Il miglior R.E.M. Canzoni, classificate

Il miglior R.E.M. Canzoni, classificate

Quando si tratta di piazzare R.E.M. nella storia della musica indie americana è impossibile essere iperbolici. Sono semplicemente una delle band migliori e più importanti che questo paese abbia mai prodotto.

Non solo hanno fatto grandi album - e lo hanno fatto più frequentemente di quasi ogni altra band della loro generazione - ma... inventato il prototipo di band indie che viene ancora propagato oggi, anche dalle generazioni più giovani che potrebbero non avere una conoscenza diretta della loro musica. Oltre a scrivere semplicemente canzoni brillanti, i R.E.M. è fondamentale nella storia del rock moderno. Hanno scritto il libro per questo tipo di musica, e poi l'hanno riscritto diverse volte.



Il 12 marzo segna il 30° anniversario del settimo album dei R.E.M., il loro maggior successo, Fuori tempo. Ma, onestamente, questa è solo una scusa per esplorare il profondo catalogo di questa band, che suona ancora senza tempo ma sembra anche stranamente sottovalutato. R.E.M. ha giocato un ruolo importante come qualsiasi altra band nel destino manifesto che era l'indie rock dei primi anni '80, viaggiando in dozzine di città dove prima non c'erano club punk o garage band e mostrando che era possibile esistere al di fuori dell'infrastruttura musicale aziendale . Ciò che ora è un luogo comune doveva essere immaginato da band come i R.E.M.

Eppure, quando le persone guardano indietro a questo momento, i R.E.M. è spesso trascurato a favore di atti meno significativi, o generalmente dato per scontato come una band che è diventata onnipresente solo dopo che la cultura più ampia li ha raggiunti per un intero decennio nella loro carriera.

Per questa lista, ho fatto del mio meglio per abbracciare l'intero ambito della carriera discografica di 29 anni dei REM, dai loro modesti inizi ad Athens, Georgia nei primi anni '80 alla loro graduale fama indie alla fine degli anni '80, al loro periodo imperiale nei primi anni '90 al loro travagliato ma spesso gratificante periodo post-Bill Berry alla fine degli anni '90 e oltre.

Ci sono così tante belle canzoni qui! (Oltre a un discreto numero di canzoni che ho dovuto tralasciare. Per citare Michael Stipe: Scusami! ) Siamo pronti per esplorare 100 delle migliori canzoni dei R.E.M.? Cominciamo l'inizio.

La migliore nuova musica indie direttamente nella tua casella di posta. Iscriviti alla newsletter Indie Mixtape per consigli settimanali e le ultime notizie indie. Iscriviti Inviando le mie informazioni, accetto di ricevere aggiornamenti personalizzati e messaggi di marketing su Indie Mixtape in base alle mie informazioni, interessi, attività, visite al sito Web e dati del dispositivo e in conformità con il politica sulla riservatezza . Comprendo che posso rinunciare in qualsiasi momento inviando un'e-mail privacypolicy@wmg.com .

100. Brillanti persone felici

Quando parlo con persone che non sono cresciute con i R.E.M., questa è inevitabilmente la canzone che tirano fuori sempre, non Radio Free Europe, non So. Central Rain, non Driver 8, non The One I Love. Da più generazioni, R.E.M. è stato ridotto alla band Shiny Happy People. Se togli il contesto alla canzone, Shiny Happy People è ovviamente un biglietto da visita banale. È intrinsecamente sciocco e cronicamente stupido. Tuttavia, se tu fare conosci il contesto - il che significa che sei consapevole che questo era il secondo singolo da Fuori tempo, il loro album di maggior successo, ed è arrivato dopo Losing My Religion, una canzone brillantemente meditativa con un video musicale girato ad arte ma dolorosamente serio: puoi apprezzare Shiny Happy People come un consapevolmente canzone goofy, un dolce schiumoso dopo un pasto molto pesante. E allora apprezzerai che R.E.M. aveva la capacità di essere sia profondo che autoironico. E questo potrebbe farti indagare ulteriormente e scoprire che i R.E.M. ha svolto un ruolo fondamentale nella ridefinizione di ciò che una rock band potrebbe essere negli anni '80 e '90. Non dovevi vivere a New York o Los Angeles, non dovevi beneficiare di genitori benestanti, non dovevi sembrare o suonare come una rock star come il concetto di rock star era definito nei decenni precedenti. Potresti invece essere una band del sud che ha vissuto per anni in una città universitaria situata il più lontano possibile dai tradizionali centri media americani. Potresti quindi ridefinire ciò che dovrebbe essere cool nel rock. Potrebbe anche comprendere questa canzone.

99. Ogni giorno è tuo per vincere

Non vedo l'ora di approfondire il contesto della carriera e dell'eredità dei R.E.M. mentre procediamo. Ma prima di scavare a fondo nel loro catalogo arretrato, sfatiamo un altro mito, il più pernicioso di tutti i R.E.M.-dom, quello su come non abbiano mai fatto un buon album dopo che Bill Berry se n'è andato. È vero non ne hanno mai fatte altre Mormorio o Automatico per le persone negli ultimi 14 anni della loro carriera, anche se avrebbero potuto essere veri anche se il loro batterista fondatore fosse rimasto. Ma mentre i cinque dischi post-Berry sono irregolari a vari livelli, ognuno di loro ha almeno una manciata di grandi canzoni. Eccone uno dal loro ultimo LP, 2011's Collasso in ora, uno storditore low-key in cui Michael Stipe ripercorre la sua carriera nell'indie rock come Frank Sinatra in My Way: Non posso dire una bugia / Non è tutta torta di ciliegie / Ma è tutto lì che ti aspetta / Sì tu.

98. Lasciando New York

L'unico tacchino riconosciuto nel catalogo dei R.E.M. è del 2004 intorno al sole, un album severamente sovraccarico che culminò in un periodo in cui la band si allontanò dal loro classico suono di chitarra-basso-batteria a favore dello studio-bound, Suoni di animali domestici- sinfonie tascabili ispirate. Nel corso di tre album pubblicati tra il 1998 e il 2004, i R.E.M. prosciugarono lentamente tutta l'energia rock 'n' roll dalla loro musica, risultando nel loro disco più sonnolento e meno coinvolgente. Com'era demoralizzante Intorno al sole per R.E.M.? Peter Buck una volta ha paragonato il record alla guerra in Iraq, dicendo Rotazione, Non sappiamo perché siamo entrati, non sappiamo come uscirne e non sappiamo cosa stiamo cercando di ottenere. Ma anche questo record ha alcune buone melodie, inclusa questa inno a New York sulla scia dell'11 settembre.

97. Ragazzo nel pozzo ( R.E.M. Vivere versione)

Il lavoro di fine carriera dei R.E.M. alla fine è ostacolato - come spesso accade per i vecchi gruppi rock - da scelte di produzione discutibili. Ma non hanno mai perso il loro talento per la scrittura di canzoni, il che è più evidente quando ascolti le versioni live di Intorno al sole tagli profondi come Boy In The Well, a cui è stata data nuova vita nell'album del concerto del 2005 R.E.M. Vivere.

96. Sospetto

L'unico album post-Berry che avrei raggruppato con la corsa 1981-1996 dei R.E.M. - probabilmente il il più grande periodo di eccellenza sostenuta per una rock band americana di sempre — è il primo, del 1998 Su. All'epoca, Stipe descrisse i R.E.M. senza Berry come cane a tre zampe, un animale mutilato ora incaricato di trovare un nuovo modo di navigare nel mondo. Saggiamente, non hanno scelto di fingere che Berry se ne fosse andato semplicemente assumendo un nuovo batterista; invece, essenzialmente hanno fatto un album di L'assenza di Berry, che si appoggia alle drum machine e alle strutture scheletriche delle canzoni che si sentono sempre circa il 25% incomplete. Mentre Automatico per le persone è comunemente visto come l'album della morte dei R.E.M., Su è il loro record di dolore, una raccolta di canzoni insensibili e profondamente dolorose che documentano i membri dei R.E.M. lottando per capire in tempo reale come funzionerà la loro band ora. Puoi sentire quella nebbia in Suspicion, che sposa una bellissima melodia alla voce scioccata di Stipe.

95. Cammina senza paura

Il grado in cui la partenza di Berry ha traumatizzato la band probabilmente non può essere sopravvalutato. Stipe e in misura minore Mills inizialmente si ritirò dalla realizzazione di Su a tal punto che Buck ha lavorato su ampie parti del disco con un cast di supporto di sicari che includeva il batterista Joey Waronker e il polistrumentista e socio di lunga data Scott McCaughney. Questo inizialmente ha infastidito Mills, ma Buck non si è scusato, in seguito ha detto al biografo Christopher Buckley, Per lui è stato come, questi ragazzi che non sono nella band stanno suonando per tutto il disco e io non ci sono davvero. La mia sensazione era, sai una cosa, vuoi essere nel disco? Poi fatti vedere, perché è tutto quello che serve. Quello che all'epoca sembrava un male necessario per finire il disco si sarebbe presto sviluppato nei successivi dischi in una preoccupante tendenza a fare sempre più affidamento su musicisti esterni. Ma su Su, R.E.M. potrebbero ancora evolversi in nuove direzioni sonore su canzoni come Walk Unafraid pur mantenendo il loro nucleo R.E.M.-ness.

