AJ Lee non esclude del tutto un ritorno alla WWE un giorno Some

AJ Lee non esclude del tutto un ritorno alla WWE un giorno Some

AJ Lee (il cui nome professionale ora è AJ Mendez Brooks) sarà per sempre una figura amata dai fan del wrestling, una luce splendente nell'era Divas della WWE che si è ritirata all'età di 28 anni ed è ora un autore di best-seller dopo essere appena uscito il suo primo libro, un libro di memorie che mette a nudo l'anima che non tira pugni sul suo viaggio personale.

CBS Sports ha parlato con AJ nel suo attuale tour del libro, e non ha resistito a chiederle della possibilità di un ritorno. Ha detto che di certo non le manca la paura legata all'essere una wrestler della WWE, ed è felice dei suoi quattro momenti WrestleMania ed è entusiasta delle potenziali opportunità per i suoi amici che sono ancora con la compagnia. Ma se avrebbe mai pensato di tornare...



Il vecchio adagio del wrestling: mai dire mai. Sono sicuro che ti viene chiesto tutto il tempo, quindi lascia che sia la milionesima e una persona a chiedertelo. Rivedremo mai AJ Lee in un ring di wrestling?

Non lo direi mai perché personalmente non ho mai detto mai cose prima e le ho fatte. Ma sono così felice dove sono adesso e mi sento come se avessi avuto una carriera così perfetta che sarei nervoso all'idea di offuscarlo. Sento che è una specie di cerchio completo e perfetto per esattamente quello che volevo. Ma chi lo sa?

Non esattamente una risposta definitiva, ovviamente, ma data la natura del business del wrestling, questo di per sé dice molto. Chi lo sa davvero? Per quanto riguarda il nuovo standard del wrestling femminile in WWE, dove le donne non sono più Dive ma Superstar da sole e giudicate in base alle loro capacità atletiche e prestazioni sul ring piuttosto che... ad altre cose, AJ non potrebbe essere più felice.

Questo mi fa gonfiare il cuore. Questo è tutto ciò che ho sempre voluto per l'industria mentre ero lì e per tutte le donne meravigliose dopo la mia morte. Ci sono un sacco di ragazze davvero fantastiche che sono ancora lì con cui ho avuto la fortuna di lavorare o di avere le loro partite di prova. Voglio solo il meglio per loro e sono così felice che stiano prendendo il loro tempo. Questo è tutto ciò per cui potremmo mai sperare o combattere. Sono così orgoglioso di loro. Spero che anche loro vengano pagati tanto quanto i ragazzi, visto che sono visti altrettanto importanti. Spero che vengano anche pagati perché questa è metà della battaglia, onestamente.

L'intera intervista è fantastica, come ti aspetteresti, quindi vai su CBS Sports per verificarlo .