Al Horford: l'ultimo uomo rimasto ad Atlanta

Al Horford: l'ultimo uomo rimasto ad Atlanta

Attivista della comunità, due volte All-Star e ora l'ultimo uomo in piedi dalla versione Atlanta Hawks dei Big Three, Al Horford sta entrando nella stagione più importante dei suoi sei anni di carriera. Gli Hawks saranno una squadra molto diversa in termini di personale rispetto agli ultimi anni. Un enorme rimescolamento del roster ha lasciato Horford per guidare i resti frammentati delle perenni squadre di playoff prodotte da Atlanta nella storia recente.

Nelle ultime due estati, Horford ha visto i suoi compagni di corsa primari lasciare l'organizzazione. Joe Johnson è stato ceduto ai Brooklyn Nets nell'estate del 2012 e Josh Smith firmato con i Detroit Pistons come free agent quest'anno. Ora solo il 6-10 Horford rimane il fulcro del franchise, sia letteralmente che figurativamente, e pensa che sia il suo momento di essere il leader dell'organizzazione.



Sto accettando la sfida, dice Horford. Ovviamente mi è piaciuto il tempo che ho avuto modo di suonare con Joe Johnson e con Josh Smith. Abbiamo avuto un'ottima chimica, specialmente con Josh e io. Ora con le cose che cambiano qui so che c'è un nuovo ruolo per me ed è qualcosa che accolgo con favore.

Quando è stato pressato su ciò che pensava esattamente che il suo ruolo avrebbe compreso, ha fatto sapere che è disposto a fare tutto il necessario per aiutare Atlanta ad avere successo.

Dovrò essere uno dei leader della squadra e dare l'esempio con il mio lavoro. Verbalmente se ho bisogno di dire qualcosa lo farò. Anche in campo, potendo fare tutto il necessario per vincere. Alcune notti mi richiederanno di segnare di più la palla e alcune notti per rimbalzare. Qualunque cosa sia, qualunque cosa sia, sono pronto per questo.

Anche con la maturità e la forza che si possono trovare in quei commenti, possiede ancora l'umiltà di sapere che ci vorrà tutta la squadra per mantenere Atlanta competitiva. Sta guardando Jeff Teague , uno dei pochi giocatori di Atlanta, per aiutarlo a guidare gli Hawks la prossima stagione.

Penso che sia probabilmente la parte più importante per il successo della nostra squadra, dice Horford. Jeff ha dimostrato di essere davvero bravo con il suo gioco e mi aspetto molte grandi cose da lui in questa stagione.

Teague non è l'unico giocatore che è entusiasta di avere al suo fianco ad Atlanta. Horford si allena regolarmente con Lou Williams , che sta cercando di recuperare da un infortunio al LCA subito a gennaio. Ha detto che Williams ha lavorato duramente per tornare e spera che sarà in grado di tornare alla sua forma di punteggio il prima possibile.

a$ap roccioso raf

Attaccanti veterani di recente acquisizione Paul Millsap e Elton Brand hanno anche aggiunto all'entusiasmo di Horford. Con Millsap, gli Hawks dovrebbero ricevere gran parte della produzione persa con la partenza di Smith ma in modo più efficiente. Ironia della sorte, l'arrivo di Millsap costringe Horford a continuare a giocare fuori posizione al centro, cosa che sperava finisse con l'esodo di Smith.

Sì, sai, ho avuto a che fare con questo per tutta l'estate perché avevo l'impressione che avrei giocato ala grande e questa è la mia posizione naturale, dice Horford. Ma una volta che ho visto tutte le mosse che ha fatto la squadra e ho parlato con l'allenatore, mi hanno fatto capire come funziona il loro sistema e come sentono che posso avere successo al centro. Dipende da me. Lo sto abbracciando e trarrò il massimo dal gioco del centro e darò il meglio di me.

musicisti tropicália brasiliani della fine degli anni '60

Continua a leggere per sapere perché Horford non è sicuro che Atlanta sarà una delle prime cinque squadre dell'Est...

Horford dice tutte le cose giuste ma rimane onesto, il che è rinfrescante. Molte volte gli atleti vivono una vita piena di cliché e sputacchiando cose che pensano che gli altri vogliano sentire. Horford crede nelle cose di cui parla. Invece di essere petulante quando la situazione non è esattamente di suo gradimento, rimane fiducioso nelle sue capacità in modo che l'ottimismo possa essere legittimamente trasudato.