94. Imitazione della vita

Il primo singolo del 2001 Svelare, il primo R.E.M. album che non ho comprato la settimana in cui è uscito. Dal momento in cui ho iniziato a interessarmi alla musica in modo tangibile come studente elementare alla fine degli anni '80, i R.E.M. era stata una delle mie band preferite. Ma per la maggior parte del tempo, mi sono ritrovato a risentirli. Questa traiettoria, sebbene grossolanamente ingiusta, era comune per molti R.E.M. fan, sospetto, ed era dovuto interamente a quanti di noi avevano idealizzato i R.E.M. oltre ogni ragione. Penso che questo si sia un po' perso quando si parla di R.E.M. ora, ma quando stavo crescendo, questo era il band che ogni band indie e alternativa ammirava. Per molti anni sembravano aver raggiunto il livello perfetto di successo, dove la loro musica era accessibile alla radio e MTV, eppure non sembravano così onnipresenti o oppressivi come le pop star mainstream. Tutto ciò sembra incomprensibile ora, dato che la scena politica indie della fine del XX secolo è stata deturpata, delegittimata e completamente rimossa dalla pubblica piazza. Ma R.E.M. a quel tempo era l'epitome di integrità. Inoltre, non hanno mai commesso gravi errori pubblici. Cioè, fino a quando Berry se ne andò e i R.E.M. all'improvviso sembrava come qualsiasi altra vecchia rock band che continua ad andare avanti per soddisfare un contratto discografico. Era strano e, se sei il tipo di persona che prende le rock band troppo sul serio, ti è sembrato un tradimento. Tutto ciò è stato proiettato su Svelare, che in retrospettiva sembra una brutta reazione eccessiva a un album altrimenti divertente con un singolo principale che intacca piacevolmente la sequenza di accordi di Driver 8.

93. All The Way To Reno (Diventerai una star)

Quando ho intervistato Mike Mills nel 2011 subito dopo i R.E.M. si è rotto, ha individuato Svelare come un album per cui voleva che la band fosse ricordata. Questa non è esattamente un'opinione radicale — una volta chiamò Bono Svelare uno dei migliori dischi che abbiano mai realizzato, anche se all'epoca probabilmente stava promuovendo uno degli album di fine carriera degli U2. Tendo ancora a vedere Svelare come una versione più carina ma meno emotivamente coinvolgente di Su, anche se All The Way To Reno lo è sicuramente terribilmente bella.

92. Carnival Of Sorts (Carri merci)

I tratti superiori di questa lista si soffermeranno comprensibilmente sugli album successivi dei R.E.M. Ma per un momento vediamo un'anteprima molto primi R.E.M. per gentile concessione di questa traccia tipicamente rimbalzante dal loro EP di debutto del 1982, Città Cronica. La clip qui sopra è tratta da uno spettacolo chiamato Filo sotto tensione che è andato in onda su Nickelodeon nel 1983. Cattura quello che era il loro fascino essenziale ai tempi in cui suonavano instancabilmente nelle pizzerie e nei bar gay in nessuna città nei mercati di serie D in tutto il sud, est e midwest, aiutando a costruire ciò che sarebbe diventare una rete di locali indie-rock. A quel tempo, R.E.M. era una band da festa - ti facevano venire voglia di ballare e (in tutti i contesti non Nickelodeon) bere troppa birra. Penso che sia quello che intendeva Robert Christgau quando ha recensito città cronica per il Voce del villaggio e chiamò R.E.M. la più spiritosa e gioiosa delle band sound-over-sense postgarage. Il suono di Carnival Of Sorts ti fa venire voglia di muoverti.

91. Catapulta

Come R.E.M. fan che è arrivato troppo tardi per entrare al piano terra con città cronica, Sono dovuto tornare indietro e ascoltare il loro debutto integrale del 1983 Mormorio con le orecchie di qualcuno abituato a dischi rock più palesi come Documento e Verde. In quel modo, Mormorio era difficile da capire, perché Buck - da sempre il mio R.E.M.er preferito - non funziona come un chitarrista tradizionale in quel disco. Invece di suonare riff rumorosi e assoli virtuosi, Buck fornisce sfumature e accenti mentre Mills spinge il suo basso in primo piano nel mix. (Ancora una volta, la necessità di groove e far ballare le persone era vitale per i primi R.E.M.) Puoi sentire quella dinamica in Catapult, che si apre con una linea di basso melodica e melodica che porta la canzone mentre le linee della chitarra di Buck ballano intorno al ritmo.

90. Sono stato fatto

Molti dei cambiamenti stilistici dei R.E.M. possono essere descritti come fluttuazioni nella continua relazione di amore/odio di Buck con la chitarra elettrica. Ciò è stato particolarmente drammatico negli anni '90, quando i capricci di Buck oscillavano selvaggiamente dal favorire gli strumenti acustici in album come Fuori tempo e Automatico per le persone a indulgere nel rumore più sovra-amplificato della carriera dei R.E.M. su Mostro e Nuove avventure nell'Hi-Fi. Durante la travagliata era del 1998-2004, si allontanò più forte che mai dalla chitarra. I've Been High è uno degli esperimenti di maggior successo di questo periodo, un esercizio in un'atmosfera glaciale che rischia di esplodere in un climax catartico senza mai farlo.

89. Corona a misura d'uomo

Il loro ritorno nel 2008, Accelerare , nel frattempo, è stato l'ingresso dei R.E.M. nel sottogenere possiamo ancora rock degli album di fine carriera di band invecchiate. Anche più di mostro — che è stato concepito come un ironico album rock con citazioni d'aria - è la musica per chitarra più diretta della loro carriera. Pur non essendo terribilmente sofisticato, Accelerare ha un sacco di piaceri facili e senza fronzoli, mantienilo semplice, stupida franchezza. Per ghirlande a misura d'uomo, R.E.M. si rese conto che il suono della voce di Stipe contro il dolce coro di Mills, il tutto mentre era bloccato in un grosso riff di chitarra di Peter Buck, poteva ancora suonare molto corroborante.

88. Sopralinea

Sai cos'altro R.E.M. era estremamente bravo a? Canzoni folk-rock mid-tempo con titoli difficili da pronunciare. Questa traccia da Collasso in ora ne fu l'ultimo esempio degno di nota.

87. Chiosco morale

Per i primi R.E.M. record, la conversazione critica è stata dominata dal fatto che lo stile vocale basso e borbottante di Stipe - che rendeva i suoi testi impossibili da decifrare - fosse un attributo o un ostacolo. Mentre molti credevano a quest'ultimo nel breve periodo, il primo argomento alla fine ha vinto. Come Eddie Vedder - un cantante alt-rock di nuova generazione ovviamente ispirato dall'approccio di Stipe alla scrittura di canzoni e alla costruzione della persona - ha osservato mentre introduceva i R.E.M. nella Rock 'n' Roll Hall Of Fame nel 2007, può essere diretto, può essere completamente astratto, può colpire un'emozione con la massima precisione e può essere completamente obliquo e Tutti risuona. E questo è dovuto al significato in R.E.M. canzoni quasi sempre intuite dall'ascoltatore, se non interamente proiettate. Che cos'è un chiosco morale comunque? Voglio dire, io sicuramente so di cosa si tratta, ma non te lo dico.

86. Io credo

Questo approccio ai testi è stato rivoluzionario anche nel fiorente indie underground dei primi anni '80, che era sovraccarico di band punk pedanti che ti picchiavano sulla testa con messaggi esplicitamente gridati sulle iniquità della società britannica (The Clash), le insidie ​​​​del Reaganismo (The Dead Kennedys), o quanto fa schifo la scuola (The Replacements). Ma R.E.M. le canzoni miravano sempre a infondere nell'ascoltatore una certa sensazione progettata per essere interpretata in modo personale; è per questo che quei primi album non sono invecchiati di un giorno mentre molti dei contemporanei dei R.E.M. sono per sempre bloccati nel loro tempo. Anche quando R.E.M. si è evoluto in una band di roots-rock relativamente normale negli anni '86 Ricco spettacolo della vita, e ha scritto una canzone letteralmente chiamata I Believe, Stipe è arrivato alla sua dichiarazione di convinzioni personali da un punto di vista olandese: Credo nei coyote e nel tempo come un astratto / Spiega il cambiamento, la differenza tra / Quello che vuoi e quello di cui hai bisogno, c'è il chiave.

85. Piccola America

Un ingrediente essenziale anche se subliminale nello stufato unico che è Mormorio è la pletora di rumori casuali - soprannominati sound art - sepolti nel mix, di tutto, dalle cerniere alle palle che risuonano da uno dei tanti giochi di biliardo della band. Per il prossimo disco, 1984's fare i conti, R.E.M. hanno optato per un approccio più live in studio che si avvicinasse di più al suono che ottenevano sul palco. I produttori Mitch Easter e Don Dixon, che aveva anche diretto Mormorio, in particolare ha messo in evidenza la chitarra di Buck e la batteria di Berry utilizzando tecniche di registrazione binaurale, utilizzando due microfoni sollevati all'altezza delle orecchie di una persona. Il risultato è un record di jangle pop che definisce l'epoca, in cui canzoni come Little America esplodono di energia giovanile senza sacrificare il mistero innato della band.

84. Così veloce così insensibile

Poco più di un decennio dopo fare i conti, R.E.M. mettere fuori Nuove avventure nell'Hi-Fi, che trasudava un diverso tipo di sensazione dal vivo. Registrato sul palco e al soundcheck durante il Mostro tour, Nuove avventure cattura inconsapevolmente una band superstar in procinto di cadere a pezzi, combattendo l'esaurimento interiore e la noia mentre il mondo rock intorno a loro stava cambiando radicalmente. L'arrangiamento esplosivo e la voce stupefacente di Stipe in So Fast So Numb sono tipici di un disco con una qualità audio verité che evoca i classici road album degli anni '70 come quello di Neil Young Il tempo svanisce e di Jackson Browne In esecuzione a vuoto.

