Alex Jones stava diffamando uno dei genitori di Sandy Hook durante il suo spettacolo ore prima di partecipare al suo processo per diffamazione

Alex Jones stava diffamando uno dei genitori di Sandy Hook durante il suo spettacolo ore prima di partecipare al suo processo per diffamazione

  Alex Jones
Immagine Getty

Alex Jones stava diffamando uno dei genitori di Sandy Hook durante il suo spettacolo ore prima di partecipare al suo processo per diffamazione

Se pensi di aver avuto una brutta giornata, almeno non lo sei Alex Jones . Il InfoWars honcho e teorico della cospirazione hanno fatto una rara apparizione al processo per diffamazione contro di lui, che riguarda le sciocchezze sfatate che ha a lungo diffuso sul massacro della scuola di Sandy Hook del 2012. Ma lo ha fatto solo durante la sessione pomeridiana. Quella mattina era AWOL, perché era occupato. Occupato a fare cosa? Occupato a diffamare uno dei genitori che già lo denunciavano per diffamazione.

Quella mattina, mentre i genitori che hanno perso i figli nella sparatoria di massa stavano testimoniando contro Jones, lui continuava come al solito, registrando un episodio del suo spettacolo InfoWars . Si è preso del tempo per affrontare il processo che può lasciarlo con meno di niente , individuando uno dei genitori, Neil Heslin, padre della vittima di 6 anni Jesse Lewis.

'Ho passato giorni, letteralmente a sette piedi, otto piedi di distanza da Heslin', ha detto Jones al suo pubblico. “Quel ragazzo è reale. E ho pensato che fosse un atto quando ho visto alcune delle cose in TV, solo perché è venuto fuori in quel modo... diciamo solo che è un uomo di ghiaccio. E non è un atto. Viene manipolato da alcune persone molto cattive'.

Ha poi chiamato Heslin 'lento' ('perché devo essere onesto'), aggiungendo: 'Non penso che sia stupido'. E che pensa di 'comportarsi come qualcuno che è nello spettro', il che lo fa 'sentire come un idiota ancora più grande'.

Jones ha descritto Sandy Hook come un'operazione 'falsa bandiera', accusando i genitori di essere attori i cui figli non sono stati davvero uccisi. Da allora, sono stati molestati e intimiditi da coloro che credevano alle affermazioni di Jones.

'Quello che è stato detto su di me e sulla stessa Sandy Hook risuona in tutto il mondo', ha detto Heslin alla giuria durante una testimonianza di un'ora, in cui ha respinto le lacrime. “Col passare del tempo, mi sono davvero reso conto di quanto fosse pericoloso. … La mia vita è stata minacciata. Temo per la mia vita, temo per la mia sicurezza”. Ha detto che la sua macchina e la sua casa sono state persino colpite da colpi di arma da fuoco.

Ha testimoniato anche Scarlett Lewis, la madre di Jesse Lewis. 'Jesse era reale', ha detto Lewis alla giuria. 'Sono una vera mamma'.

Quando Jones si è presentato tardivamente nel pomeriggio, non è andata bene . Dopo aver preso posizione, si è rivolto alla testimonianza di Lewis. 'Credo che Scarlett Lewis sia reale', ha detto. 'Credo che suo figlio sia morto.' Ha cercato di scusarsi con lei, ma è stato rimproverato dal giudice Maya Guerra Gamble, che lo ha informato che gli era permesso rispondere solo alle domande che gli erano state poste.

Mentre la corte si aggiornava, Jones si avvicinò a Lewis e Heslin per scusarsi, stringendo loro la mano. Heslin, conoscendo lo spettacolo di quella mattina, gli chiese se si sarebbe scusato per aver suggerito che fosse autistico. I loro avvocati li hanno rapidamente separati, ma Jones gli ha detto, mentre lasciava la sala di studio: 'Ehi, penso di essere autistico anche io, amico'.

di cosa è stata accusata la società di cosmetici Sunday Riley?

(Attraverso Storia cruda e Yahoo! Notizia )