LaBeouf, Rönkkö e Turner nominano i neonazisti che hanno rubato la loro arte

Principale Arte E Fotografia

Shia LaBeouf, Nastja Säde Rönkkö e Luke Turner hanno rilasciato una dichiarazione sulla loro opera d'arte anti-Trump rubata, in cui identificano un uomo e una donna che credono abbiano commesso l'atto.





Il progetto HEWILLNOTDIVIDE.US è iniziato nella data di inaugurazione di Trump, il 20 gennaio. Un live streaming di 24 ore è stato organizzato al MoMA nel Queens, New York, dove il pubblico poteva unirsi al gruppo per recitare 'Non ci dividerà'. L'installazione è stata spostata nel New Mexico dopo essere diventata una 'minaccia per la sicurezza pubblica', ma è stata nuovamente spostata a causa degli spari nella zona. La bandiera 'Non ci dividerà' era eretto in un luogo segreto .

acconciatura e trucco di scena

Abbiamo segnalato a marzo che i troll avevano collaborato online per individuare la bandiera e rubarla. L'artwork è stato preso da Greeneville, Tenneessee e sostituito con un cappello 'Make America Great Again' e una maglietta Pepe.



LaBeouf, Rönkkö e Turner hanno inviato un dichiarazione pubblica che identifica una coppia come gli autori. Il gruppo scrive che si sentono moralmente obbligati a nominarli, poiché le circostanze significano che si tratta di una questione di più ampia sicurezza pubblica. La circostanza in questione che giustifica la preoccupazione per la sicurezza pubblica è che un membro della coppia accusata lavora come infermiera.



Descrivono in dettaglio la loro convinzione che le autorità del Tennessee non abbiano ancora mostrato la volontà di consegnare alla giustizia gli autori di questo crimine d'odio, nonostante si vantino online delle loro azioni, della loro motivazione antisemita e del fatto che hanno mentito alla polizia.



Sul loro sito web, il gruppo ha fornito i nomi completi, l'età, la città natale e le occupazioni dell'uomo e della donna. Il sito include anche un collegamento al podcast 'Knights of the Round', in cui la donna parla di mentire alle autorità e del suo viaggio per trovare la bandiera a Greeneville, nel Tennessee.

La pagina di LaBeouf, Rönkkö e Turner include anche post di DM di Twitter e messaggi su Discord, che mostrano discussioni sulla localizzazione e il furto della bandiera. L'account Twitter presumibilmente collegato alla donna include retorica antisemita e razzista.



Come la Tennessiano rapporti , l'uomo identificato dal trio ha pubblicato notizie sui raduni di 'White Lives Matter' e sul Traditionalist Worker Party, un noto gruppo nazionalista bianco.

Ci auguriamo che portare l'attenzione su questo porti finalmente le autorità a perseguire la questione e affermare che non può esserci posto nella società per i crimini d'odio neonazista, conclude la dichiarazione del gruppo.

Il progetto 'Lui non ci dividerà' continua a Le Lieu, unico a Nantes, in Francia.

animali notturni scena di apertura youtube