83. Bang e colpa

Nel momento Nuove avventure nell'Hi-Fi sembrava un'estensione del 1994 Mostro, anche se il primo disco è in realtà molto più strano e oscuro. Quell'aspetto di Mostro è stato reso più chiaro dal cofanetto dell'anniversario del 2019. (Riguardo al remix dell'album di Scott Litt, intendo letteralmente più chiaro.) Ma Mostro è ancora comunemente percepito come l'album che ha spento le legioni di fan che amavano Fuori tempo e Automatico per le persone, una reputazione propagata dallo status non ufficiale dell'album come il CD più usato di tutti i tempi. (Il coperchio arancione acceso lo faceva aderire ancora di più a così tanti bidoni usati.) Ma penso che ciò sia dovuto meno a Mostro essendo più debole dei suoi due predecessori - lo è, ma non da Quello molto — che al cast di personaggi sgradevoli che popolano il disco. Buck descritto come Mostro come una raccolta di canzoni d'amore ossessivo-inquietanti, e la violenza sessuale che permea Bang And Blame lo colloca tra i brani più raccapriccianti.

82. Professore triste

Mentre Su è considerato un disco di drum machine e tastiere, i R.E.M. è andato anche alla deriva nel burbero territorio di Neil Young con Sad Professor, una delle canzoni più deprimenti del disco più deprimente dei R.E.M. Mentre Stipe allude tipicamente alla disperazione nei suoi testi, lo afferma direttamente in questa canzone: Tutti odiano un ubriacone / Tutti odiano un professore triste / odio dove sono finita / Odio dove sono finito.

81. Soprannaturale Superserio

Inseguiamo quella (bellissima) nenia con questo racconto edificante sul superamento dell'alienazione adolescenziale, un racconto di trionfo che prefigura la narrativa del ritorno del suo album di presentazione, Accelerare. Per Stipe, quel record era senza precedenti per i R.E.M., e non necessariamente in senso positivo. È stata una reazione a Intorno al sole , ha detto piatto a Forcone . Non ho mai voluto reagire, ma è così, finisci per reagire. In realtà gli piaceva la direzione austera del periodo pop da camera della band, e inizialmente si irritava contro Buck e Mills che lo spingevano a scrivere testi in fretta. Lavorare in questo modo non è sempre servito a Stipe o Accelerare bene. (Le tracce di chiusura dell'album, Horse To Water e I'm Gonna DJ, sono piuttosto terribili.) Ma danno a Supernatural Superserious un giusto mix di saggezza e spensieratezza.

80. Ciglia

Una delle mie preferite, non ho idea di cosa diavolo parli questa canzone dei R.E.M. canzoni. io ho alcuni idea di cosa la maggior parte dei R.E.M. le canzoni parlano, ma Hairshirt rimane un mistero, non importa quante centinaia di volte suono Verde. Non sono il tipo di cane / Che potrebbe farti aspettare / Senza una buona ragione / Esegui un test del nerofumo sulla mia mascella / E scoprirai che è stato detto tutto prima. Tutto quello che so è che Hairshirt mi ricorda Led Zeppelin III, quindi presumo che Michael Stipe canti di mandarini e Roy Harper.

79. Disturbo alla casa degli aironi

Ecco una piccola cosa che si verifica in molti R.E.M. canzoni e non smette mai di essere magico - la parte alla fine di Disturbance At The Heron House quando Stipe inizia a cantare Quando l'ora del pasto è arrivata e finita ... e Mills rimane leggermente indietro con una voce di supporto alta e solitaria. Non è un'armonia vocale o anche una tradizionale voce di accompagnamento, è come un secondo condurre vocale che supporta Stipe e funziona come una narrazione parallela nella canzone. Quella parte mi uccide ogni singola volta. E R.E.M. fatto Quello cosa migliore di chiunque altro.

78. Lasciami entrare

Disturbance At The Heron House è del 1987 Documento, il primo R.E.M. album che abbia mai sentito e anche il loro primo disco di platino. Proprio come i R.E.M. hanno aperto la strada a gran parte di ciò che ora è accettato come tropi dell'indie rock - il modo in cui le band suonano, guardano, agiscono e si distinguono dal mainstream - sono stati anche tra i primi gruppi ad essere accusati di essere venduti. Hanno risposto a quelle accuse con la necessaria dignità e sarcasmo. (Quando qualcosa considerato segreto e meraviglioso viene rivelato al mondo, diventa un po' meno meraviglioso. È tempo di trovare qualcosa di nuovo. Questo è un ciclo legittimo e salutare, ha detto Stipe Rotazione . Ma penso che siamo ancora fantastici, e non ho i paraocchi.) Quelle qualità li rendevano attraenti per Kurt Cobain proprio perché non poteva raccogliere la stessa grazia. Questo tributo profondamente triste a Cobain registrato non molto tempo dopo la sua morte avrebbe potuto dargli un po' di conforto se fosse stato in grado di ascoltarlo.

77. Sii mio

Per anni, Stipe ha deciso di dichiarare pubblicamente la sua avversione a scrivere canzoni d'amore. In genere li ha respinti per il fatto di essere facili o ridondanti, ma sospetto che fosse anche legato alla sua identità di uomo queer che ha resistito ai ruoli di genere tradizionali, il che lo ha messo al di fuori delle norme anche della musica indie progressiva negli anni '80. Quando Stipe ha iniziato a scrivere di argomenti romantici negli anni '90, lo ha fatto da una prospettiva neutrale rispetto al genere e spesso sovversiva. Ad esempio, la storia di Be Mine - penso che sia stata iniziata da Stipe in un'intervista perduta da tempo - è che i testi sono composti da versi che Stipe ha preso da cuori di caramelle. Ma non riesco a immaginare di voler essere il tuo coniglietto pasquale che si adatta a una di quelle cose.

76. Vivere bene è la migliore vendetta

Accelerare ha ottenuto le migliori recensioni per un R.E.M. album in anni perché le persone hanno ascoltato le prime tre canzoni, si sono emozionate molto, hanno scritto le loro recensioni e si sono dimenticate del resto. Come traccia di apertura, Living Well Is The Best Revenge è il vero agghiacciante del disco, una concisa critica politicizzata di opportunisti di basso livello che è tanto rilevante nell'era del The Lincoln Project quanto lo era alla fine del George W. . Anni di Bush.

75. Invidia da circo

Un'altra canzone ossessiva da Mostro, solo questa volta con una narrativa di vendetta impostata su uno squilibrato beat surf-rock: Se fossi in te scapperei davvero da me / Vorrei davvero, davvero, essere te. Di tutti i personaggi in agguato nelle ombre di questo album, la persona in Circus Envy è quella che più probabilmente ti farà attraversare la strada.

74. Scuotere attraverso

Quando R.E.M. all'inizio, si distinguevano per la loro ambiguità, che è stata approfondita e mitizzata dal vivere in una città bohémien del sud. Ma come band indie, si sono anche separati rifiutando consapevolmente le regole rumorose e veloci dei significanti sonori del punk. Abbiamo preso l'energia del punk, ma non la parte aggro, ha spiegato Mills a Forcone . Per quanto ami i Sex Pistols, non eravamo nella cosa delle spille da balia attraverso il naso. Si trattava più di vestiti dell'usato e parrucche selvagge e di divertirsi. Puoi sentire questi elementi riunirsi in Shaking Through, una canzone su un argomento molto punk - che piange la perdita della vitalità giovanile - che rivolge l'energia verso l'interno.

73. Lettera mai inviata

Un aspetto affascinante della carriera dei R.E.M. è che quando sono cresciuti in popolarità e si sono trasferiti dal mondo indie al cuore del mainstream rock aziendale, hanno effettivamente guadagnato Di più libertà creativa, non meno. Gli album che hanno realizzato negli anni '90 sono più vari e strani dei loro dischi negli anni '80. (Quei record sono anche meno coerenti proprio per il motivo che i R.E.M. hanno preso più rischi.) Durante il fare i conti epoca, R.E.M. ha dovuto costantemente respingere le aperture della loro etichetta I.R.S. essere più commerciale dopo Mormorio non è riuscito a fare altrettanto bene con gli ascoltatori come ha fatto con i critici. Questo li mise in una posizione reazionaria contro tutto ciò che sembrava di moda all'epoca, comprese le drum machine e i sintetizzatori. (Quando i R.E.M. alla fine hanno abbracciato queste cose alla fine degli anni '90, erano di nuovo decisamente poco trendy.) L'obiettivo finale era quello di creare musica che suonasse senza tempo e, forse, per eccellenza. loro , il che è certamente vero per Lettera mai inviata.

72. Il verde fa crescere i giunchi

Di tutti i libri che ho letto sui R.E.M., il più stronzo è senza dubbio quello di Denise Sullivan. Parla della passione: una storia orale. Nessun membro della band o nessuno della loro cerchia ristretta viene intervistato; invece, l'autore sembrava aver parlato con chiunque conoscesse R.E.M. nei primi giorni e alla fine litigò con loro perché Michael Stipe era stato cattivo nel backstage una volta. Anche se ci sono ancora molte curiosità interessanti - apparentemente band indie come Husker Du e The Replacements si sono affrettate a prenotare spettacoli ad Atene perché era un focolaio di anfetamine a buon mercato - il ritratto che emerge di vipere pettegole che mangiano le proprie è contrario alla piccola città del sud romanticismo che àncora album come Favole Della Ricostruzione. Anche se il mito resiste a prescindere dal nuovo tipo di rock del sud che i R.E.M. inventato con canzoni come Green Grow The Rushes, che alla fine sono arrivate a tutti, da Deerhunter a Jason Isbell.

71. Il vecchio Kensey

Per i critici costieri, Southernness dei R.E.M. a volte si registrava come un espediente hokey. La voce del villaggio potrebbe essere particolarmente avvizzito sul suo punto, paragonando gli studi sui personaggi di eccentrici redneck come Old Man Kensey, incredibilmente, a una difesa del reaganismo. Questo parlava di un pregiudizio più ampio a favore dei gruppi rock della costa orientale che esiste da tempo tra i critici della vecchia guardia come Robert Christgau, che una volta paragonava sfavorevolmente Quoziente mais di R.E.M. al cool del centro di The Feelies. Come qualcuno che ama sia R.E.M. e The Feelies, direi che le band dell'area di Tri-State che significano il cool del centro sembravano terribilmente banali non molto tempo dopo Marquee Moon è uscito, mentre i R.E.M. promosso un nuovo tipo di localismo che in realtà sembra rinfrescante dal punto di vista del nostro tutto ora vive nella stessa scatola sui tempi di Internet.