Quando gli è stato chiesto se voleva ritirarsi come Atlanta Hawk, è stato di nuovo onesto, chiarendo che vincere era della massima importanza nella sua decisione futura.

Beh, non ne sono sicuro, dice. Penso che sia sempre bene mantenere aperte le opzioni. Penso di avere tempo per determinare come sta andando la nostra squadra e i passi che stiamo facendo per essere grandi... Quindi se siamo competitivi qui e ci sentiamo bene con quello che abbiamo, allora sì. In caso contrario, potrei dover riconsiderare.

L'uomo che dice che ama suonare in trasferta a Chicago, New York e Golden State ha ancora tre anni di contratto, quindi Atlanta ha il tempo di mettere i pezzi vincenti intorno a lui. Ma i suoi pensieri sul prospetto degli Hawks nella prossima stagione portano a credere che abbiano molto lavoro da fare.

È una squadra abbastanza nuova, quindi in questo momento, guardandoci sulla carta, non posso dirti che saremo tra i primi cinque o una squadra di playoff, dice Horford. Non lo so. Si tratta più di noi solo di stare insieme e capire alcune cose.

Quando non si preoccupa delle speranze degli Hawks, Horford rimane coinvolto nella comunità concentrandosi sulle aree dello sviluppo del basket e dell'educazione per i giovani. La sua fondazione funziona nel Michigan, ad Atlanta e nel suo paese d'origine, la Repubblica Dominicana. Vincitore multiplo del Community Assist Award della NBA e partecipante al programma Basketball Without Borders della lega, Horford è uno dei principali filantropi della lega. Fa risalire il suo interesse per tali atti a quando era un bambino che desiderava ardentemente il contatto con atleti professionisti. Ora che è in grado di restituire, sente l'obbligo di farlo e di lasciare il segno aiutando la comunità.

Horford ammette quasi scherzosamente di avere solo pochi amici in giro per la lega. Al di fuori dei suoi colleghi della Florida Gator, Joakim Noè e Corey Brewer , la sua cerchia di amici è molto piccola. Ex compagno di squadra Zaza Pachulia e connazionali Charlie Villanueva e Francisco Garcia anche fare l'elenco apparentemente esclusivo.

Quindi, se non esce con gli amici, come trascorre il suo tempo lontano dal gioco?

Secondo Horford, le spiagge, la bicicletta, le attività all'aperto e le grigliate in famiglia sono i suoi modi più comuni per trovare tregua. Dice che non può fare nulla in cucina o alla griglia quando si tratta di grigliate, ma fa molti lunghi giri in bicicletta sul Silver Comet Trail della Georgia per rilassare la mente. Quando è fuori Atlanta, Horford cerca una spiaggia per uscire con sua moglie.

Sfortunatamente, Horford non avrà molto tempo per riposare in questa stagione con un ruolo ampliato. Dopo una stagione in cui ha segnato la media record di punti (17,4) e rimbalzi (10,2), si considera uno dei migliori del campionato. Quando gli è stato chiesto chi sarebbe stato nella sua squadra All-NBA, ha nominato Derrick Rose, Kevin Durant, LeBron James, Pau Gasol e Dwight Howard . Dopo alcuni chiarimenti, se poteva includere se stesso, Horford sostituì rapidamente Gasol.

Oh, mi sono messo al potere, ha detto. Amico, non c'è dubbio che è sicuramente come mi sento.

Tuttavia, vincere un campionato è tutto ciò per cui Horford vuole essere ricordato in campo. Quando gli è stato chiesto se c'era qualcos'altro che voleva realizzare, Horford è rimasto quasi senza parole: Wow. Oltre a vincere un titolo NBA? Amico, tutto ciò a cui penso è vincere, essere in grado di competere ed essere in grado di fare qualcosa di speciale. Mi interessa davvero solo la squadra e la vittoria. Questa è probabilmente l'unica cosa per cui voglio essere ricordato.

Può sembrare un cliché, ma un giocatore che vuole vincere non lo è mai. Essere un campione è qualcosa che le persone non potranno mai portarti via e Horford sta cercando di fare in modo che il suo successo in campo corrisponda al successo che ha fuori di esso. Non c'è niente di cliché in questo.

Horford sarà un All-Star quest'anno?

Segui Warren su Twitter su @ShawSports .

johnny walker prezzi per colore

Segui Dime su Twitter su @DimeMag .

Diventa fan di Dime Magazine su Facebook QUI .