppo presto.

In relazione a ciò, ultimamente ho ricevuto molti tweet ed e-mail in preda al panico: non sono stati ancora rinnovati. Dovrei essere preoccupato? Dovrebbero essere preoccupati?

Gould: Dovrebbero essere sempre preoccupati in televisione. Non essere come Michael. Guarda lo spettacolo, guarda lo spettacolo la sera in cui esce e guarda tutti gli spot pubblicitari. Sto scherzando. AMC e Sony sono state molto buone con noi. Credo che continueranno a esserlo, ma è spettacolo. Non c'è niente di certo. Mi hai chiesto quante stagioni ci mancano; si spera che sia una decisione creativa per terminare lo spettacolo, e non economica. Quindi non voglio dare nulla per scontato. Mi sento fortunato che abbiamo fatto tre stagioni. Spero proprio che riusciremo a fare di più.

Nello scenario del giorno del giudizio – che non sto immaginando – in cui i negoziati falliscono, come ti sentiresti se l'episodio dieci di questa stagione fosse il tuo finale di serie?

Gould: [Ride.] Sarebbe un finale molto provocatorio, ecco cosa dirò.

Alan Sepinwall può essere raggiunto a sepinwall@uproxx.com