70. Fino alla fine del giorno

Durante la mia conversazione con Mike Mills nel 2011, ha lasciato intendere che la conclusione del lucroso contratto che i R.E.M. firmato a metà degli anni '90 ha spinto la conversazione a porre fine alla band alla vigilia del fare Collasso in ora. Tutto questo sembra ovvio ora, ma all'epoca i R.E.M. aveva recuperato abbastanza buona volontà e slancio di carriera con Accelerare che il loro annuncio di rottura era ancora piuttosto scioccante. (Nemmeno Michael Stipe salutando letteralmente la copertina ha suggerito alla maggior parte dei fan che sarebbe stato il loro ultimo disco.) Non molto tempo dopo lo scioglimento, ho dichiarato che questa ballata dal taglio profondo di Accelerare è stato l'ultimo grande R.E.M. canzone e io starò dietro a quella. Ora colpisce anche come un epitaffio: la Provvidenza sbatté le palpebre, di fronte al sole / Dove siamo rimasti per andare avanti / Finché il giorno non sarà finito.

69. Cade da scalare

La traccia finale su Su è stato concepito come una sorta di epitaffio preventivo per i R.E.M., o forse per i R.E.M. che cessò di esistere dopo che Berry se ne andò. Significativamente, Stipe era preoccupato per le immagini bibliche e il tragico fatalismo in quel disco, e culmina con alcuni dei testi più autolaceranti che abbia mai registrato: chi ha lanciato l'ultima pietra? / Chi ha sferrato il colpo schiacciante? / Qualcuno deve prendersi la colpa / Perché non io? Perchè non io.

68. L'apologeta

Mentre gli album che R.E.M. realizzati tra la fine degli anni '90 e l'inizio degli anni '90 sono i loro più diffamati, se non completamente ignorati, sono anche caratterizzati da alcune delle migliori esibizioni vocali di Stipe. L'Apologeta mi ricorda il paragone di Bono tra Stipe e Bing Crosby, che Stipe prese come un complimento. Come R.E.M. rivolto a paesaggi sonori statici come espressione della loro prolungata crisi professionale di mezza età, Stipe ha abbracciato completamente il suo cantante interiore, usando la sua voce dolce come un cavallo di Troia per testi velenosi.

67. Seconda ipotesi

È possibile che l'aspetto più influente dell'eredità dei R.E.M. non sia musicale ma piuttosto legato agli affari: la loro decisione di condividere equamente i crediti di songwriting su ogni traccia, indipendentemente dai loro effettivi contributi. Questo è venuto da Peter Buck, lo studioso rock residente, che ha correttamente ipotizzato che le discussioni sul denaro siano il problema numero uno che fa deragliare le band. Ma anche se fosse premeditato, questa parità forzata alla fine rifletteva accuratamente la dinamica creativa dei R.E.M., un vero insieme è più grande della banda delle parti. Soprattutto all'inizio, quando Stipe ha insistito per seppellire la sua voce sfidando il modo in cui le canzoni pop sono tipicamente mescolate, tutti gli elementi musicali dei R.E.M. erano insolitamente uguali. In Second Guessing, ciò significa che la batteria iperattiva di Berry è importante tanto quanto la chitarra squillante di Buck, che è importante quanto il basso roboante di Mills, che sporge tanto quanto la voce ululante di Stipe.

66. Stand

Un precursore di Shiny Happy People, questo è un altro sciocco consapevolmente dei R.E.M. canzone, e quindi una calamita per gli abusi. Per quanto mi riguarda, amerò sempre Stand perché avevo 10 anni quando l'ho fatto per la prima volta, e questa era una canzone più facile da comprendere per me di The One I Love, uno psicodramma per adulti che mi dava mal di pancia ogni volta che veniva alla radio . Ripeterò il mio punto precedente: la capacità dei R.E.M. di scrivere occasionalmente canzoni stupide e infantili era un forza, non una debolezza, e cruciale nell'espansione della tenda. Più band dovrebbero avere almeno un singolo di novità che possa piacere ai bambini! Odiare i R.E.M. per Stand è come odiare i Beatles per Yellow Submarine.

65. Cigno Cigno H

La stupidità di canzoni come Stand e Shiny Happy People ha aiutato a bilanciare canzoni come questa, le bellissime ballate folk che (a seconda che ti piacciano i R.E.M.) o si allineano alla linea della preziosità o saltano a capofitto su di essa. Dovrebbe essere abbastanza chiaro dove io, ehm, mi trovo su questo.

64. Iena

Swan Swan H era una palla curva relativa Ricco spettacolo della vita, che è altrimenti dominato da canzoni rock heavy e root che non dovrebbero essere così diverse dai successi che John Cougar Mellencamp stava avendo all'epoca. In effetti, il produttore dell'album, Don Gehman, era anche il produttore di Mellencamp. (Dieci anni dopo, ha prodotto Hootie And The Blowfish's Vista posteriore incrinata. ) Gehman ha fatto un buon lavoro con Ricco spettacolo della vita, uno dei più simpatici e immediati R.E.M. album, anche se ne era un po' confuso. Questa canzone era particolarmente confusa. Come si collegherà? chiede retoricamente nel documentario R.E.M. Da MTV. Quando sei abituato a canzoni sulle case rosa, Hyena creerebbe davvero confusione.

63. La migliore canzone di lavoro

Dopo Ricco spettacolo della vita , R.E.M. hanno realizzato il loro album più rumoroso e irregolare degli anni '80, Documento. Ho un debole per questo, perché è stato il primo R.E.M. l'album che ho sentito, ma il songwriting lo rende l'LP più debole di questo periodo. Tuttavia, ha una certa energia irritabile. La traccia di apertura dà il tono, barcollando in avanti come Begin The Begin se fosse stata rielaborata da Pylon.

62. Trasformati dentro e fuori

R.E.M. le ere possono essere essenzialmente divise in mezzo decennio: i primi anni '80 R.E.M. è molto diverso dai R.E.M. della fine degli anni '80, così come dai R.E.M. dei primi anni '90. assomiglia a malapena alla fine degli anni '90 R.E.M. Nel lessico dei R.E.M. di fine anni '80, Ricco spettacolo della vita è il disco rock del cuore, Documento è il record di arena-rock di filo spinato, e Verde è il record politico/ambientalista. Anche se come spesso accade con i R.E.M., il significato politico delle canzoni su Verde sono difficili da dedurre dal testo; è più su come sono stati inquadrati. Per esempio, sul palco, Michael Stipe ha dedicato Turn You Inside-Out alla Exxon Corporation, che gli ha dato un provocatorio, accusatorio, ti batterò il culo a causa delle fuoriuscite di petrolio. Ma sulla pagina, potrebbe anche essere un altro esempio di Stipe che torna a uno dei suoi temi preferiti: le dinamiche di potere squilibrate inerenti alle relazioni e come possono facilmente diventare emotivamente violente.

61. Wendell Gee

A mio avviso, ogni R.E.M. l'album save one ha una traccia di apertura da grande a classica. (L'eccezione è Fuori tempo e Radio Song, probabilmente i miei R.E.M. canzone. Scusa, KRS-One, ma baby baby baby mi fai impazzire.) R.E.M. gli album non si chiudono con lo stesso livello di coerenza, specialmente nei dischi post-Berry. Ma ci sono ancora molte tracce finali forti, con Wendell Gee di Favole Della Ricostruzione classifica tra le migliori.

citazioni famose da film neri

60. Io nel miele

A proposito di chiusure classiche, eccone una da Fuori tempo, un album che ora sembra sottovalutato, forse perché inizia con l'esperimento fallito Radio Song e include anche gli ingiustamente diffamati Shiny Happy People. Il resto dell'album, tuttavia, è piuttosto fantastico e molto più strano di quanto probabilmente ricordi. Finisce anche molto forte, con la corsa da Half A World Away a Me In Honey, in cui Stipe e Kate Pierson ancora una volta duettano su un bubblegum pop ingannevolmente rimbalzante.

59. Senza titolo

Uno dei più puri e dolci R.E.M. canzoni, questo è il loro miglior album più vicino che non era originariamente elencato come album più vicino sulla quarta di copertina. Una volta ho suggerito che le band indie dovrebbero assumere Mike Mills per cantare come accompagnamento nei loro dischi, perché farebbero sembrare grandi e gioiosi anche i brani mediocri. Questa non è una canzone mediocre, ma è una bella dimostrazione di questo effetto.

58. Parrocchetto

Iniziare con Su , R.E.M. trascorse tre album attingendo a due influenze principali: The Beach Boys e Radiohead. Questo parla degli impulsi confusi che li governavano in quel momento, poiché il primo rappresenta l'apice della musica rock classica, mentre la seconda era dedicata alla decostruzione della canzone rock classica. Conciliare questo, chiaramente, è stata una sfida anche per una band così abile come i R.E.M. Ma quando l'hanno fatto funzionare, i risultati potrebbero essere sbalorditivi come Parakeet, una confezione sonora bella e lussuosa che esprime il totale disprezzo per i rituali quotidiani che definiscono l'esistenza quotidiana.

57. Come è stato vinto l'Occidente?

Prima che i Radiohead influenzassero i R.E.M., i R.E.M. fu un'influenza primaria sui Radiohead. E questo è continuato anche dopo che i Radiohead sono diventati famosi. Thom Yorke ha chiamato Nuove avventure nell'Hi-Fi uno dei suoi album preferiti di tutti i tempi , e anche se non suona quasi per niente come la sua band, c'è una sensazione cinematografica nell'album che ricorda vagamente il lavoro dei Radiohead all'epoca. La traccia di apertura di Nuove avventure si sviluppa come una sequenza di titoli di testa, preannunciando il destino e la distruzione che ci attendono: questa storia è triste, raccontata molte volte / la storia della mia vita in tempi difficili.

