Quando Salvador Dalí era un ospite misterioso in un game show degli anni '50

Principale Arte E Fotografia

Pittore, fotografo, artista, architetto, autore, membro chiave del movimento surrealista e ... partecipante a un gioco. A parte il suo contributo alla storia dell'arte, Salvador Dalí ha un canone di momenti memorabili: il tempo in cui è quasi soffocato dopo essersi presentato per tenere una conferenza in una muta da sub e accusare Yoko Ono di tentare di eseguire la stregoneria con i suoi baffi. Anche da morto, Dalí fa notizia. Una delle sue pietre miliari più sottovalutate è stata in un episodio dello show televisivo Qual è la mia linea ? che andò in onda nel gennaio 1952.





Il formato dello spettacolo prevedeva persone normali con lavori saltuari, come un sollevatore di pesi, un conduttore di giraffe, ecc., A cui sono state poste domande sì o no da un gruppo di celebrità bendate. In uno speciale della stagione, Dalí è stato messo su ruote, con i baffi firmati e tutto il resto, a cui chiedere cose come, arriveresti alla prima pagina del giornale? e immagini che siamo bendati perché uno o più di noi ti riconoscerebbe a prima vista? Quasi tutto è un sì, e comprensibilmente man mano che i partecipanti al panel diventano sempre più frustrati - e il pubblico isterico - si proclama: Non c'è niente che quest'uomo non faccia! Guarda la clip d'archivio in tutta la sua brillantezza qui sopra.