Foto di uomini adulti che si comportano come bambini nell'Inghilterra degli anni '90

Foto di uomini adulti che si comportano come bambini nell'Inghilterra degli anni '90

quando Polly Borland è stato detto per la prima volta sul mondo segreto di bambini adulti , la sua reazione immediata è stata di liquidarlo come un'invenzione. Essendo un fotografo specializzato nell'insolito, surreale e marginale, l'idea - che ci fossero club segreti in tutto il mondo, in cui uomini adulti trascorrevano settimane guardando e vivendo come bambini - pure insondabile per l'era della TV pre-realtà dei primi anni '90. Ero tipo, 'no, non essere ridicola', ricorda, ridacchiando. Non può essere vero.

Tuttavia, ha capito subito che si sbagliava. Dopo un po' di ricerche, Borland si è presto trovata presentata al Hush-a-Bye-Baby Club a Gillingham, nel Kent, un luogo dove uomini adulti si registravano per divertirsi in vari stati di regressione infantile. Proprio come i tuoi bambini convenzionali, gli Hush-a-Byes trascorrevano il loro tempo strisciando sul pavimento, indossando (e usando) pannolini, dormendo nelle culle e, a volte, succhiando dal capezzolo di una 'madre'. Armata della sua macchina fotografica, Borland ha trascorso una giornata catturando lo strano e sgradevole teatro che si svolgeva nell'angolo sud-est della Gran Bretagna, con le immagini (in cui le identità dei bambini erano tenute nascoste) che si facevano rapidamente strada nella sfera pubblica tramite L'indipendente la rivista del sabato.

Tutti erano indignati. Non sembrava così divertente come l'editore pensava che sarebbe stato, ma è rimasto fermo, spiega. Le persone non potevano andare oltre il contenuto. Non sono riusciti ad andare oltre la raccapricciante bruttezza, anche se le foto erano piuttosto belle.

La luce, il colore, sono piuttosto belli, ma sono vecchi flaccidi vestiti da bambini. La gente lo trova inquietante. È una cosa inquietante su cui non riescono a mettere le mani o non riescono a convincere le loro menti.

Le foto erano piuttosto belle... (ma) sono vecchi flaccidi vestiti da bambini – Polly Borland

Nonostante lo shock generato dalla loro corsa iniziale sulla stampa mainstream, Borland - per quanto riguarda il suo rapporto con questa insolita comunità sotterranea - non ha esitato. In effetti, lei era esattamente l'opposto: ho pensato 'hmm...' che mi piacerebbe fare un libro su questo. E mostrerò i loro volti.

i bambini è stato pubblicato nel 2001 da libri powerHouse , con 80 fotografie scattate nell'arco di cinque anni, una prefazione di Susan Sontag e lo stesso sguardo risoluto dell'obiettivo di Borland. A differenza degli articoli e dei 'documentari' che potrebbero aver introdotto il pubblico contemporaneo al fenomeno, le immagini di Borland trascendono ogni tipo di ulteriore narrativa o giudizio.

In un certo senso mi descrivo come un umanista e un modernista. All'interno di questo, c'è quasi un elemento politico. Per me, penso che questo sia quello che è successo oggi, è che le persone si concentrano sulle differenze, quando – e questo suona un po' hippy da parte mia ma io non sono un hippy – se ci tagliamo, sanguiniamo tutti allo stesso modo colora il sangue. Si tratta di tolleranza e gentilezza e di tornare alla condivisione. Per me i bambini in qualche modo lo incapsulano; è così facile dare giudizi sulle persone attraverso la paura e l'ignoranza - e, immagino, l'ego. Cerco di non essere nel business di questo.

come fare un video porno

Non era solo, 'Vado a non giudicare.' In un certo senso sentivo di non essere nella posizione di giudicare, perché si stavano dando a me e si fidavano completamente di me. Non potevo essere giudicante, perché non credo che sarei durato cinque anni se avessi espresso un qualsiasi tipo di giudizio. Non volevo dare un giudizio. Non mi sentivo attrezzato.

Coccole in Mummy Hazel'sgiardino, 1994-1999Fotografia Polly Borland

Il fotografo australiano cita come ispirazione il realismo provocatorio di Diane Arbus e Larry Clark e, con i bambini , la loro influenza è chiara. Molto di ciò che rende le immagini così scomode è il modo in cui sfidano il riconoscimento della loro strana bellezza sincrona. Come osserva Sontag nel suo saggio introduttivo, Close è brutto. E l'adulto è brutto, se paragonato alla perfezione del neonato. Tuttavia, nella cornice di Borland, c'è qualcosa - almeno esteticamente parlando - di inspiegabilmente accattivante.

È così facile dare giudizi sulle persone attraverso la paura e l'ignoranza – e, immagino, l'ego – Polly Borland

Allora, perché l'hanno fatto? Borland lo attribuisce a un feticcio, ispirato da una sorta di alienazione. Ma, alla fine, non è molto importante. Alcuni di loro erano puristi dei bambini - credevano che se eri un bambino, fosse pre-sessuale, pre-lingua. Alcuni di loro (hanno scelto 'l'età del bambino') di due o tre anni, perché hanno detto che quello era il momento in cui sapevano che non stavano ottenendo ciò di cui avevano bisogno dalle loro madri, ricorda.

Molti di loro avevano una visione piuttosto psicologica, ma sono sicuro che fosse uno sforzo per capirlo da soli. Alla fine, non pensavo davvero che ci fosse una spiegazione semplice. In un certo senso, la sua psicologia quasi non era onesta. Ancora di più ora, siamo così legati dalla psicologia: è un paradigma che ho decisamente abbracciato. Ma, sempre di più, mi sono reso conto che è una scienza sconosciuta. Ci sono cose che ci riguardano e l'ambiente e l'infanzia sono estremamente importanti, ma a volte le cose non sono così semplici o così complicate.

Però mi hanno visto come una figura materna, credo.

i bambini sta visualizzando al Galleria mer nella sua interezza dal 22 luglio al 19 agosto

Cathy, Julianne, Snuggles e Roberta in Mummy Hazel'sgiardino, 1994-1999Fotografia Polly Borland