56. Monty ha fatto un affare grezzo

Man In The Moon è la canzone più famosa su una leggenda di Hollywood morta su Automatico per le persone, ma questo tributo a Montgomery Clift è degno di nota per il nitido lead acustico di Peter Buck e la potente traccia di batteria di Bill Berry, in stile John Bonham. A quanto pare Berry era un fan dei suoni di batteria R.E.M. aveva precedentemente catturato ai Bearsville Studios nello stato di New York, il che è un peccato vista la frequenza con cui non farlo ascolta la batteria Automatico per le persone.

55. 7 fratelli cinesi

Poi di nuovo, come sottolinea Stephen Malkmus nel classico R.E.M. di Pavement. canzone tributo Potere invisibile dello steccato, Bill Berry conosceva la moderazione, quindi non suonare poteva essere cruciale per lui quanto suonare effettivamente. Altrove, Malkmus controlla il nome di sei tracce su 10 da fare i conti ma non questa, forse perché è impossibile trovare una parola che faccia rima con 7 Chinese Brothers.

54. Impossibile arrivarci da qui

R.E.M. sono entrati nella fase della sezione fiati giusto in tempo per il loro terzo album difficile e sperimentale, Favole Della Ricostruzione . Questa può essere una bandiera rossa di imminente obsolescenza, ma i R.E.M. non usava i fiati per significare gravitas soul, ma piuttosto come un agente del caos che interrompeva la loro musica insistentemente melodica. In Can't Get There From Here, la compattezza dei primi due album dei R.E.M. è messa di traverso. Le cose non si bloccano davvero fino al bridge, quando all'improvviso il balbuziente riff funk di Buck si allinea con la sezione ritmica e la voce comicamente strascicata di Stipe.

53. I fiori del Guatemala

Questa canzone presumibilmente parla del coinvolgimento della CIA nel rovesciare i movimenti rivoluzionari in America Centrale, anche se lo so solo perché ho letto il libro di Marcus Gray È venuto dal sud. Ma preso proprio come un brano musicale avulso da qualsiasi spiegazione successiva ai fatti, The Flowers Of Guatemala suona come una prova per le ballate potenti arpeggiate come Everybody Hurts e Strange Currencies che i R.E.M. andrà a schiacciare nel decennio successivo. Ciò che distingue The Flowers Of Guatemala è l'inclusione di un eccellente assolo di chitarra di Peter Buck, che questa band contraria ai solisti ha eliminato nelle canzoni successive.

52. Pellegrinaggio

Una delle grandi esibizioni di Mike Mills, sia al basso che alla voce. Qualsiasi gruppo rock universitario che si sentiva amareggiato per non avere avuto lo stesso successo dei R.E.M. sicuramente hanno sentito il cambio di chiave intorno alle 3:40 e si sono resi conto che non avevano alcuna speranza di toccare questa band.

51. Star me gattino

Automatico per le persone potrebbe essere la meditazione sulla morte dei R.E.M., ma non dimenticate che è anche l'album con la copia di I'm Not In Love dei 10cc. Prima di Mostro, questa era anche la loro canzone più esplicita sul sesso, in quanto diretta, ma anche sporca.

ottenere una permanente per ragazzi

INTERVALLO

Per favore, consenti a questa clip di illuminare la tua giornata.

50. Schiacciare con l'eyeliner

Mostro è stato il momento in cui i R.E.M. ha dovuto confrontarsi con l'essere uno dei gruppi rock più famosi al mondo. Dopo Fuori tempo, sono andati a nascondersi e hanno fatto Automatico per le persone. Peter Buck è andato alla deriva più lontano dalla fama, mi ha detto nel 2019 . Avevo una macchina e una scatola di cassette che ascoltavo, e una giacca di pelle. E mi sono semplicemente spostato da un posto all'altro. Ma con Mostro e il tour di accompagnamento, R.E.M. hanno esagerato la loro recitazione da rockstar - caratterizzata dalla spavalda ode glitter-rock Crush With Eyeliner - come meccanismo di difesa contro l'isteria molto reale che accade intorno a lui. È stata la prima e unica volta onestamente in cui le persone ci hanno inseguito e urlato contro di noi per le strade, mi ha detto Buck. Saremmo arrivati ​​al nostro hotel e ci sarebbero state 300 persone ad aspettare fuori. E pensi: 'Che cazzo? Che cosa è questa storia?'

49. Ho preso il tuo nome

Gli strati su strati di dissonante ironia che definiscono il Mostro punto — è in qualche modo il loro più divertente e disco più inquietante, carico di singoli di successo e tuttavia ancora ricordato come un relativo fallimento – tutto tranne che assicurava che avrebbe confuso gli ascoltatori e ferito i R.E.M. a lungo termine. Per alcuni fan, sembrava andare contro ciò che i R.E.M. una volta rappresentava. In una prima clip di intervista dal 1983, puoi vedere Peter Buck scrollarsi di dosso il suggerimento che la sua band potrebbe mai suonare negli stadi. Lo facciamo per divertimento, dice. Non sentiamo di dover essere all'altezza dell'intera immagine da rockstar di salire sul palco, come gli U2, essere melodrammatici o altro. Ma ora R.E.M. stava prendendo direttamente dal playbook dell'era Zoo TV degli U2, e lo faceva in un modo molto consapevole, scrivendo canzoni come I Took Your Name che affrontano la disumanizzazione che la fama stava imponendo loro.

48. Agrodolce me

Alcune persone affermano che Mostro segnò la fine degli anni di gloria dei R.E.M. Ma penso che la distinzione appartenga effettivamente a Nuove avventure nell'Hi-Fi, il loro capolavoro finale e il preferito di Stipe. Nel 2015, lui mi ha detto che la decisione di fare di E-Bow The Letter - una canzone brillante a cui arriverò tra un momento - il primo singolo ha affondato il record, perché non è un singolo pop, ha detto. Eravamo in grado di spingere la radio lontano dal mainstream e verso qualcosa che fosse più marginale ed esterno, e lo abbiamo fatto con ogni possibilità disponibile. Nel caso di 'E-Bow the Letter', ci siamo spinti troppo oltre. Il secondo singolo di Nuove avventure era Bittersweet Me, una splendida canzone di rottura nello stampo di The One I Love. È possibile che qualunque primo singolo da un R.E.M. record nel 1996 - un periodo in cui il nu-metal e il teen pop stavano appena iniziando a prendere il sopravvento sulla cultura pop - avrebbe fallito. Ma ancora, Bittersweet Me avrebbe dovuto essere ancora il primo separare.

47. Cuyahoga

Anche quando i R.E.M. stava avendo successi, c'era disaccordo sul fatto che avrebbero potuto avere Di più colpi. Ci sono state alcune volte in cui abbiamo scritto una canzone che pensavo avesse un grande potenziale pop, ma Michael non ci ha messo un testo pop o una melodia pop, e mi ha fatto incazzare enormemente, ha detto Mills. Forcone nel 2011. Una delle canzoni che ha menzionato era Cuyahoga, e puoi vedere cosa intende: la musica è robusta e stridulo, e il ritornello è inno, eppure Stipe sta cantando su un fiume in Ohio.

46. ​​​​Superuomo

Mentre i R.E.M. presentava sempre pubblicamente un fronte unito, c'erano due cricche nella banda composta dalle coppie di amici che si incontravano prima dei R.E.M. formato. C'erano i Macon Boys, Mike e Bill, da una parte, e i nerd della Wuxtry Records, Michael e Peter, dall'altra. Secondo David Buckley R.E.M. Narrativa: una biografia alternativa, Stipe e Mills in realtà non andavano d'accordo a metà degli anni '80. (C'era amore lì ma c'era una grande quantità di olio e acqua per un po', dice Mills.) Questo è attribuito ai soliti scontri di personalità, ma mi chiedo se a un certo livello fossero competitivi come i due principali cantanti nel gruppo musicale. Mills in un certo senso aveva una voce migliore, sebbene Stipe fosse chiaramente più un cantante solista. In qualche modo, Superman funge sia da deliziosa e rara vetrina per Mills che evidenzia anche (in sua assenza) ciò che esattamente Stipe apporta all'operazione.

45. Canzone pop 89

Ho appena visto questo video per la prima volta senza le barre nere. La versione non censurata è su YouTube; le prime 94 volte che l'ho visto, era su MTV. Concettualmente, mi sembra che funzioni meglio con le barre nere. Tuttavia, questo è il mio R.E.M. preferito. video mai.

44. Benvenuto nell'occupazione

Questa canzone è forse l'esempio più ovvio del suono di chitarra altamente influente di Peter Buck. È spesso paragonato ai Byrds, ma non è così stridente o radicato nella musica folk. Suona il suo Rickenbacker come un uomo che è cresciuto ascoltando Tom Verlaine, non Doc Watson. Questo è un modo incredibilmente insufficiente per descriverlo, ma sembra comunque appropriato: il tono della chitarra di Buck sembra solo più collegiale. Welcome To The Occupation non evoca Mr. Tambourine Man quanto 10.000 Maniacs o i Gin Blossoms.

43. Tu sei il tutto

Solo una bella ballata su cui guardare il cielo e cercare di dissuadersi da un attacco d'ansia. Sei sdraiato sul sedile posteriore, i finestrini avvolgono (diciamo, diciamo, la luce) / Al suono del viaggio e del motore (diciamo, diciamo, la luce) / Tutto ciò che senti è il tempo che si ferma in viaggio / E senti una tale pace e assoluta / L'immobilità ancora che non finisce / Ma lentamente scivola nel sonno. Uno dei migliori testi di Stipe.

