Incontra il laureato in belle arti del tatuaggio con inchiostro bianco 'appiccicoso'

Principale Arte + Cultura

Per la maggior parte dei tatuatori, l'inchiostro bianco è l'Anticristo - evocato da Lindsay Lohan che si fa tatuare il diabolico triumvirato della parola respirare a testa in giù sul polso in bianco nel 2006. Dopo un decennio di persone che seguono l'esempio e ricevono molto misto risultati, il dibattito sul tatuaggio con l'inchiostro bianco è ancora in corso, con molti tatuatori che si rifiutano di usarlo per principio. Ma alcuni sostengono che l'inchiostro bianco stesso non sia da biasimare, sono tatuatori inesperti, inchiostro di scarsa qualità e cure post-vendita negligenti che causano tatuaggi di merda, proprio come con qualsiasi altro tipo di tatuaggio. In effetti, se fatto bene da specialisti come Watson Atkinson , l'inchiostro bianco può sembrare sottile e ultraterreno.





Milano Mirko Sata è un altro tatuatore che si fa un nome con inchiostro bianco. Rifiuta fermamente le regole stabilite dai tradizionalisti pignoli, sconvolgendo la scena del tatuaggio con i suoi disegni audaci che stanno bene sulla pelle come sul suo streetwear personalizzato . Le sue firme sono studi sulla dualità: sagome nere vivaci contro un bianco delicato, serpenti intrecciati con simboli alchemici, misticismo mescolato con la moda contemporanea. Alcuni dei design più intricati ed esoterici del suo studio fanno capolino dagli slip Supreme e dai quadri Nike sul suo Instagram.

Sata (vero nome Mirko Augugliaro), 28 anni, proviene da un background di belle arti, con una laurea in scenografia presso la Nuova Accademia di Belle Arti Milano. Ha imparato da solo a tatuare, acquistare attrezzature e poi lavorare a casa per cinque mesi prima di entrare in uno studio come freelance, aiutato nel percorso da molti amici del settore che hanno visto il suo potenziale. Ormai tatuato da quattro anni, lavora in uno studio chiamato Satatttvision che ha messo in piedi con i suoi fratelli e ha una linea di abbigliamento in lavorazione. Abbiamo incontrato Sata per parlare della reputazione, dell'innovazione e della sperimentazione dell'inchiostro bianco e delle forme di tatuaggio tradizionali rispetto a quelle contemporanee.



Tatuaggio ininchiostro biancoMirko Sata, fotografia di Andrea Fabbian Sataa Satatttvision



Come descriveresti il ​​tuo stile di tatuaggio?



Mirko Sata: Vorrei dire avanguardia esoterica, una versione contemporanea dell'estetica esoterica. Mi piace reinventare le forme classiche contaminandole con nuove forme d'arte e il mondo della moda.

Da quali fonti trai ispirazione?



Mirko Sata: Esoterismo, misticismo, simbolismo. Questi 3 ismi sono le mie fonti più ricche anche perché sono strumenti per decodificare i segni del mio mondo onirico, altra mia fonte di ispirazione. Mi piace mescolare questo mondo concettuale con il mio gusto per l'estetica come l'arte contemporanea e la moda. Credo che l'ispirazione provenga soprattutto da uno stato d'animo come l'amore. La mia musa (e fidanzata) Ilenia Lai mi fa vibrare sulla mia frequenza più ispirata. Non ho una fonte di ispirazione specifica, mi ispiro al concetto di moda invece che a marchi o designer specifici. Potevo affacciarmi dal mio balcone e lasciarmi ispirare dall'architettura gotica di Milano o dai colori di a Highsnobiety inviare.