42. Giardinaggio di notte

Un ottimo esempio di come Stipe dipinge un'immagine memorabile con una frase che non ha un senso letterale dell'arte. L'ho sempre interpretata come una canzone sull'essere un orgoglioso outsider e agire in un modo che va deliberatamente contro l'ordine stabilito. Lo sto basando sulla mia lettura di testi che potrebbero non essere accuratamente trascritti, dal momento che Stipe ha rifiutato di pubblicare i suoi testi all'inizio e spesso li ha cambiati in concerto. Detto questo, mi è sempre piaciuta la fila, i vicini vanno a letto alle dieci / tanto per cambiare chiamano la fila di preghiera.

41. Texarkana

Un'altra canzone perfetta dal lato due di Fuori tempo, che metterò contro qualsiasi lato di qualsiasi R.E.M. album.

40. Basso

Fuori tempo è l'album più pop dei R.E.M., ma in modi più sottili è anche il disco in cui i R.E.M. iniziato ad abbracciare il rock classico. Questo processo è culminato con l'invito di John Paul Jones dei Led Zeppelin ad arrangiare diverse tracce su Automatico per le persone, che sarebbe sembrato ridicolo solo cinque anni prima. Vorrei che avessero pensato di chiedere a Ray Manzarek di suonare l'organo in Low, perché è una canzone dei Doors: il drone di fascia bassa, l'atmosfera da funerale e la voce roca di Stipe fanno tutti un cenno a The Lizard King.

39. Schiacciata all'arancia

La mia storia preferita di Verde tour parla di come c'erano due autobus: un autobus rumoroso per Buck, Berry e Mills e un autobus per latte e biscotti per Stipe, il manager Jefferson Holt e l'avvocato Bertis Down. (Apparentemente Stipe teneva letteralmente latte e biscotti nel frigorifero del suo autobus.) Questo è l'unico accenno di decadenza durante il primo grande tour nell'arena della band, sebbene le registrazioni bootleg di quest'epoca illustrino che i R.E.M. aveva adottato una grande personalità rock sul palco. Non così cartoonesco come il Mostro certo, ma Orange Crush è un sonaglio da stadio in stile U2 tanto quanto quasi qualsiasi cosa su L'albero di Giosuè.

38. Ridere

Anche se la media battuta dei R.E.M. per le copertine degli album è frustrantemente bassa, io nomino Su come il più brutto, seguito da vicino da Mostro, ma la maggior parte sembrano collage del primo anno - la copertina di Mormorio è un incredibile risultato visivo. Quei kudzu sono allo stesso tempo familiari e completamente alieni; R.E.M. fece sembrare Atene come Marte. Mentre Mormorio non è certo un disco prog-rock, ha un surrealismo esotico che è più in linea con i Genesis dell'era di Peter Gabriel rispetto, ad esempio, ai The Replacements o ai loro coetanei indie degli anni '80. Prendete Laughing, che fa riferimento nella riga di apertura a una creatura mitologica di nome Laocoonte che è stata mangiata con i suoi due figli dai serpenti. La cosa doppiamente impressionante di questo - oltre a Laughing è una canzone così accessibile e accattivante - è che Stipe l'ha evocato senza il beneficio di Wikipedia.

37. Alzati

E poi ci sono i R.E.M. canzoni in cui Stipe canta semplicemente di essere troppo pigro per alzarsi dal letto. Contiene moltitudini!

36. (Non tornare a) Rockville

La canzone dal suono più tradizionale del sud nel loro catalogo, con un pizzico di rock band da bar del Jersey in stile E Street. Sul palco, originariamente lo suonavano più velocemente e più come una canzone punk, solo per rallentarlo in modo semi-scherzante per Fare i conti. Questo in un modo è un precursore dell'alt-country, un genere che Buck ha avuto un ruolo diretto nel fortificare producendo il terzo disco di Uncle Tupelo, 16-20 marzo 1992. (C'è stata a lungo un'influenza pronunciata dei R.E.M. nelle canzoni di Jay Farrar, in particolare Questo. ) Sul Mostro tour, R.E.M. ha invitato Wilco ad aprire alcune date in Europa, spingendo una delle peggiori emicranie della vita di Jeff Tweedy. Il Mostro tour sembrava avere quell'effetto sulle persone.

35. Mappe e leggende

Questo da Favole Della Ricostruzione è più in linea con il nuovo tipo di musica del sud che i R.E.M. pioniere. Tre quarti dell'anno, Favole è probabilmente il mio sesto o settimo preferito R.E.M. album. Ma in estate è il mio numero uno dei R.E.M. album, proprio perché senti l'umidità che fuoriesce da canzoni come Maps And Legends.

34. E-inchinare la lettera

Come discusso in precedenza, lo stesso Stipe ha incolpato questa canzone per aver affondato le prospettive commerciali di Nuove avventure nell'Hi-Fi, anche se lo annovera tra le migliori canzoni R.E.M. mai scritto. (L'alluminio / ha il sapore della paura sta certamente con le linee più citabili di Stipe.) Ma almeno un membro dei R.E.M. potrebbe aver anticipato Nuove avventure vendendo solo un milione di copie con mesi di anticipo. Questa è una teoria molto intrigante trasmessa nella biografia della band di David Buckley R.E.M. fantascienza, il che postula che Peter Buck abbia insistito nel bloccare la band in un contratto discografico a lungo termine perché aveva previsto che l'attuale enorme successo commerciale per la sua band ... era insolito in termini di come operava l'industria e potrebbe non durare. R.E.M. successivamente hanno firmato un contratto di cinque album del valore di $ 80 milioni, il più grande accordo mai assegnato all'epoca, che ha dato loro sicurezza a vita proprio prima che il rock alternativo cadesse da una scogliera alla fine degli anni '90.

33. Nuovo test lebbroso

Nuove avventure nell'Hi-Fi ha anche segnato il punto in cui il rapporto positivo dei R.E.M. con la stampa rock ha iniziato a girare di lato. Scrivendo per Richiesta rivista, scrisse Jim DeRogatiss un profilo devastante che ritraevano la band come milionari viziati e disimpegnati che manipolavano abilmente i media per fargli trascurare le loro carenze, paragonandoli alla fine a colossi del rock aziendale come Aerosmith, Van Halen, Madonna e Michael Jackson. Anche se poco caritatevole, questa non è una visione del tutto imprecisa dei R.E.M. al loro apice commerciale. La conclusione prevalente del pezzo di DeRogatis è stata che i R.E.M. forse era alla fine del loro apice creativo. Questo, ancora una volta, non era del tutto sbagliato, anche se DeRogatis sottovaluta la qualità di Nuove avventure, un album per coincidenza (o forse no) ossessionato dall'effetto corrosivo dei media sulla cultura americana negli ultimi anni del XX secolo. Questa canzone è l'affermazione più acuta di Stipe al riguardo: il conduttore di un talk show era schedato / Tutto organizzato e vuoto / Gli altri ospiti erano spaventati e induriti / Che parata triste, che parata triste.

32. Al mio più bello

Nel 2000, Michael Stipe pensava che i R.E.M. stava facendo musica per un mercato radiofonico che non esiste più. Siamo completamente fuori passo rispetto a ciò che sta accadendo. Avrebbe potuto riferirsi a questa canzone, il terzo singolo di Su, la loro allusione più riuscita a Suoni di animali domestici anche questo era completamente fuori luogo nel 1999, l'anno in cui la radio non ne aveva mai abbastanza di Smooth di Santana e Rob Thomas. Una delicata ballata per pianoforte con voci stratificate e orchestrazione si è distinto quell'anno come un fabbro nella Silicon Valley.

31. Qual è la frequenza, Kenneth?

Ovviamente R.E.M. si sentivano già fuori luogo e un po' sfigati anche quando erano al centro del mondo rock. Mostro è stato interpretato come il tentativo dei R.E.M. di tenere il passo con l'avanguardia grunge dei Nirvana e dei Pearl Jam, anche se quelle band avevano già trascorso buona parte della loro giovane carriera cercando di emulare i R.E.M. Ma ancora una volta, come con tutte le cose Mostro, c'è un meta-commento su questa narrativa di Losing My Edge integrato nel cuore del disco per gentile concessione di What's The Frequency, Kenneth?, una canzone descritta in seguito da Stipe come parla di un ragazzo che stava provando davvero duramente a 'connettersi' con un generazione più giovane e fallendo disperatamente in questo.

30. Tutti fanno male

Ogni band legacy ha una canzone molto popolare che le persone respingono perché la cultura ha apposto un bagaglio così distratto e banale. Questa è quella canzone per i R.E.M., la loro grande e grandiosa ballata sul suicidio. Michael Stipe in questa canzone era molto lontano dal borbottare e sguazzare nell'oscurità. Everybody Hurts è chiaro, indifeso e ingenuo come i R.E.M. prende. È una canzone completamente nuda sul dolore universale, e su come tutti noi abbiamo bisogno di essere certi che a volte trattenere è meglio che lasciar andare. Puoi sentire e sentire ogni singola parola che Stipe dice, e la musica è così ridotta che non puoi davvero evitare di cosa parla la canzone. Che questo tipo di vulnerabilità metta le persone a disagio è ovvio dal comune bisogno di respingerla o riderci sopra. Cioè, fino a quando c'è un momento nella tua vita in cui tu bisogno di ascoltare una canzone come questa. E quel momento arriverà, per ragioni semplici e inevitabili come il titolo della canzone.

29. Trova il fiume

Un interessante esperimento mentale è immaginare come Automatico per le persone sarebbe venuto fuori se Michael Stipe fosse stato in uno spazio di testa diverso. E se invece di essere turbato dai suoi nonni vicini alla fine della loro vita (così come dal fatto che il suo cane è malato), fosse desideroso di continuare il solare folk rock di Fuori tempo? Sulla base dei demo e degli outtake raccolti nel cofanetto del 2017, R.E.M. avuto i brani per muoversi in quella direzione. (Mills per esempio non considera questo periodo come un periodo cupo per la band. In effetti, suona piacevolmente rilassato. Non è stato un problema per noi andare in studio e uscire per qualche ora. era probabilmente con l'aria condizionata, che era meglio della metà degli altri posti ad Atene in estate, mi ha detto nel 2017.) Ma alla fine Stipe è stato attratto dalla musica più downbeat uscita da quelle sessioni, molto mid-tempo, carina fottutamente strano... più acustica, più organo, meno batteria, come ha spiegato a Rolling Stone. Tutti questi descrittori potrebbero applicarsi alla traccia di chiusura dell'album, Find The River, anche se il percorso di questa canzone ricercata è fuori dall'oscurità e verso qualcosa di simile alla grazia.

28. Leader mondiale finta

Si suppone che Michael Stipe abbia cantato questa canzone una volta in studio, perché non pensava di poter superare la performance originale. Ma anche meglio della sua voce sono i testi, che sono stati contestualizzati da Stipe come politici ma che ho letto come una spiegazione della guerra che conduce dentro tutte le persone tra il loro io migliore e quello peggiore che finisce per negare i loro migliori interessi. immagino che è un messaggio politico, ma è politico nel senso di Leonard Cohen, non tanto un invito all'azione quanto un'espressione poetica di fatalismo condannato allacciato con paura e disgusto terrificanti. Indovino i miei motivi più profondi / riconosco le armi / le ho esercitate bene, le ho adattate da solo.

27. Lupi, in basso

La prima canzone del primo EP, un'incredibile esplosione di energia che giustifica uno degli usi più eclatanti della punteggiatura non necessaria nel rock. Una volta Mike Mills ha chiamato la batteria di Bill Berry in questa canzone orchestrale, e non ho intenzione di essere in disaccordo con l'uomo che suona il basso in The Baseball Project su quella.

26. Posizionamento ancora

Nella sua eccellente biografia di Replacements Ragazzi guai, l'autore Bob Mehr parla occasionalmente di R.E.M. come un punto di confronto più sano e meno autodistruttivo. Qualunque sia il R.E.M. ha fatto bene dal punto di vista della carriera, The Replacements ha fatto gloriosamente, spettacolarmente sbagliato, a volte intenzionalmente. Ma questo contrasto si applicava anche alle diverse filosofie della band, in particolare per Paul Westerberg, che è stato guidato dal chip del Midwest sulla sua spalla per distinguersi da Stipe in senso sporco. Il cantante dei R.E.M. era decisamente più un intellettuale di me, dice Westerberg nel libro di Mehr, quindi avrei suonato il gutternipe al suo hoo-ha più colto. Quasi 40 anni dopo, queste differenze non si registrano davvero, dato che entrambe le band attingevano da fonti musicali simili. In effetti, potrei quasi immaginare che questa canzone sullo spreco della tua giovinezza appaia su Lascia fare, solo con più riferimenti a erezioni e Gene Simmons.

25. Bella persuasione

Ma negli anni '80, alcune persone della scena indie si sono davvero risentite dei R.E.M. per la loro professionalità e carrierismo, proprio perché queste cose li elevavano al di sopra di quasi tutti i loro coetanei. La band stessa ne era a conoscenza e lo ha commentato in modo buffo. (Peter Buck ha definito la sua band il limite accettabile delle cose inaccettabili.) Considera anche Pretty Persuasion, una delle loro prime canzoni, e quanto quel combustibile riff di Peter Buck assomigli a band anni '80 come The Plimsouls e innumerevoli altre che poche persone ricordano ora . Pochissime band che suonavano così sono uscite dagli anni '80. R.E.M. doveva sopravvivere Un sacco di bande per andare lontano.

24. Parla della passione

Un altro lick di chitarra di tutti i tempi Peter Buck. Tanta musica accesa Mormorio è in sordina e sfocato, ma quel riff risuona con epica maestà.

23. Radio Europa libera

Questa canzone non significa letteralmente niente. Michael Stipe non aveva completato il testo quando è stato registrato, quindi molte parole sono solo sciocchezze sboccate. Ma figuratamente Radio Free Europe significa tutto. Su Mormorio, la sua assertività risalta immediatamente. Sembra una festa, ed è stato infatti in parte scritto in un'atmosfera di festa. (Secondo Mills, ho scritto la strofa e la sezione B su una chitarra elettrica non amplificata in un negozio di dischi deserto mentre c'era una festa al piano di sopra. Buck in seguito ha aggiunto il ritornello.) Anche se non puoi capire cosa stia facendo Stipe circa, viene trasmesso come un inno, e il riferimento radiofonico nel titolo suggerisce un'imminente rivoluzione delle onde radio. Che è esattamente quello che è successo sulla scia di Radio Free Europe.

22. Elettrolite

Una specie di figlio del Nuoto Notturno con un arrangiamento più spiritoso. È anche il miglior album dei R.E.M., anche se Stipe all'inizio lo odiava. Solo dopo che Thom Yorke l'ha definita la migliore canzone dei R.E.M. mai scritto ha accettato di metterlo? Nuove avventure nell'Hi-Fi. È pazzesco che Stipe non abbia riconosciuto quanto fossero belli i suoi testi: Se mai vorrai volare / Mulholland Drive / Su nel cielo / Stai su una scogliera e guarda laggiù / Non aver paura, sei vivo.

21. Sentire la gravità tirare

Il più drammatico R.E.M. apri album. Il riff di Peter Buck colpisce come un salto su un cadavere. Sembra una persona che dice oh merda attraverso una chitarra. Una band goth-metal di merda dovrebbe coprirlo per il prossimo grande trailer del film horror.

20. Mezzo mondo lontano

Un altro esempio di R.E.M. incanalare la loro Led Zeppelin III lato, con qualche eccellente organo di Mills. Suppongo che questo possa essere interpretato come una canzone sui tour, cantata dal punto di vista privilegiato di una band che era nel bel mezzo del suo periodo più familiare. Ma quello che amo di Half A World Away è quanto suoni espansivo, specialmente per una ballata folk. R.E.M. aveva il budget e il tempo per fare un record di successo con Fuori tempo, e questa canzone mostra loro che abbracciano le possibilità. Nel momento in cui la sezione degli archi piomba su per sollevare il mix di mandolini e clavicembali, Half A World Away ha raggiunto il pieno volo.

19. Valute strane

Nel bizzarro, non del tutto riuscito ma alla fine affascinante neo-noir del 2018 2018 Sotto il Lago d'Argento, questa canzone e What's The Frequency, Kenneth? sono utilizzati come vecchi successi che preoccupano il protagonista del film, schifoso e incline alla nostalgia, interpretato da Andrew Garfield. Nel film, Strange Currencies svolge un duplice ruolo di spunto romantico e di cenno più insidioso ad alcune malsane ossessioni al centro della storia. Questi aspetti sono evidenti anche su Mostro, l'oppressivo record di creep popolato da personaggi sgradevoli. Anche se questa canzone è più dolce della maggior parte dell'album, l'oscurità persiste.

18. Binky lo zerbino

Registrato verso la fine del Mostro tour, questa traccia da Nuove avventure nell'Hi-Fi è uno dei più commoventi di quest'epoca, anche se rimane poco riconosciuto. Il titolo fa riferimento a un personaggio secondario della commedia profondamente spiacevole del 1992 di Bobcat Goldthwait 1992 scuote il pagliaccio, su un intrattenitore per bambini misantropo che viene incastrato per omicidio. Il testo di Stipe usa questo come punto di partenza per dipingere un quadro di sottomissione e alienazione, sebbene il potere di Binky The Doormat derivi dalla performance, catturata in quello che allora era conosciuto come il Desert Sky Pavilion a Phoenix. In poche parole, suonano sventrati, con Buck che suona una linea di chitarra strozzata che rimbomba ed echeggia sul freddo cemento dell'anfiteatro. È l'ultima resistenza del rock alternativo proprio mentre stava per morire, preso dalla band che ha fatto più di chiunque altro per portare avanti la rivoluzione. Non smette mai di commuovermi, questa band che urla va via a 20.000 persone mentre la loro onda sta per infrangersi.

17. È la fine del mondo come lo conosciamo

Lester Bangs è il critico rock più famoso a causa di Quasi famoso prima, e poi questa canzone. Se non fosse stato per Stipe che lo citava come uno dei suoi L.B. celebrità - insieme a Leonard Bernstein, Leonid Brezhnev e Lenny Bruce - non avrei mai letto Reazioni psicotiche e sterco di carburatore. E probabilmente non sarei mai diventato un critico rock, e questa lista non esisterebbe. Quindi puoi ringraziare o incolpare questa canzone per quello che stai leggendo.

16. L'uomo sulla luna

La nota più morbosa a Automatico per le persone è che era l'album che Kurt Cobain aveva su quando si è tolto la vita. Mi chiedo fino a che punto sia arrivato nel record. Ce l'ha fatta a Man On The Moon? Costruito attorno a un riff scritto da Bill Berry, Man On The Moon sarebbe praticamente una canzone country se avessero aggiunto una prominente chitarra pedal steel. C'è anche un elemento spirituale in Man On The Moon che è unico per Automatico per le persone — Michael Stipe sta immaginando Andy Kaufman nell'aldilà, suggerendo anche che l'immortalità riduce allo stesso status le persone iconiche e dimenticate. È una canzone tributo a una leggenda su come alla fine finiamo tutti nello stesso posto. Non so se Cobain lo avrebbe trovato confortante o meno.

15. Vicino al paradiso selvaggio

Il R.E.M. canzone che più vorrei vivere dentro. L'equivalente sonoro di prendere E e scivolare in un bagno caldo.

14. Inizia l'inizio

Le prossime tre canzoni sono tutte apripista, come i R.E.M. sapeva farlo come qualsiasi rock band americana. La prima lezione R.E.M. ci insegna è che mettere la parola inizio è un ottimo modo per dire alla gente che l'album sta per iniziare. Usarlo due volte è ancora meglio.

13. Cappotto di porto

La seconda lezione dei R.E.M. sugli album di apertura è che se insisti su non mettendo inizio nel titolo, allora dovresti iniziare con un rullo di tamburi di Bill Berry e poi dare il via a una delle tue canzoni più veloci sostenute da una linea di basso subdolo-funky di Mike Mills.

12. Guida

La terza lezione è che puoi ignorare completamente le prime due lezioni e di fatto fare il contrario. La spinta suggerisce un movimento in avanti, ma la musica è volutamente letargica. (La traccia di base è stata tracciata a New Orleans una sera tardi dopo la chiusura dei bar.) Se segui il consiglio dei R.E.M., e poi fai il contrario, ti ritroverai con uno dei migliori lati 1, la traccia 1 di sempre.

11. Perdere la mia religione

Questo dovrebbe è stata la prima traccia su Fuori tempo, e non il già deriso Radio Song. (So ​​di aver già offeso tutti gli amanti delle canzoni radiofoniche, quindi lasciatemi dire questo: apprezzo che i REM ci abbiano provato! Stavano unendo le sottoculture rap e alt-rock. Questo è nobile! Ma due delle 10 peggiori canzoni REM gli Anthrax erano semplicemente più bravi in ​​questo.) Losing My Religion punta ancora una volta alle inclinazioni del rock classico di Fuori tempo ; la fusione di conflitto personale e politico su una base di base folk-rock è puro Jackson Browne, con forse un pizzico di Hotel California Aquile. E come gli Eagles, i R.E.M. divenne nemico della chiesa a causa di questo canto. (Almeno questo era vero per mio chiesa - un giovane pastore in visita si scagliò contro Losing My Religion, insieme al Satanic mascheramento che presumibilmente esisteva nei dischi dei Led Zeppelin e dei Queen. Questa è l'unica volta nella mia vita che i R.E.M. era considerato pericoloso).

10. Quello che amo

Il primo grande successo dei R.E.M., ed è probabilmente il motivo per cui (insieme a Every Breath You Take dei Police) è la canzone d'amore più fraintesa nel canone dell'alt-rock. Prova a pensare a un testo che sia più cattivo di un semplice oggetto di scena per occupare il mio tempo. Quando metti questo esce a quello che amo subito dopo, fa davvero quella linea peggio. Ma la cosa più sorprendente di The One I Love è come la performance di Stipe ti faccia dimenticare quante poche parole ci siano in questa canzone. Ogni volta che ripete lo stesso verso, la sua voce infonde alle parole nuovi significati: c'è odio in questa canzone, ma anche senso di colpa, perdita e persino tenerezza. Ma, sì, se qualcuno ti chiama un sostegno con voce amorevole, potrebbe essere il momento di voltare pagina da quella persona.

9. Feedback sul Paese

Parlando delle incredibili esibizioni vocali di Michael Stipe, Country Feedback è lui in modalità esorcismo. Tanto R.E.M. la musica si distingue per l'artigianato, spesso affinato nel corso degli anni. Ma Country Feedback colpisce duro perché è improvvisato e suona così. Sopra una musica confusa e stordita che suona come un toro che muore lentamente di infarto, Stipe si apre con una performance sofferta e appassionata. Ancora una volta, lavora le stesse frasi più e più volte - Ho bisogno di questo! — girandole dentro e fuori, esplorando ogni possibilità emotiva, finché l'unica meta è la totale desolazione.

8. Cerchio perfetto

R.E.M. iniziato a giocare a questo Mormorio classico frequentemente sul Su tour come tributo al recentemente scomparso Bill Berry, che ha scritto la melodia. Insieme a Everybody Hurts, è la canzone più celebre associata a Berry, sebbene Perfect Circle sia anche una canzone per me su un'amicizia idealizzata del passato che non è durata ma continua a risuonare per anni dopo. (Una perfetta cerchia di conoscenti e amici / Bevi un altro, conia una frase che evoca praticamente tutti i ricordi felici che ho tra i 18 e i 23 anni.) Per Mormorio, l'hanno registrato con due pianoforti leggermente fuori sincrono, dando a Perfect Circle un insolito sapore musicale che fonde musica classica e ragtime che lo fa suonare di circa 40 anni più vecchio di qualsiasi altra cosa nel disco. Fin dall'inizio, era una canzone fuori dal tempo e misteriosa.

7. Cadi su di me

Stipe una volta ha affermato che questa canzone parlava di pioggia acida, ma poi ha ritrattato. (Apparentemente riguarda l'oppressione generale.) Per me, Fall On Me riguardava davvero la bellissima interazione tra le voci di Stipe e Mills. Di tutte le canzoni in cui sono co-protagonisti, questa è la mia preferita. (Anche se non puoi scartare Berry sepolto in profondità nel mix, cantando cadrà.)

6. Cerca di non respirare

Automatico per le persone è un disco così pesante e profondo sulla mortalità che è facile dimenticare quanto erano giovani quando l'hanno fatto. Erano rock star tra i primi e i 30 anni, all'apice assoluto della loro professione, eppure Stipe scriveva di prendere il controllo del modo in cui morirai. Questo è perverso! È come se Van Halen seguisse Jump con un album di cover di Leonard Cohen. Questa è una splendida traccia mid-tempo con una leccata di chitarra country-rock e cori sognanti di Mills in cui si affronta la morte concretamente, come qualcosa che ti accade e basta, piuttosto che come un vago dilemma filosofico o una minaccia esistenziale. Quel tipo di intuizione mi sembra un miracolo di empatia; Hello In There di John Prine è l'unica canzone con cui posso paragonarla.

5. Pilota 8

Posso scrivere quel tipo di cose nel sonno, ha detto una volta Peter Buck di Driver 8, una cosa rock mid-tempo, in chiave minore che secondo lui la band ha cercato di evitare di replicare mentre si spostava negli anni '90. Se questo è ciò che possono scrivere nel sonno, allora auguro a R.E.M. avevano fatto più sonnellini nella seconda metà della loro carriera. Forse ciò che Buck voleva dire è che Driver 8 è probabilmente il R.E.M. canzone di sempre. Tutto è estremamente sul naso quando si tratta dei loro significanti sonori: la voce leggermente twangy di Stipe, l'arpeggio della chitarra di Buck, il ritmo scattante di Berry e il contrappunto vocale di Mills. Ma per essere sopra il naso, devi Trovare il naso. E se ami i R.E.M. suono, non diventa più fondamentale di Driver 8.

4. La dolcezza segue

Questa è la canzone che vorrei fosse suonata al mio funerale. Potrei anche mettere questo testo sulla mia lapide: Sono queste piccole cose, possono trascinarti sotto / Vivi la tua vita piena di gioia e meraviglia / Ho sempre saputo che questo tuono / Era perso nelle nostre piccole vite.

3. Questi giorni

Il mio ideale platonico di un R.E.M. canzone. Adoro la linea di apertura, che è una classica minaccia/non sequitur alla Stipe. (Ora non mi nutro di te / riorganizzerò le tue scale.) Ha uno dei miei R.E.M. preferiti. cori, anche se non riesco a capire una parola. (Apparentemente è tutta la gente che si riunisce, vola per portare ciascuno il suo fardello, quando pensavo che fosse tutta la gente che si riunisce, flyyyyeragehisbrrr. ) Mills, ovviamente, è fantastico nei cori. La band nel complesso suona duro e spericolata, ma mantiene sempre il controllo. Questo è il R.E.M. rockeggiato ma non compromettono mai la melodia. Riorganizzano semplicemente le scale.

2. Nuoto notturno

Una delle più grandi canzoni mai scritte sulla memoria e sul desiderio. Il nuoto notturno consiste nel ricordare un momento formativo in modo così chiaro e vivido che puoi quasi riviverla, e il dolore di sapere che il divario tra ciò che puoi immaginare e ciò che è perso per sempre è stretto ma alla fine insormontabile. Riguarda anche la bellezza di Mike Mills che suona il pianoforte interno ai Criteria Studios di Miami - lo stesso usato per la coda di Layla - e l'incredibile arrangiamento d'archi di John Paul Jones progettato per inviare finalmente le poche anime indurite che non hanno già iniziato a piangere a Nightswimming raggiungendo le scatole di fazzoletti.

1. Quindi. Pioggia centrale (mi dispiace)

Classifica R.E.M. canzoni è estremamente difficile! Non riesco a pensare a un'altra band con così tante potenziali migliori canzoni di sempre. Non credo che abbiano un vincitore ovvio come la maggior parte delle band. Ho considerato ogni canzone nella mia top 25 come la mia preferita numero uno a un certo punto. La panchina è davvero così profonda!

Ma alla fine ho dovuto andare con So. Central Rain perché è il primo brano che mi viene subito in mente quando penso ai R.E.M. Questa canzone è R.E.M. to me — il squillante lick di chitarra introduttivo di Peter Buck, la batteria non appariscente ma insistente di Bill Berry, il basso melodico di Mike Mills e i cori struggenti e i testi opachi e la voce straziante di Michael Stipe. Qualunque sia il panorama musicale ed emotivo in cui esiste questa canzone, appartiene esclusivamente ai R.E.M. E appartiene ancora a loro. Tanti artisti hanno seguito le loro orme ma i R.E.M. possiede ancora questa corsia. Alla fine, sono rimasti in giro abbastanza a lungo - pubblicando dischi che erano almeno buoni e spesso fantastici per la maggior parte di 30 anni - per assistere alla nascita del rock alternativo, alla sua enorme crescita e al successivo dominio, e poi alla fine alla fine. R.E.M. non è solo un capitolo del libro sulla musica indie americana, sono un intero volume. Un documento, come direbbero loro, che è sempre un piacere rivisitare.